Miss Alabama e la casa dei sogni

Di

Editore: RL Libri - Superpocket

3.3
(351)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 395 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese , Polacco

Isbn-10: 8846211235 | Isbn-13: 9788846211231 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback , Altri

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace Miss Alabama e la casa dei sogni?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Maggie Fortenberry ha una vita apparentemente perfetta : porta splendidamente i suoi sessant'anni, ha successo nel lavoro, è elegante e simpatica a tutti. In realtà è profondamente infelice. Ex Miss Alabama, dei suoi sogni di ragazza Maggie ha realizzato ben poco : non vive in una villa grandiosa con un marito devoto e una nidiata di figli,e, per ironia della sorte, come agente immobiliare è costretta a vendere ad altri il suo sogno.Ormai ha deciso, vuole farla finita. Ed escogita il piano perfetto.Da quel momento nella sua vita si susseguono incontri inaspettati, coincidenze, fatti imprevisti che la costringono a rimandare il progetto. Coinvolta da una sorpresa stupefacente a un'altra,Maggie scopre infine cosa vuol dire la vera amicizia. Scopre anche che ognuno, vivo o morto, nasconde almeno un piccolo segreto.....
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    I libri della Flagg sono sempre deliziosi.
    Questo in particolare è come una torta a strati.
    Il primo strato è quello del sentimento. Maggie è una ex Miss Alabama che ha ricevuto degli schiaffi dalla v ...continua

    I libri della Flagg sono sempre deliziosi.
    Questo in particolare è come una torta a strati.
    Il primo strato è quello del sentimento. Maggie è una ex Miss Alabama che ha ricevuto degli schiaffi dalla vita, e ora a sessant'anni si ritrova nubile suo malgrado, insoddisfatta dal suo passato e a combattere cotro una vecchiaia che avanza. Non si rende conto della sua fortuna e del fatto che con la sua dolcezza e gentilezza e generosità le altre persone non possono fare a meno di lei.
    Inoltre ha delle amiche meravigliose con cui lavora in una agenzia immobiliare, ma la morte della loro capa nonchè l'amica più ottimista, positiva e trainante del gruppo, la getta nel pessimismo più totale.
    Quindi presa dallo sconforto e dai troppi "contro" che ritiene avere la vita ad una certa età, decide di suicidarsi.
    Ma lo vuole fare nel rispetto di sè stessa (non vuole che trovino il suo corpo disfatto) e nel rispetto degli altri dando tutto in donazione, lasciando casa pulita, dando disdetta ad utenze e abbonamenti. Opta infine per una morte in fondo al fiume.
    Per non dare sospetti il giorno prima porterà tutta l'attezzatura lungo il fiume. Poi il giorno X prenderà un taxi di una compagnia non del paese e indossando una improbabile maglietta con la scritta I PESCATORI CE L'HANNO GROSSO COME UN REMO e degli scarponi da uomo andrà "inosservata" a concludere la sua vita. E qui ecco il secondo strato della torta, l'umorismo e la comicità. Anche perchè suo malgrado Maggie dovrà rimandare per ben tre volte il suicidio con l'inconveniete tutte le volte di doversi ricomprare i vestiti, riallacciare il telefono, riaprire un conto in banca e così via.
    Uno dei motivi per cui rimanderà il fattaccio sarà la vendita della casa dei suoi sogni. Assolutamente non può permettere che l'agenzia rivale riesca a concludere l'affare. Quindi andando anche contro la sua etica (ma che importa tanto poi se ne andrà per sempre) soffia l'affare alla loro meschina e crudele rivale.
    Nel controllare la casa prima della vendita lei e la collega Brenda trovano nella mansarda uno scheletro appeso ad una gruccia in uno dei bauli arrivato dalla Scozia appartenenti al figlio del primo proprietario, un ricco uomo di affari dei primi del novecento. Altro strato della torta: il mistero.
    Dopo essere fuggite con lo scheletro sul sedile posteriore dell'auto, Maggie è decisissima a scoprire di chi sia. La scoperta è troppo strana perchè io la possa raccontare qui, non voglio toglierne il gusto.
    Il destino comunque darà dei chiari segnali a Maggie sul fatto che morire adesso è davvero una pessima idea. Così col motto "se respiri ancora hai un grande vantaggio" Maggie finalmente scoprirà che la vita è bella, che la vecchiaia è bella e che può portare nuovi odori, nuovi sapori, nuovi colori, basta solo saperli sentire, assaporare, vedere.

    ha scritto il 

  • 4

    La partenza di questa lettura e’ stata un po’ lenta e sinceramente mi sono stupita perche’ amo molto quest’autrice e trovo i suoi racconti briosi e pieni di ottimismo. Poi conoscendo a fondo la prota ...continua

    La partenza di questa lettura e’ stata un po’ lenta e sinceramente mi sono stupita perche’ amo molto quest’autrice e trovo i suoi racconti briosi e pieni di ottimismo. Poi conoscendo a fondo la protagonista di questa storia , Maggie Fortenberry, mi sono resa conto che dietro ad una facciata di superficialita’ e belle apparenze si nascondeva il male del secolo: la depressione. Anche in questo caso la Flagg tratta l’argomento con grande ironia e delicatezza e anche i personaggi “secondari” che popolano questo racconto sono donne forti e dal carattere scoppiettante. C’e’anche un tocco di mistero che si risolvera’ in maniera sorprendente. Il destino e’ l’artefice di tutto quello che ci accade e in questa storia ci mette lo zampino tante di quelle volte che alla fine un’imprevisto appiana tutto. Fannie Flagg non mi delude mai.

    ha scritto il 

  • 2

    Una vera signora sa sempre quand'è il momento di uscire di scena. E Maggie Fortenberry, affascinante sessantenne che conosce almeno 48 modi diversi di piegare un fazzoletto e non ha mai detto una paro ...continua

    Una vera signora sa sempre quand'è il momento di uscire di scena. E Maggie Fortenberry, affascinante sessantenne che conosce almeno 48 modi diversi di piegare un fazzoletto e non ha mai detto una parolaccia in vita sua, ha deciso che il suo momento è arrivato. Ex Miss Alabama e quasi Miss America, dei suoi sogni di ragazza Maggie ha realizzato ben poco: non ha conquistato un marito adorante, non ha avuto con lui la nidia ta di pargoli d'ordinanza, e oggi è una single depressa con una noiosa carriera da agente immobiliare a Birmingham. Ormai ha deciso, vuole farla finita. Non senza però aver prima saldato ogni debito, sbrinato il frigorifero e salutato gli amici con un'impeccabile lettera d'addio. Ma quando tutto sembra finalmente pronto per girare l'ultimo ciak, ecco che un bizzarro scheletro in kilt manda all'aria i suoi piani. Nella villa dove l'ha ritrovato, e che Maggie ha ricevuto l'incarico di vendere, si celano infatti segreti che aspettano solo lei per essere svelati. E se poi a scombinare il suo progetto ci si mettono anche una dispettosa capretta dal muso nero e il ritorno inaspettato di un vecchio amore, ecco che forse organizzare la sua dipartita non è più così urgente...

    Preso sulla scia di "Pomodori Verdi Fritti", non è stata una grande lettura, un po' noioso, si risolevva un po' nel finale. Nulla di speciale.

    ha scritto il 

  • 2

    Miss Alabama

    Scelto sperando in un altro "pomodori verdi fritti" purtroppo toppando.Qualche momento simpatico ma in generale un libro che avrei fatto meglio a lasciare sullo scaffale della biblioteca

    ha scritto il 

  • 0

    Delizioso. Affronta temi molto delicati con leggerezza. E'una favola col finale prevedibile ma che ti lascia un lieve sorriso sulle labbra. A volte cé'bisogno di un lieto fine prevedibile.

    ha scritto il 

  • 4

    storia leggera ma che ogni tanto ci vuole. Perché tutti abbiamo avuto momenti in cui il pensiero era: "Basta! Non ce la faccio più!" Per fortuna poi passano. I personaggi sono come sempre originali. C ...continua

    storia leggera ma che ogni tanto ci vuole. Perché tutti abbiamo avuto momenti in cui il pensiero era: "Basta! Non ce la faccio più!" Per fortuna poi passano. I personaggi sono come sempre originali. Consigliato.
    Cominciamo a cercare la nostra fortuna signori, che male di certo non fa!

    ha scritto il 

  • 4

    "attento a ciò che desideri, perché potresti ottenerlo"

    parte lento e amaro, ma è un bellissimo inno alla vita e alla capacità di godersi tutti i momenti senza cercare di essere perfetti. adorabili Maggie e i sessanta modi di piegare i tovaglioli, le gest ...continua

    parte lento e amaro, ma è un bellissimo inno alla vita e alla capacità di godersi tutti i momenti senza cercare di essere perfetti. adorabili Maggie e i sessanta modi di piegare i tovaglioli, le gesta di Hazel e della caccia alle uova ("non c'è abbastanza buio in tutto l'universo per spegnere la luce di una candela"), le tiritere di Ethel contro la modernità (a 93 anni finisce nel guinness dei primati come agente immobiliare più vecchio del mondo, ma naturalmente "lei si è infuriata, non aveva mai voluto rivelare la sua vera età..."), e poi Brenda mangiatrice compulsiva... consigliato!

    ha scritto il 

  • 1

    Indigesto minestrone

    Comincia benino con la storia di Maggie ex miss Alabama ormai sulla sessantina che ha deciso di suicidarsi ma non ci riesce perché c'é sempre qualcosa che glie lo impedisce. Poi si accavallano schelet ...continua

    Comincia benino con la storia di Maggie ex miss Alabama ormai sulla sessantina che ha deciso di suicidarsi ma non ci riesce perché c'é sempre qualcosa che glie lo impedisce. Poi si accavallano scheletri e vecchie storie scozzesi in un pasticcio totalmente incredibile, sciatto e ansimante.

    ha scritto il 

Ordina per