Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Miss uragano

La donna che fece l'Italia

By Paolo Ciampi

(26)

| Paperback | 9788896376256

Like Miss uragano ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Un ritratto dell'eroina che fece l'Italia a fianco dei grandi protagonisti del Risorgimento.

Infermiera, militante, giornalista e corrispondente di guerra, ma anche figura chiave del Risorgimento: Jessie White è stata questo e molto altro. Ma soprat Continue

Un ritratto dell'eroina che fece l'Italia a fianco dei grandi protagonisti del Risorgimento.

Infermiera, militante, giornalista e corrispondente di guerra, ma anche figura chiave del Risorgimento: Jessie White è stata questo e molto altro. Ma soprattutto, è stata quella “Miss Uragano” che a fianco dei grandi protagonisti del Risorgimento ha contribuito a creare l’Italia e scriverne la storia. Nel libro di Paolo Ciampi si ripercorrono le avventure vissute da una donna entrata nel mito ma poco conosciuta ai più. Eroina inglese folgorata dall’amore per l’Italia, Jessie White venerò Mazzini come maestro, si lasciò conquistare da Garibaldi come uomo e come eroe, ebbe come amici intimi personaggi del calibro di Agostino Bertani e Carlo Cattaneo.
Ma fu con un altro protagonista di quegli anni e di quelle battaglie, Alberto Mario, che intrecciò una lunga e intensa storia d’amore: forse la più bella del nostro Risorgimento, sbocciata in carcere e capace di durare fino alla morte. Prestò la sua opera come infermiera, come giornalista e corrispondente di guerra per i giornali italiani, americani e inglesi, lasciandoci una monumentale biografia di Garibaldi e i suoi tempi. Di lei Giosuè Carducci diceva: una gran donna a cui, lo scrivo senza enfasi, noi Italiani dobbiamo molto. A pochi mesi dall’inizio delle celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, il volume vuole essere un omaggio ad una figura con la quale la storia ha un debito di gratitudine non ancora saldato. Attraverso un’attenta raccolta di libri, lettere, testimonianze e diari, Paolo Ciampi ci restituisce una “fotografia” dell’Italia del Risorgimento, con i progetti, gli ideali e il clima di cambiamento che rappresentano quel determinato periodo storico.
Un libro dedicato a tutti, dagli studenti agli appassionati di biografie, agli amanti della storia.

6 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Il valore della memoria e del ricordo in personaggi minori ma che, non di meno, hanno contribuito a scrivere la storia. Sono questi i temi che Paolo Ciampi, ama trasmette in molti suoi libri. Questa volta ci racconta di Jesse White un'eroina ingles ...(continue)

    Il valore della memoria e del ricordo in personaggi minori ma che, non di meno, hanno contribuito a scrivere la storia. Sono questi i temi che Paolo Ciampi, ama trasmette in molti suoi libri. Questa volta ci racconta di Jesse White un'eroina inglese che si innamorò di Mazzini e Garibaldi e partecipò attivamente al nostro Risorgimento.
    Si legge come un romanzo questo libro di Paolo Ciampi in cui in una carrellata storica fresca e leggera ripercorre attraverso la sua eroina, tutto il nostro Risorgimento. Libro godibilissimo consigliato a tutti.

    Is this helpful?

    Tania Maffei said on Oct 27, 2013 | Add your feedback

  • 5 people find this helpful

    "Bianca, la donna che trascina con sè montagne di ideali e di passioni.."

    è grazie ad Anobii che ho conosciuto Paolo, amico carissimo a cui devo la scoperta di Beatrice, Enrica ed ora Jessie.
    Donne dimenticate dalla Storia..penso al lavoro di Paolo, al filo che lega le protagoniste dei suoi libri, figure di donne che solo ...(continue)

    è grazie ad Anobii che ho conosciuto Paolo, amico carissimo a cui devo la scoperta di Beatrice, Enrica ed ora Jessie.
    Donne dimenticate dalla Storia..penso al lavoro di Paolo, al filo che lega le protagoniste dei suoi libri, figure di donne che solo la passione della verità può far riemergere dall'oscurità di una Storia scritta dagli uomini, oppure, nel migliore dei casi(??)imprigionate in ruoli così poco importanti che diventano di fatto offensivi! madre, sorella, figlia, amante, compagna..un marchio che nega alla radice la loro identità, 'ausiliarie' di eroi e combattenti, di miti maschili duri a sparire!
    Jessie 'rinasce' nelle pagine del libro: è una scoperta davvero affascinante,e come per tutte le donne dimenticate del Risorgimento, aiuta a capire quanto è stato volutamente nascosto: Jessie è una grandissima giornalista, una ribelle, una rivoluzionaria!
    a me ha interessato più che l'intreccio dei legami con Garibaldi e Mazzini,la partecipazione ai moti ecc.., il suo lavoro di giornalista, talmente grande che provoca una rabbia incontenibile la sua dimenticanza: come è stato possibile?
    domanda del tutto inutile, lo so bene quanti nomi sono stati cancellati, ma in questo caso è davvero inconcepibile e mi viene la voglia di andare a leggere subito le sue inchieste su Napoli(prima della Serao!!) e sulle miniere siciliane: è quel giornalismo che mi ha sempre appassionato e che oggi con molta fatica ritrovo..
    grazie Paolo, ti sono grata di avermi fatto conoscere Miss Uragano, la donna inglese che ha vissuto per la libertà e la conoscenza.

    un piccolo appunto sulla copertina.. mi permetti? è proprio brutta: sullo sfondo un campo di battaglia e Jessie viene raffigurata secondo i soliti stereotipi: una crocerossina col tricolore...ma perchè? e poi graficamente mi ricorda Barbie. scusami, ma lo dovevo dire.

    Is this helpful?

    Lilly said on Jul 15, 2011 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Jessie White Mario,inglese di nascita, italiana per adozione, grande amica e sostenitrice di Garibaldi e Mazzini,sposa di Alberto Mario, con cui condivise prigione,amore, volontà di fare qualcosa per l'Italia da costruire. Conferenziera per conto di ...(continue)

    Jessie White Mario,inglese di nascita, italiana per adozione, grande amica e sostenitrice di Garibaldi e Mazzini,sposa di Alberto Mario, con cui condivise prigione,amore, volontà di fare qualcosa per l'Italia da costruire. Conferenziera per conto di Mazzini dall'America all'Inghilterra alla Svizzera, sempre presente alle imprese di Garibaldi. Crocerossina sul campo di battaglia, "inviata di guerra", giornalista, autrice di inchieste sui malesseri del Sud e delle nuova società. Orgogliosamente attaccata all'idea di un'Italia repubblicana rifiuta i sussidi dello Stato Monarchico e vive quasi in miseria.
    Una donna coraggiosa, dalla via tumultuosa, non per nulla chiamata
    Miss Uragano, ma che fece molto per l'Italia, come da tante testimonianze e riconoscimenti.
    Mario Ciampo ricostruisce questa figura con grande passione, la sua non è un'autobiografia, piuttosto uno spaccato della vita dell'Ottocento, dando il giusto rilievo a una di quelle tante figure che dettero il loro contributo alla nascita dello stato italiano e che sono state colpevolmente trascurate dalla Storia ufficiale.

    Is this helpful?

    Giallopt said on May 27, 2011 | Add your feedback

  • 7 people find this helpful

    Il nome delle donne

    Non ci dicono mai il nome delle donne che hanno fatto la storia. Questo libro ne è l’ennesima prova. Jessy White, protagonista del libro di Paolo Ciampi, si trova su Wikipedia, ha compiuto atti eroici per salvare i feriti delle battaglie italiane de ...(continue)

    Non ci dicono mai il nome delle donne che hanno fatto la storia. Questo libro ne è l’ennesima prova. Jessy White, protagonista del libro di Paolo Ciampi, si trova su Wikipedia, ha compiuto atti eroici per salvare i feriti delle battaglie italiane del Risorgimento, ha seguito Garibaldi nelle sue avventure, ha tenuto conferenze sulla causa italiana in America e in Inghilterra, è stata infermiera in tempi di guerra, ha scritto libri, biografie, svolto inchieste su temi difficili come le condizioni di vita nelle solfatare o nei sobborghi napoletani. Non solo, è stata amica e confidente sia di Garibaldi che di Mazzini, di Pasquale Villari e di Carducci. Ma che altro deve fare una donna per essere ricordata?
    Mazzini l’ha soprannominata Miss Uragano per la tempra e l’energia, o anche Giovanna d’Arco della causa italiana per il coraggio, l’eroismo.
    Questi non sono più tempi di eroi forse: a maggior ragione dovremmo ricordarci di quelli che ci sono stati, e forse le donne più degli altri, non meno. Perché per le donne è tutto più difficile, anche essere eroiche.
    Grazie a Paolo Ciampi, che fa rinascere donne meravigliose, piccole grandi donne dimenticate dalla Storia ufficiale e ci racconta le loro vite senza enfasi, senza retorica, senza belletti. Ce le racconta da giornalista (e quindi sulla base di documenti) e da scrittore onesto, cioè con l’invenzione di ciò che si può solo immaginare e con l’equilibrio di ciò che non si deve esagerare.

    Is this helpful?

    Anna Kol said on Apr 26, 2011 | 1 feedback

  • 2 people find this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    La mia recensione su:

    http://libreriarosaitaliana.wordpress.com/2011/01/30/mi…

    Con la sua consueta competenza e sensibilità verso quei particolari minimi che alla fine possono ri ...(continue)

    La mia recensione su:

    http://libreriarosaitaliana.wordpress.com/2011/01/30/mi…

    Con la sua consueta competenza e sensibilità verso quei particolari minimi che alla fine possono risultare però decisivi lo scrittore e giornalista fiorentino Paolo Ciampi si è tuffato nell'archivio al Vittoriano relativo alla giornalista, infermiera e moglie del garibaldino Alberto Mario, Jessie White che ha vissuto in prima persona l'intensa stagione risorgimentale dal 1859 fino al completamento dell'Unità, ma che, purtroppo, dopo la morte del 1883 del marito, ha visto anche da vicino e ha raccontato nei suoi libri e nei suoi articoli per diverse riviste dell'epoca, le miserie e le difficoltà della nuova Italia unita che spesso si è rivelata diversa e più difficile da costruire rispetto ai progetti e alle speranze di chi aveva contribuito a renderla da un sogno politico una realtà e così, all'anizio del nuovo secolo, da vecchia signora inglese, ricca di esperienze, ma anche di disillusioni, morirà Jessie a Firenze nel 1906.

    Is this helpful?

    Cristina Contilli said on Jan 15, 2011 | Add your feedback

  • 5 people find this helpful

    Una biografia che ci spiega la nascita di una nazione.

    In Via Romana a Firenze (ci sono andato apposta) si può ancora leggere una lapide:
    Jessie White – Mario
    inglese per nascita, per anima ed opere italiana, fida compagna di Alberto Mario, consolatrice dei feriti sui campi di battaglia, storiografa de ...(continue)

    In Via Romana a Firenze (ci sono andato apposta) si può ancora leggere una lapide:
    Jessie White – Mario
    inglese per nascita, per anima ed opere italiana, fida compagna di Alberto Mario, consolatrice dei feriti sui campi di battaglia, storiografa dell’apostolato mazziniano e dell’epopea garibaldina. Qui ebbe dimora.
    Per decreto del comune
    MCMXVI

    Non rende giustizia a Jessie, che è stata molto di più
    Nel febbraio1879 il premio Nobel Giosué Carducci, criticando l'inoperosità della sinistra italiana verso le classi più deboli, in quell'anno forza di governo a sostegno di Depretis, la descrisse meglio, scrivendo:
    « La democrazia conta un solo scrittore sociale: ed è un inglese, ed è una donna; la signora Jessy Mario, che non manca mai dove ci sia da patire o da osare per una nobile causa. »
    Molto di più e in modo eccelso ha fatto Paolo Ciampi col suo libro Miss Uragano. Jessie, adorabile, impetuosa passionale inglese: ma allora la proverbiale flemma degli inglesi? Storie, stereotipi, luoghi comuni. Una biografia appassionata e partecipata che non si limita a descrivere Jessie, il suo agire travolgente e la sua opera, ma ci porta dentro ai movimenti d’indipendenza guidati da Mazzini e da Garibaldi.
    Leggere questo libro è prima di tutto appassionante, ma, anche se lo sembra, non è un romanzo: è la storia della nascita di una nazione. Lo raccomando a tutti per celebrare in modo colto e intelligente i 150 anni dell’unità d’Italia. Lo consiglio ai professori di storia per far capire agli studenti, senza annoiarli, cosa sia stata davvero la spedizione dei mille. Ne tengano conto anche i professori di lettere: è scritto in modo eccelso: oltre alla storia s’impara anche l’italiano. Di questi tempi imparare ad essere italiani (e l’italiano) da un’impetuosa signora inglese è veramente una cosa singolare! Da non perdere.

    Is this helpful?

    Oscar Montani said on Oct 30, 2010 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (26)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
  • Paperback 328 Pages
  • ISBN-10: 8896376254
  • ISBN-13: 9788896376256
  • Publisher: Romano Editore (Storie)
  • Publish date: 2010-07-01
Improve_data of this book