Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Mnemoblocco di stato

Urania 616

Di

Editore: Mondadori

3.2
(20)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 176 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000029663 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Maria Benedetta De Castiglione ; Illustrazione di copertina: Karel Thole

Ti piace Mnemoblocco di stato?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un risveglio in uno squallido, ignoto appartamento. Una faccia di vecchio smunta, ignota, riflessa in uno specchio. E non un ricordo, non un documento, non un filo a cui attaccarsi per risalire alla propria identità. E poi la ragazza, un po' spaventata, che procura qualche logoro indumento; la passeggiata nel parco, la panchina al sole, i colombi meccanici, la sonnolenza... E a un tratto la mano brusca del poliziotto sulla spalla, la sua voce rude. E' vietato dormire sulle panchine. E chi non ha documenti deve venire al commissariato. E chi non ricorda il suo nome, deve inventarne uno, il primo che gli viene in mente. Ma la polizia fa presto a scoprire le bugie dei vagabondi, e fa presto a sbatterli in cella. E allora non resta che chiudere gli occhi e concentrarsi, concentrarsi disperatamente, per uscire da quei quattro muri. Uscire a qualunque costo, in qualunque modo...
Ordina per
  • 3

    Mistero piatto

    Sutton imbastisce una trama ricca di intrighi e misteri a base di blocchi mentali, trapianti di cervello e poteri psi. Tra un indizio e l'altro, purtroppo, il rischio è che il lettore si perda un poco ...continua

    Sutton imbastisce una trama ricca di intrighi e misteri a base di blocchi mentali, trapianti di cervello e poteri psi. Tra un indizio e l'altro, purtroppo, il rischio è che il lettore si perda un poco nella girandola di colpi di scena. Anche lo stile piatto non aiuta nel seguire la storia.
    Lettura appena discreta.

    ha scritto il