Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Modelli matematici, fisica e filosofia

Scritti divulgativi

Di

Editore: Bollati Boringhieri (Serie sientifica, 270)

4.0
(9)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 210 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8833909522 | Isbn-13: 9788833909523 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Curatore: Carlo Cercignani

Ti piace Modelli matematici, fisica e filosofia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    In questa serie di interventi a carattere divulgativo, Boltzmann mette a fuoco l'impostazione filosofica che soggiace alle sue teorie fisiche, dimostrando, ancora una volta, che non bisogna risalire così indietro nel tempo per trovare scienziati in grado di presentare una visione coerente della p ...continua

    In questa serie di interventi a carattere divulgativo, Boltzmann mette a fuoco l'impostazione filosofica che soggiace alle sue teorie fisiche, dimostrando, ancora una volta, che non bisogna risalire così indietro nel tempo per trovare scienziati in grado di presentare una visione coerente della propria disciplina. Con rara chiarezza, Boltzmann sgombra il campo dall'idea che la fisica sia lo studio dei fenomeni così come si realizzano: tutto ciò che la scienza può darci è un'immagine mentale che risponda in termini economici e sintetici a quanto osserviamo, e che sia in grado di far compiere previsioni. In questo senso, non importa che l'atomismo sia una realtà; piuttosto è fondamentale che grazie all'ipotesi atomica sia possibile dare spiegazioni chiare a numerosi fenomeni. E' qui che si inserisce l'apporto centrale del fisico, ovvero l'interpretazione statistica del secondo principio della termodinamica che, proprio grazie alla visione atomistica, può dare conto dell'irreversibilità dei processi fisici a fronte della completa reversibilità temporale delle leggi di natura. Fanatico darwiniano, Boltzmann applica allo sviluppo della fisica teorica una forma di evoluzionismo, portando gli esempi del meccanicismo, dell'energetica e di tutte quelle ipotesi che hanno dovuto essere riviste per adattarsi a nuove fenomenologie. Con grande rigore, ma con altrettanto entusiasmo ideale, il fisico - ben conscio dei rischi insiti nell'eccessiva specializzazione - ci offre una forma di divulgazione capace di abbracciare l'intera conoscenza e gli 'strumenti' che essa utilizza, a partire dal cervello: macchina meravigliosa ma darwinianamente perfettibile.

    ha scritto il 

  • 4

    Un po' di storia dell Fisica non fa mai male. Si palesa come in ogni epoca ci fu discussione anche in ambiti considerati ormai capisaldi. In più scopriamo teorie abbandonate ma cmq "dal loro perché".

    ha scritto il 

  • 4

    Scienziato e uomo geniale.
    Suicida, pare, per l'accanimento degli oppositori scientifici e per il timore di non riuscire a dimostrare le sue teorie.
    Penso a quanti studiosi di matematica avrebbero dovuto farlo prima di lui.

    ha scritto il