Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Molto forte, incredibilmente vicino !! SCHEDA DOPPIA !!

Di

4.3
(7444)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese , Tedesco , Svedese , Olandese , Portoghese , Chi tradizionale , Russo , Ceco

Isbn-10: A000035892 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Altri

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , History

Ti piace Molto forte, incredibilmente vicino !! SCHEDA DOPPIA !!?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
SCHEDA DOPPIA da non aggiungere in libreria o, se lo si possiede, da eliminare Le schede corrette delle edizioni Guanda, dotate di codice ISBN, si trovano qui http://www.anobii.com/books/015b31e5b20ee04c2b/ http://www.anobii.com/books/01cd9032e6650a0ebc/
Ordina per
  • 4

    una vera opera d'arte

    il libro è già da se un'opera d'arte moderna. Le immagini, la pagine soprascritte fino a renderle del tutto illeggibili, a sottolineare che non bastava lo spazio per quelle tante parole. Il racconto fatto da un bambino, spinto dalla vita a crescere rapidamente, per accettare quell'atroce destino. ...continua

    il libro è già da se un'opera d'arte moderna. Le immagini, la pagine soprascritte fino a renderle del tutto illeggibili, a sottolineare che non bastava lo spazio per quelle tante parole. Il racconto fatto da un bambino, spinto dalla vita a crescere rapidamente, per accettare quell'atroce destino. Un tamburello a dargli sicurezza nei momenti di panico, l'amicizia con uno sconosciuto nonno, e la complicità della nonna compagna di giochi. Un capolavoro letto tutto d'un fiato.

    ha scritto il 

  • 5

    Molto commovente incredibilmente struggente

    L'elaborazione del lutto attraverso il cuore di un bimbo di 9 anni che interagisce e risuona nei cuori di sua madre di sua nonna degli sconosciuti del nonno. Molto introspettivo incredibilmente universale.

    ha scritto il 

  • 5

    "Quella sera sul palco, sotto quel teschio, mi sono sentito incredibilmente vicino ad ogni cosa nell’universo, ma anche straordinariamente solo. Per la prima volta in vita mia mi sono chiesto se la vita valeva tutta la fatica che serve per vivere. Perché, esattamente, valeva la pena di vivere? Ch ...continua

    "Quella sera sul palco, sotto quel teschio, mi sono sentito incredibilmente vicino ad ogni cosa nell’universo, ma anche straordinariamente solo. Per la prima volta in vita mia mi sono chiesto se la vita valeva tutta la fatica che serve per vivere. Perché, esattamente, valeva la pena di vivere? Che c’è di così orrendo nell’essere morti per sempre e non provare niente, non sognare nemmeno? Che c’è di così fantastico nel provare sensazioni e far sogni?"

    ha scritto il 

  • 5

    Ma che libro sto leggendo?! Solo poche pagine e mi ha già catturata...ce l'ho dal 2006, perché ci ho messo così tanto a decidermi di iniziarlo?


    Prendo in prestito le parole di Fernanda Pivano:
    " È straordinario pensare che il secolo sia cominciato con il libro straordinario di uno scrittor ...continua

    Ma che libro sto leggendo?! Solo poche pagine e mi ha già catturata...ce l'ho dal 2006, perché ci ho messo così tanto a decidermi di iniziarlo?

    Prendo in prestito le parole di Fernanda Pivano: " È straordinario pensare che il secolo sia cominciato con il libro straordinario di uno scrittore straordinario come questo. "

    ha scritto il 

  • 2

    Un romanzo delicato, ma decisamente, almeno a mio parere, troppo "insolito" e con un impianto narrativo, fatto di continui cambi della voce narrante, che me ne ha reso abbastanza difficoltosa e poco scorrevole la lettura. Non mi ha entusiasmato, anche se devo riconoscerne l'originalità di stile.< ...continua

    Un romanzo delicato, ma decisamente, almeno a mio parere, troppo "insolito" e con un impianto narrativo, fatto di continui cambi della voce narrante, che me ne ha reso abbastanza difficoltosa e poco scorrevole la lettura. Non mi ha entusiasmato, anche se devo riconoscerne l'originalità di stile.

    ha scritto il 

  • 5

    Link recensione blog

    Ricordate cosa stavate facendo l'11 settembre 2001? Il giorno in cui all'improvviso il mondo si è fermato sorpreso e soprattutto sospeso davanti alla televisione, con quelle immagini inquietanti davanti e lo sguardo vuoto? In quei momenti mi sono chiesta svariate volte se stessi guardando un film ...continua

    Ricordate cosa stavate facendo l'11 settembre 2001? Il giorno in cui all'improvviso il mondo si è fermato sorpreso e soprattutto sospeso davanti alla televisione, con quelle immagini inquietanti davanti e lo sguardo vuoto? In quei momenti mi sono chiesta svariate volte se stessi guardando un film o se fosse tutto vero. A certe verità non ci credi mai, che ti piacciano o no. Se fosse stato un film, era surreale e di cattivo gusto. Le persone che si buttavano dai grattacieli sbracciandosi come se cercassero di afferrare l'aria, non erano comparse addestrate e sotto di loro non c'era nessun materasso ma solo cemento, pronto a schiacciarli in una strada senza ritorno. Credo che se volessimo descrivere il senso d'impotenza, avremmo potuto associarlo proprio a questa guerra combattuta a suon di sbracciate e la loro disperazione era così palpabile. L'impotenza - fra tutta la gamma di sentimenti possibili - è uno dei più difficili da spiegare e fra i più terribili da provare.

    leggi la recensione completa: http://francescast84.blogspot.it/2014/09/molto-forte-incredibilmente-vicino-di.html

    Francesca

    ha scritto il 

  • 5

    “..diventava difficile tenere a mente tutte le cose che non sapevo. “

    L'ultimo ricordo che Oskar Schell , un bambino di nove anni caratterizzato da una vivace intelligenza e da una smisurata fantasia creativa , conserva del proprio adorato padre Thomas uscito per un incontro di lavoro e mai più rientrato dalla Twin Tower n. 2 è la sua voce registrata su 5 messaggi ...continua

    L'ultimo ricordo che Oskar Schell , un bambino di nove anni caratterizzato da una vivace intelligenza e da una smisurata fantasia creativa , conserva del proprio adorato padre Thomas uscito per un incontro di lavoro e mai più rientrato dalla Twin Tower n. 2 è la sua voce registrata su 5 messaggi lasciati sulla segreteria telefonica del telefono di casa . E poi c'è quella piccola e strana chiave trovata successivamente in maniera del tutto occasionale . La tematica della ricerca di tracce , di episodi , di ricordi del passato è evidentemente molto cara all'autore che ce la ripropone in questa sua seconda opera che a mio giudizio si dimostra addirittura superiore a “Ogni cosa è illuminata” che ha segnato il suo pur fortunatissimo esordio letterario . Qui i personaggi non sono molti ma anche in questo caso la struttura narrativa segue lo stesso meccanismo già utilizzato nell'altro , ossia dipanandosi su piani diversi di lettura . Quindi episodi del presente riguardanti i tentativi affannosi del piccolo Oskar che insieme col centotreenne Mr. Black vuole assolutamente trovare la serratura che la sua chiave gli permetterà di aprire e che gli potrà magari rivelare qualcosa in più sugli ultimi istanti della vita di suo padre , si alternano ad altri del passato riguardanti Anna , sorella della nonna di Oskar , morta sotto un bombardamento a Dresda nella seconda guerra mondiale , e di un misterioso “inquilino” che ha perso l'uso della parola , che utilizza taccuini per comunicare con gli altri e che vive , pur se in un ambiente separato , nello stesso appartamento della suddetta nonna di Oskar . Ma entrare più a fondo nell'avvincente trama del romanzo sarebbe fare un torto a chi vorrà dedicarsi alla sua lettura privandolo così di un piacere che potrà gustare ed assaporare da solo . Un libro bellissimo ed emozionante di uno scrittore che inserisco senza esitazione tra quelli contemporanei più dotati , e che merita inoltre una menzione particolare per le pagine dedicate all'attentato dell'11 settembre che sono fra le più intense e drammatiche che mi sia capitato di leggere.

    ha scritto il 

  • 5

    Sweet, painful, tender, incredibly real. An amazing read to rethink the past, the present and the future through the eyes of a young boy who is overwhelmed by the death of his father. The story of a family throughout a century. Incredibly beautiful.

    ha scritto il 

Ordina per