Momo

Di

Editore: SEI (Il piacere di leggere)

4.2
(4734)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 367 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Inglese , Spagnolo , Chi tradizionale , Giapponese , Finlandese , Francese , Catalano , Svedese , Olandese , Basco , Chi semplificata

Isbn-10: 880501821X | Isbn-13: 9788805018215 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Daria Angeleri ; Curatore: Silvia Perrin

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri , Paperback

Genere: Bambini , Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Momo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Momo è una ragazzina di dieci anni, o giù di lì. È orfana, ma è circondata da una grande famiglia di persone che gli vogliono bene. Ha una grande virtù: sa ascoltare gli altri in una maniera assolutamente unica. E ha una grande ricchezza: il tempo. Per questo, e per tanti altri motivi, Momo è diventata la protagonista di una delle più straordinarie fantastiche storie moderne: avete visto il film? È l’opera più famosa, insieme a La storia infinita, dello scrittore tedesco Michael Ende. Ma andiamo con ordine. Momo compare una mattina, all’improvviso, in un mondo che assomiglia molto al nostro, ma dove stanno succedendo delle cose strane. Una società di “signori grigi” che si dicono agenti della “cassa di risparmio del tempo” opera per convincere un sempre maggiore numero di persone sull’utilità di risparmiare tempo. Esso verrebbe restituito con gli interessi dopo il sessantaduesimo anno. Ma è una menzogna! Il tempo risparmiato fornisce ai “signori grigi” la materia vitale: essi possono condurre un’esistenza parassitaria alle spalle degli altri uomini. Solo un gruppo di uomini riuniti intorno a Momo resiste all’offensiva della società segreta. Ed è proprio Momo che riesce a strappare a uno degli agenti il segreto della colossale truffa…
Ordina per
  • 5

    Bello, bello, bello, una scoperta per me. Avevo letto "La storia infinita" qualche anno fa e mi aveva molto deluso, visto che adoravo il film da sempre. Ora rivaluto Ende. Spettacolare storia sull'uso ...continua

    Bello, bello, bello, una scoperta per me. Avevo letto "La storia infinita" qualche anno fa e mi aveva molto deluso, visto che adoravo il film da sempre. Ora rivaluto Ende. Spettacolare storia sull'uso del tempo, sull'importanza del gioco, di liberare la fantasia e sul dedicare tempo libero alle persone che amiamo, contro la tendenza di oggi di usare il tempo solo per produrre, lasciandoci trascinare in ogni aspetto della nostra vita solo da logiche economiche e utilitaristiche. Veramente interessante per tutti, bambini e adulti, per riflettere sul tempo che ci è stato donato.

    ha scritto il 

  • 5

    L'ho letto per la prima volta alle elementari. Mi ricordo di esserne rimasta affascinata.
    Affascinata da questa buffa bambina, un po' strana, un po' stralunata, dal cuore grande e sempre pronta ad asc ...continua

    L'ho letto per la prima volta alle elementari. Mi ricordo di esserne rimasta affascinata.
    Affascinata da questa buffa bambina, un po' strana, un po' stralunata, dal cuore grande e sempre pronta ad ascoltare. Ammaliata ma Mastro Hora, che nella mia testa di bambina era un po' mago e un po' custode del tempo. Catturata da Cassiopea, la simpaticissima e arguta tartaruga dal guscio parlante.
    L'ho riletto a distanza di più o meno 20 anni e ho ritrovato quello che mi ricordavo: un libro di una dolcezza estrema che mi ha catturata completamente. Un libro che è è un po' come un dolce nettare che ti invade poco a poco, senza negare però una buona dose di inquietudine e di angoscia.
    Una storia perfetta per tutti perché il "problema del tempo" è, oggi come oggi, un problema che attanaglia tutti, grandi e piccini. Perché il tempo ci sembra sgusciare tra le mani, perché spesso lo buttiamo alle ortiche, lo usiamo male. Perché spesso ce ne dimentichiamo, del tempo.
    Perché siamo ben lontani dall'aver fatto svanire i Signori Grigi. Perché ci vorrebbero molte più Momo o semplicemente perché ognuno di noi dovrebbe essere un po' più spesso come la piccola bizzarra Momo.
    Perchè chi non vorrebbe nascondere sotto la giacca la furba Cassiopea...

    ha scritto il 

  • 5

    un libro per tutte le età

    Questo è il primo libro che ho letto. Me lo ha prestato mio cugino che è più grande di me di sei anni, senza spiegarmi niente. Ho sfogliato le prime pagine nel silenzio della mia stanzetta e non sapev ...continua

    Questo è il primo libro che ho letto. Me lo ha prestato mio cugino che è più grande di me di sei anni, senza spiegarmi niente. Ho sfogliato le prime pagine nel silenzio della mia stanzetta e non sapevo niente di Michael Ende, non sapevo niente di storie oltre Piccole Donne e non conoscevo ancora Momo.

    Questo libro cambiò la mia percezione della lettura. Non una fiaba, non Alice nel paese delle Meraviglie, qui si parlava di tempo da risparmiare, di uomini grigi e di una bambina eccezionale.

    Momo, che allora per me aveva la mia età, non si spaventa di niente, parla poco e molto di più ascolta. Per questo tutti l’adorano, perché risolve i problemi facendo silenzio. Incredibile, pensavo, una bambina che vive da sola e basta a se stessa, ma nessuno può fare più a meno di lei. Questa è Momo. La diversa, l’eccezione che ha un compito importante: un mondo da salvare.

    Ha un aspetto insolito, questa bambina, i capelli ricci e neri come la pece, i piedi ancora più neri e una grande giacca da uomo dalle maniche con mille risvolti. E poi i signori grigi, la tartaruga Cassiopea che predice il futuro con mezz’ora soltanto di anticipo, il custode del tempo con la sua stanza degli orologi in cui nascono gli orefiori, tutto nel mondo di Momo ci ricorda qualcosa che conosciamo bene: anche da noi si risparmia il tempo, si corre sempre, per cosa poi? per regalarlo a chi il tempo ci promette di investirlo bene, per il nostro futuro che chi lo sa se arriverà mai davvero e se quel tempo ce lo restituirà primo o poi con gli interessi promessi dai calcoli di quei signori. CI vuole una bambina per riassaporare la libertà da un orologio che va al contrario, ci vuole Momo.

    Momo è più di una fiaba per bambini: andrebbe riletta con regolarità al passare degli anni per vedere come cambia la nostra percezione del tempo e del suo valore,

    Dopo quasi trent’anni ho ancora questo libro nel cuore, e ogni tanto ne torno a sfogliare le pagine ingiallite per sentirmi Momo e trovare il coraggio di sfidare il mondo.

    ha scritto il 

  • 5

    I Signori Grigi sono nascosti ovunque.

    Ende ci regala una fiaba stupenda ed attuale sul tempo, sul suo valore, sull'importanza di dedicarlo a noi stessi, a ciò che ci fa stare bene, a chi amiamo...
    La frenesia del mondo che ci siamo costru ...continua

    Ende ci regala una fiaba stupenda ed attuale sul tempo, sul suo valore, sull'importanza di dedicarlo a noi stessi, a ciò che ci fa stare bene, a chi amiamo...
    La frenesia del mondo che ci siamo costruiti ci sta spingendo a gettarci verso un vuoto di valori e sentimenti.
    Momo non scordarti di noi, il pericolo non è passato... i Signori Grigi continuano a sputarci fumo in faccia!

    «E come fa questa malattia?».
    «Dapprincipio non si nota gran che. Capita che un giorno uno non ha più voglia di niente. Niente lo interessa, si annoia; questa svogliatezza non passa, resta e aumenta. Peggiora di giorno in giorno, di settimana in settimana; sempre più di umor nero, sempre più vuoto dentro, sempre più insoddisfatto di se stesso e del mondo intero. Poi gradatamente sparisce anche questo sentimento e più nulla conta. Diventa grigio e indifferente, estraneo a tutto il mondo, senza rabbie o entusiasmi, incapace di essere felice o di soffrire, disimpara a ridere o a piangere. Ed è perché si è diventati freddi dentro, e non si è più capaci di amare niente e nessuno. Quando la malattia arriva a questo punto è incurabile. Non c'è ritorno. Ci si aggira qua e là con la faccia grigia priva di vita [...]»

    ha scritto il 

  • 5

    "Momo". Il tempo è la vita.

    Momo è una ragazzina eccezionale: la sua sola presenza ispira ragionevolezza, compassione e libertà di spirito. Momo è anche una ragazzina adorabile, dotata della grande capacità di saper ascoltare. I ...continua

    Momo è una ragazzina eccezionale: la sua sola presenza ispira ragionevolezza, compassione e libertà di spirito. Momo è anche una ragazzina adorabile, dotata della grande capacità di saper ascoltare. Il suo essere e la sua vita la portano a possedere, e in grande quantità, una cosa preziosissima e misteriosa, ossia il tempo. Ma ora ci sono i Signori Grigi, i ladri di tempo, da sconfiggere e Momo non si tira indietro. Una riflessione lucida sul tempo della vita e una storia ricca di potentissime immagini fantastiche capaci di fissarsi nella memoria del lettore, il tutto attraverso una scrittura calda e avvolgente. Non si tratta di un libro solo per ragazzi, ma di un libro per chi ha già conosciuto gli inganni dei Signori Grigi.
    La recensione (di questo libro e di altri) continua sul canale youtube LaprospettivadellaRana a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=Lz1sYvNRoZk

    ha scritto il 

  • 4

    Qualcosa di veramente bello e particolare; una lettura godibile con una storia che scorre seppur con le capacità di Ende di rendere il tutto molto più strano di quello che è; tutto mi è piaciutop dell ...continua

    Qualcosa di veramente bello e particolare; una lettura godibile con una storia che scorre seppur con le capacità di Ende di rendere il tutto molto più strano di quello che è; tutto mi è piaciutop della storia anche se ha metà della storia ho percepito un rallentamento della lettura, ma sia la storia che i personaggi hanno preso con successo.

    ha scritto il 

  • 4

    Mi fa sempre strano leggere libri per bambini/ragazzi, mi chiedo sempre quanto mi sarebbero piaciuti se li avessi letti da piccola. E mi dispiace non averlo fatto. Di Ende avevo amato "La storia infin ...continua

    Mi fa sempre strano leggere libri per bambini/ragazzi, mi chiedo sempre quanto mi sarebbero piaciuti se li avessi letti da piccola. E mi dispiace non averlo fatto. Di Ende avevo amato "La storia infinita" e arrivo a questo suo "Momo" solo all'età di 25 anni. Bella storia, commovente, divertente e istruttiva!
    (Il mio volume, preso all'usato, presenta un sacco di sottolineature a matita delle parole "difficili" con relativo significato cercato sul dizionario da qualche bambina/o... è stato tenerissimo leggerlo :3)

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per