Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Monarchia

Testo latino a fronte

Di

Editore: Garzanti Libri

4.1
(39)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 162 | Formato: Altri

Isbn-10: 8811363292 | Isbn-13: 9788811363293 | Data di pubblicazione:  | Edizione 4

Traduttore: F. Sanguineti

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Non-fiction , Philosophy , Political

Ti piace Monarchia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La "Monarchia" è un'opera profondamente meditata e sentita, che rivela ilsenso di giustizia e l'ansia di libertà del poeta fiorentino, costretto peranni in esilio. Attraverso argomentazioni lucide e appassionate, Dante tracciain queste pagine le linee fondamentali della sua utopia politica, desiderosadi rifondare ex novo i valori della classicità e di ristabilire la figura delmonarca assoluto, unico possibile garante di una durevole pax universalis.
Ordina per
  • 0

    Papa vs Imperatore

    Il sommo poeta ci da un quadro molto chiaro dello scontro tra papato e impero della sua epoca..."i due soli"...le due guide per il popolo che non devono intralciarsi a vicenda.
    Sicuramente il libro III è il più importante in quanto narra tale scontro, ma sicuramente degno di riflessione è i ...continua

    Il sommo poeta ci da un quadro molto chiaro dello scontro tra papato e impero della sua epoca..."i due soli"...le due guide per il popolo che non devono intralciarsi a vicenda.
    Sicuramente il libro III è il più importante in quanto narra tale scontro, ma sicuramente degno di riflessione è il libro I in cui designa l'imperatore come responsabile del benessere e della giustizia della sua nazione (ideale che ho ricollegato alla concezione della virtù nel Principe di Macchiavelli)

    ha scritto il 

  • 4

    Un Dante diverso da quello cui tutti siamo abituati, cioè quello della Commedia. Sicuramente da non trascurare, per avere una visione più completa del grande autore e del tempo in cui ha vissuto.
    Certo, è una lettura un po' ostica da affrontare da soli a meno che non si abbiano buone basi l ...continua

    Un Dante diverso da quello cui tutti siamo abituati, cioè quello della Commedia. Sicuramente da non trascurare, per avere una visione più completa del grande autore e del tempo in cui ha vissuto.
    Certo, è una lettura un po' ostica da affrontare da soli a meno che non si abbiano buone basi letterario-giuridiche. Io l'ho letto all'università, non alla facoltà di lettere ma a quella di giurisprudenza: sì, il mio professore ha fatto di questo testo l'oggetto del corso di storia del pensiero giuridico moderno 2. La Monarchia è sicuramente anche un testo giuridico, lucida riflessione di un autore perfettamente calato nel suo tempo.

    ha scritto il 

  • 4

    Il trattato politico di Dante si rivela "poco digeribile" per i nostri moderni palati: è una dimostrazione a colpi di serrati sillogismi sulla bontà e sulla necessarietà della Monarchia, intesa come l'Impero, ovvero il principato superiore a tutti gli altri.
    E' scritto in un latino difficil ...continua

    Il trattato politico di Dante si rivela "poco digeribile" per i nostri moderni palati: è una dimostrazione a colpi di serrati sillogismi sulla bontà e sulla necessarietà della Monarchia, intesa come l'Impero, ovvero il principato superiore a tutti gli altri.
    E' scritto in un latino difficilmente masticabile, lontano dalla purezza e dalla simmetria del ciceronismo liceale, ma che tocca punte di grande retorica soprattutto nei prologhi dei tre libri che compongono il trattato. Per questo lo consiglio di leggere in una buona traduzione, come quella di Sanguineti -che, tra l'altro, è l'ultimo editore (molto criticabile) della Divina Commedia.

    ha scritto il