Mondo senza fine

Di

Editore: Mondadori (Omnibus)

4.1
(8466)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 1367 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Catalano , Tedesco , Francese , Svedese , Olandese , Portoghese , Ungherese

Isbn-10: 8804572493 | Isbn-13: 9788804572497 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Annamaria Biavasco , Paola Frezza Pavese , Stefania Bertola , Adriana Colombo , Roberta Scarabelli , Nicoletta Lamberti

Disponibile anche come: Altri , eBook

Genere: Arte, Architettura & Fotografia , Narrativa & Letteratura , Storia

Ti piace Mondo senza fine?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
È il 1327. Il giorno di Ognissanti, quattro bambini si allontanano di nascosto dal priorato di Kingsbridge mentre sono in corso i festeggiamenti. Il gruppo, composto da un piccolo genio, un bulletto, una ladruncola e una ragazzina dalle grandi ambizioni, assiste per caso nella foresta all'uccisione di due uomini. Da allora le vite di questi ragazzi saranno indissolubilmente legate tra loro e, una volta adulti, conosceranno amore, avidità, ambizione e vendetta. Vivranno momenti di prosperità e carestia, malattia e guerra. Dovranno fronteggiare la più terribile epidemia di tutti i tempi: la peste. Uno di loro viaggerà per il mondo per poi tornare a casa, un altro diventerà un nobiluomo potente e corrotto, una ragazza inseguirà l'amore impossibile e un'altra sfiderà il potere della Chiesa. Ma su ciascuno resterà l'ombra di quell'inspiegabile omicidio di cui sono stati testimoni in quel fatidico giorno della loro infanzia. Da quasi vent'anni il romanzo I Pilastri della terra continua ad appassionare milioni di lettori nel mondo, con un successo senza precedenti. Oggi Ken Follett ritorna al Medioevo ambientando Mondo senni fine due secoli dopo la costruzione della cattedrale gotica di Kingsbridge, sullo sfondo di un lento ma inesorabile mutamento - che rivoluzionerà le arti quanto le scienze - in cui ci si lascia alle spalle il buio e si cominciano a intravedere i primi bagliori di una nuova epoca. Mondo senza fine segna il grandioso ritorno di uno dei maestri della narrativa del nostro tempo.
Ordina per
  • 3

    Non c'è niente da fare: non amo Ken Follett. Ho letto questo libro perchè era l'unica cosa non paurosa o splatter che avessi sul Kondle (e non ce l'avevo messo io).
    Alla fine comunque lo leggi tutto p ...continua

    Non c'è niente da fare: non amo Ken Follett. Ho letto questo libro perchè era l'unica cosa non paurosa o splatter che avessi sul Kondle (e non ce l'avevo messo io).
    Alla fine comunque lo leggi tutto perché (e di questo ne rendo merito a Follett) vuoi vedere come va a finire.
    Ma mi stufano i personaggi (o troppo quadrati o pazzi furiosi), le atmosfere (cupe, con un'esagerata attenzione ai dettagli macabri e un po' schifosi), le trame (alla fine ruota tutto intorno a chi va a letto con chi e che non dovrebbe andarci), lo stile.
    Insomma, ok, una sufficienza risicata, troppo poco per un libro di 1000 pagine.

    ha scritto il 

  • 3

    Una storia senza fine

    Un incredibile intreccio di storie e di vite intrecciate e vissute duecento anni dopo il libro I pilastri della terra. Mondo senza fine regala colpi di scena ed intrighi firmati Ken Follett che però ...continua

    Un incredibile intreccio di storie e di vite intrecciate e vissute duecento anni dopo il libro I pilastri della terra. Mondo senza fine regala colpi di scena ed intrighi firmati Ken Follett che però non sono all'altezza del precedente libro secondo me, pur avendo inserito in questo libro vicende legate a moltissimi personaggi legati fra loro, che devono sempre a che fare con la tirannia del potere, ma questa volta anche con la peste che colpisce mezza Europa medievale. Da leggere se piace il genere.

    ha scritto il 

  • 3

    Frasi dal libro

    “Gwenda aveva otto anni, ma il buio non le faceva paura. Quando aprì gli occhi non vide nulla, però non fu questo a spaventarla. Sapeva di trovarsi al priorato di Kingsbridge, nel lungo edificio di pi ...continua

    “Gwenda aveva otto anni, ma il buio non le faceva paura. Quando aprì gli occhi non vide nulla, però non fu questo a spaventarla. Sapeva di trovarsi al priorato di Kingsbridge, nel lungo edificio di pietra chiamato ospitale, stesa a terra su un giaciglio di paglia.”

    https://frasiarzianti.wordpress.com/2017/02/26/mondo-senza-fine-ken-follett/

    ha scritto il 

  • 0

    Ho preferito di gran lunga Pilastri della terra, però non mi è dispiaciuto. A tratti si fa davvero intrigante, ma in alcuni punti ho avuto difficoltà a seguirlo.

    ha scritto il 

  • 5

    Stupendo! In tutto, dalla trama ai personaggi. Lettura veloce e poco impegnativa.
    Molti anni fa avevo letto "I pilastri della terra", che mi era piaciuto molto, e trovo "Mondo senza fine", a livello d ...continua

    Stupendo! In tutto, dalla trama ai personaggi. Lettura veloce e poco impegnativa.
    Molti anni fa avevo letto "I pilastri della terra", che mi era piaciuto molto, e trovo "Mondo senza fine", a livello di emozioni e sensazioni paragonabile al primo.
    Niente raffinatezze o scrittura rivoluzionaria, ma un semplice romanzo storico che non annoia mai e spesso si ha bisogno solo di questo.

    ha scritto il 

  • 0

    Una buona,ma non ottima,evoluzione

    Due secoli dopo,negli stessi luoghi, dei Pilastri della Terra,troviamo,in queste parole,un evoluzione del Medioevo conosciuto nel precedente sia sotto il profilo delle arti e delle scienze che del pen ...continua

    Due secoli dopo,negli stessi luoghi, dei Pilastri della Terra,troviamo,in queste parole,un evoluzione del Medioevo conosciuto nel precedente sia sotto il profilo delle arti e delle scienze che del pensare degli uomini.Narrazione molto fluida che tavolta spinge troppo sul piede dell' acceleratore( liquidando,con poche parole,avvenimenti e personaggi) forse per avere una colla di qualità di suspense.Soggettivamente troppe numerose le fermate sulla tematica del sesso.

    ha scritto il 

  • 2

    Prodotto perfettamente precostruito per piacere ai lettori che adorano sesso e conflitti vari. I fatti storici e le ricostruzioni son ben poche, non si scopre granché di nuovo. I "Pilastri" era una no ...continua

    Prodotto perfettamente precostruito per piacere ai lettori che adorano sesso e conflitti vari. I fatti storici e le ricostruzioni son ben poche, non si scopre granché di nuovo. I "Pilastri" era una novità, qui invece è tutto un po' banalizzato. La trama parte bene e poi si perde, almeno 400 pagine sono state scritte per allungare il brodo. Follett rimane comunque un furbacchione e riesce a tener incollato il lettore.

    ha scritto il 

  • 5

    Uno dei più bei libri che io abbia mai letto. Mi ha presa anche di più de I pilastri della terra. Ho trovato semplicemente perfetta la prima metà, poi secondo me dopo 600-700 pagine inizia a diventar ...continua

    Uno dei più bei libri che io abbia mai letto. Mi ha presa anche di più de I pilastri della terra. Ho trovato semplicemente perfetta la prima metà, poi secondo me dopo 600-700 pagine inizia a diventare ripetitivo. I protagonisti finiscono per ripetere le stesse azioni all'infinito e diventano prevedibili: sappiamo che quel personaggio mostrerà pietà in quella determinata occasione, l'altro crudeltà, uno sarà calcolatore e l'altro impulsivo. Ma comunque è tutto delineato in maniera talmente coerente e accattivante che è impossibile non sentirsi coinvolti e non vedere l'ora di leggere la pagina seguente.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per