Montgomery Clift. Vincitore e vinto

Di

Editore: Lindau

3.9
(24)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8871808088 | Isbn-13: 9788871808086 | Data di pubblicazione: 

Genere: Biografia , Famiglia, Sesso & Relazioni , Gay & Lesbo

Ti piace Montgomery Clift. Vincitore e vinto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    il difficile rapporto con una madre ingombrante, la propria omosessualità mai del tutto accettata, una sensibilità acuta e l'aura di personaggio bello e dannato sono alla base di un'esistenza travagli ...continua

    il difficile rapporto con una madre ingombrante, la propria omosessualità mai del tutto accettata, una sensibilità acuta e l'aura di personaggio bello e dannato sono alla base di un'esistenza travagliata e sofferta come quella della gran parte dei personaggi interpretati sullo schermo. la vita raccontata di uno dei divi di Hollywood più bravi e più infelicemente crepuscolari

    ha scritto il 

  • 4

    Per amanti delle biografie tragiche.

    E' la biografia di questo attore, scritta bene, ma specifica per gli amanti del genere.
    L'ho divorato, amo le storie dei personaggi famosi e maledetti!!!
    Se amate questo genere, va letto. ...continua

    E' la biografia di questo attore, scritta bene, ma specifica per gli amanti del genere.
    L'ho divorato, amo le storie dei personaggi famosi e maledetti!!!
    Se amate questo genere, va letto.

    ha scritto il 

  • 0

    La non accettazione che distrugge

    Michelangelo Capua, nel ricostruire la biografia dell'attore Montgomery Clift ha puntato decisamente sulla sfera privata, lasciando in secondo piano la carriera artistica.
    Recensito su Divismo.it:
    ht ...continua

    Michelangelo Capua, nel ricostruire la biografia dell'attore Montgomery Clift ha puntato decisamente sulla sfera privata, lasciando in secondo piano la carriera artistica.
    Recensito su Divismo.it:
    http://divismo.wordpress.com/2004/10/14/la-non-accettazione-che-distrugge/

    ha scritto il