Moon Palace

Voto medio di 1.423
| 123 contributi totali di cui 85 recensioni , 38 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Un moderno Tom Sawyer cerca la propria identità nella storia di tre generazioni di americani. Orfano, solo, Marco Stanley Fogg è un figlio degli anni '60 che decide di intraprendere un viaggio alla ricerca delle proprie origini a cominciare da un ... Continua
Ha scritto il 05/01/17
Il capolavoro del mio amico Paul Auster. Lo so, avrei dovuto sviluppare meglio il discorso, ma oggi sono indolente e pigra e lo so che la vita è troppo breve e non c'è più tempo per la vigliaccheria. Allora appena mi ridesterò da questo torpore, ..." Continua...
  • 5 mi piace
  • 3 commenti
Ha scritto il 19/11/16
È, in definitiva, la storia di tre uomini. Tre uomini brillanti, soli, doloranti, ciascuno a modo proprio. Ciascuno con la propria follia. Differenti tra loro eppure accomunati dalle vite avventurose, erratiche, dense di immani colpi di fortuna e ..." Continua...
Ha scritto il 21/03/16
Paul Auster scrive bene, fluido, gradevole. Ti può ammaliare. Però talora capita che ti fermi e ti chiedi: ma che razza di storia mi sta propinando? Si sa che Auster, oltre che per l'inventiva prorompente, si caratterizza per l'insistenza sul ..." Continua...
  • 9 mi piace
Ha scritto il 02/03/16
Il nostro passato , il nostro vissuto va cercato qualsiasi sia la nostra condizione!
Forse un po' contorto questo romanzo di Paul Auster. Certe volte durante la lettura si fa fatica a strgli dietro, devi quasi rileggere dei pezzi; alemo a me è capitato. Il personaggio mi è piaciuto parecchio, malgrado sia veramente a mio avviso, ..." Continua...
  • 2 mi piace
Ha scritto il 11/02/16
Auster: gran narratore
"Eraclito era risorto dal suo mucchio di merda per mostrarci la più semplice delle verità: la realtà è uno jo-jo, l'unica costante è il cambiamento." Lo zio Victor gli lascia in eredità una montagna di libri, contenuti in 76 scatoloni, ..." Continua...
  • 1 mi piace

Ha scritto il Nov 14, 2016, 13:24
Una reazione improvvisa, involontaria, un soprassalto di nausea. Erano opportunità, mi resi conto, con cui non volevo avere niente a che fare. Le respinsi dunque a una a una, con ostinazione, con spregio, sapendo benissimo che stavo distruggendo ... Continua...
Ha scritto il Mar 10, 2011, 14:05
the text was abominable, filled with all kinds of bureaucratic gibberish, but the more trouble it gave me, the more defiantly i stuck to the task, refusing to let go of it until some semblance of meaning began to shine through the clumsy, garbled ... Continua...
Pag. 90
Ha scritto il Jan 21, 2011, 14:30
He [Zimmer] had been in love with the same person for the past two or three years, a girl by the name of Anna Bloom or Blume, I was never sure of the spelling.
Pag. 88
Ha scritto il Jan 21, 2011, 14:30
Zimmer’s chief concern in life was writing poetry, and he spent long, hard hours at it, laboring over each word as if the fate of the world hung in the balance—which is surely the only sensible way to go about it. In many respects, Zimmer’s ... Continua...
Pag. 88
Ha scritto il Jan 21, 2011, 14:30
I remember pronouncing the words Indian summer over and over to myself, saying them so many times that they eventually lost their meaning. The sky above me was immense, a dazzling clarity that had no end to it. If I went on staring at it, I felt, I ... Continua...
Pag. 70

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi