Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Morality Play

By

Publisher: Penguin Books Ltd

3.9
(23)

Language:English | Number of Pages: 192 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian , Greek , German

Isbn-10: 0140175741 | Isbn-13: 9780140175745 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Audio Cassette , eBook

Category: Fiction & Literature , History , Mystery & Thrillers

Do you like Morality Play ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
It is the late fourteenth century, a dangerous time beset by war and plague. Nicholas Barber, a young and wayward cleric, stumbles across a group of travelling players and compounds his sins by joining them. Yet the town where they perform reveals another drama: a young woman is to be hanged for the murder of a twelve-year-old boy. What better way to increase their takings than to make a new play, to enact the murder of Thomas Wells? But as the actors rehearse, they discover that the truth about the boy's death has yet to be revealed.
Sorting by
  • 5

    bookshelves: autumn-2013, film-only, published-1992, medieval5c-16c, britain-england, play-dramatisation, mystery-thriller, lit-richer, historical-fiction, booker-longlist, bdsm
    Read on November 28, 2013


    Film is called The Reckoning. Blurb from IMDB: A priest on the lam takes up with a tra ...continue

    bookshelves: autumn-2013, film-only, published-1992, medieval5c-16c, britain-england, play-dramatisation, mystery-thriller, lit-richer, historical-fiction, booker-longlist, bdsm Read on November 28, 2013

    Film is called The Reckoning. Blurb from IMDB: A priest on the lam takes up with a traveling band of actors, who then discover a murder has occurred and try to solve it by recreating the crime in a play.

    The film alludes to the evolution of the theatre arts from what was strictly Biblical morality plays in the period to dramas based on real or non-Biblical fictional subjects.

    Paul Bettany ... Nicholas Marián Aguilera ... Nicholas' Lover Trevor Steedman ... Jealous Husband Simon McBurney ... Stephen Tom Hardy ... Straw Brian Cox ... Tobias Willem Dafoe ... Martin Gina McKee ... Sarah

    Fantastic, a mediaeval mystery up there with The Name of the Rose, My Name is Red and, if you muster all the Cadfaels together to count as one entrant, that too.

    5* Sacred Hunger 5* Morality Play 4* Stone Virgin 3* The Hide

    said on 

  • 3

    attori nei secoli bui

    un thriller con ambientazione storica medievale: supera ampiamente la sufficienza con interessanti riflessioni sul mestiere di attore e scegliendo come anti-eroe un ex-religioso che cerca di barcamenarsi in tempi oscuri....lo sviluppo della trama non è invece originalissimo e si capisce presto do ...continue

    un thriller con ambientazione storica medievale: supera ampiamente la sufficienza con interessanti riflessioni sul mestiere di attore e scegliendo come anti-eroe un ex-religioso che cerca di barcamenarsi in tempi oscuri....lo sviluppo della trama non è invece originalissimo e si capisce presto dove si nasconde il marcio...

    said on 

  • 3

    Dall'incontro di un prete in fuga con una compagnia di attori girovaghi prende il via questo giallo atipico, ambientato in un medio evo molto ben descritto, tra signorotti e povera gente, tra l'incubo sempre incombente della peste e i giochi di potere e le ingiustizie. In seguito al ritrovamento ...continue

    Dall'incontro di un prete in fuga con una compagnia di attori girovaghi prende il via questo giallo atipico, ambientato in un medio evo molto ben descritto, tra signorotti e povera gente, tra l'incubo sempre incombente della peste e i giochi di potere e le ingiustizie. In seguito al ritrovamento di un cadavere gli attori decidono di abbandonare le allegorie religiose per inscenare il delitto, ma per farlo scavano a fondo, pestando i piedi sbagliati. Avvincente e ben scritto, miscela bene azione e riflessioni etiche e filosofiche.

    said on 

  • 3

    recensione di Massenzio, A., L'Indice 1997, n. 7


    Cinque attori più un prete, un assassinio e un colpevole che non è quello vero, nell'Inghilterra del XIV secolo. Su questa semplice architettura si costruisce la storia di Nicholas, da lui stesso narrata in prima persona, per mostrare al ...continue

    recensione di Massenzio, A., L'Indice 1997, n. 7

    Cinque attori più un prete, un assassinio e un colpevole che non è quello vero, nell'Inghilterra del XIV secolo. Su questa semplice architettura si costruisce la storia di Nicholas, da lui stesso narrata in prima persona, per mostrare al pubblico dei lettori, come su un palcoscenico, la lotta tra Vizi e Virtù destinati a contendersi la sua anima di uomo di chiesa. Fuggito dalla dimora sicura in cui svolgeva un ufficio oltremodo noioso, egli si imbatte per caso nei commedianti e, per sopravvivere in un mondo di insidie, decide di unirsi a costoro, pur affamati e senza un soldo. La povertà, e un notevole spirito d'avventura, li inducono a improvvisare una recita molto diversa da quelle solite ispirate a soggetti biblici, che non attiravano più l'interesse del pubblico, e a rappresentare invece l'omicidio di un ragazzo trovato morto in una città pochi giorni prima del loro arrivo.
    La descrizione di questi spettacoli offre uno tra gli spunti più interessanti del libro, illustrando la tecnica di recitazione basata su una particolare mimica gestuale che corre lungo tutto il romanzo dando origine a una specie di codice, un linguaggio cifrato capace di ricreare sulla scena emozioni e significati. Il protagonista dissemina inoltre il racconto di considerazioni personali attraverso le quali commenta con arguta saggezza gli avvenimenti che sconvolgono la sua tranquilla esistenza fino a smascherarne la vocazione reale.
    La storia rivela presto un intreccio che si tinge di giallo, e proprio la recitazione dei sei attori innesca una serie di meccanismi che conducono alla soluzione della vicenda, svelando gli intrighi dei veri assassini. Tuttavia, il nodo centrale della narrazione sembra risiedere soprattutto nelle riflessioni sull'arte drammatica in cui sono implicate due mutazioni profonde, due paralleli passaggi dal "sacro" al "profano". La prima riguarda la vita del protagonista che abbandona l'abito talare per realizzare la sua identità nella professione di attore. L'altra invece coinvolge più in generale il teatro, o il nuovo modo di fare teatro, che si afferma con uno strepitoso successo di pubblico perché l'argomento della rappresentazione trae spunto dagli avvenimenti della vita reale, mettendo in luce, oltre alla strada del Bene e del Male, le verità nascoste, gli inganni dell'esistenza comune. Cosicché l'avventura di Nicholas punta a mostrare alla fine che se l'attore nasconde il suo volto con una maschera, è perché l'uomo possa imparare a svelarlo nella realtà.

    said on