Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

More Tales of the City

(Showtime Tie-In Edition)

By

Publisher: Harper Perennial

4.3
(222)

Language:English | Number of Pages: 352 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian , French , German , Spanish

Isbn-10: 0060929383 | Isbn-13: 9780060929381 | Publish date: 

Also available as: Audio Cassette , eBook

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Gay & Lesbian

Do you like More Tales of the City ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
"An extended love letter to a magical San Francisco."
--New York Times Book Review

The internationally beloved classic comes to life in a Showtime miniseries.

Few works of fiction have blazed a trail through popular culture like Armistead Maupin's Tales of the City series. Since its publication as a daily newspaper serial in 1976, Maupin's incisive comedy of manners has expanded into six bestselling novels, the first of which became a highly acclaimed television miniseries starring Oscar-winner Olympia Dukakis as the irrepressible Anna Madgrigal, doyenne of 28 Barbary Lane.

Now More Tales of the City is becoming a Showtime miniseries, once again starring Olympia Dukakis, Laura Linney, and Thomas Gibson, as well as exciting new cast members, including Swoosie Kurtz and Ed Asner. It will be broadcast in June 1998.

The tenants of 28 Barbary Lane have fled their cozy nest for adventures for afield. Mary Ann Singleton finds love at sea with a forgetful stranger, Mona Ramsey discovers her doppleganger in a desert whore-house, and Michael Tolliver bumps into a certain gynecologist in a seedy Mexican Bar. Meanwhile, their venerable landlady takes the biggest journey of all'without ever leaving home.

Sorting by
  • 3

    Questo romanzo fa parte di una serie degli anni Settanta (originariamente pubblicata a puntate, almeno per quanto riguarda i primi libri) scritta da Armistead Maupin. Si tratta di libri ambientati ...continue

    Questo romanzo fa parte di una serie degli anni Settanta (originariamente pubblicata a puntate, almeno per quanto riguarda i primi libri) scritta da Armistead Maupin. Si tratta di libri ambientati nella San Francisco dello stesso periodo, in cui l'azione ruota intorno agli abitanti del condominio al 28 di Barbary Lane, la cui proprietaria è l'eccentrica Mrs. Madrigal (coltivatrice di marijuana che tratta i suoi affittuari più come figli, e se pensate che questo sia eccentrico, aspettate di leggere il libro) e parzialmente anche dei proprietari/dipendenti della Halcyon Communications, un'agenzia pubblicitaria. Il modo in cui le vite di tutti personaggi sono intrecciate, e spesso si intrecciano ancora di più quasi per caso in una metropoli come San Francisco, mi fa venire in mente i telefilm come Melrose Place anche se l'atmosfera qui è completamente diversa.

    http://robertabookshelf.blogspot.it/2013/11/more-tales-of-city-di-armistead-maupin.html

    said on 

  • 5

    Consigliatissimo

    Romanzo ambientato nella San Francisco anni'70. L'autore descrive in maniera eccelsa la società e la cultura pop del tempo in pieno mutamento.

    said on 

  • 0

    una grande scuola sull'arte del raccontare con un incatenamento di personaggi da cui non ti stancheresti mai. Forse anche migliore del primo volume...

    said on 

  • 4

    Son tornata a trovare i vecchi amici a Barbary Lane

    Con il titolo ho detto già quasi tutto. Leggendo il secondo capitolo dei San Francisco tales si ha la sensazione di tornare a casa, da vecchi amici che si conoscono bene. In più non c'è il calo ...continue

    Con il titolo ho detto già quasi tutto. Leggendo il secondo capitolo dei San Francisco tales si ha la sensazione di tornare a casa, da vecchi amici che si conoscono bene. In più non c'è il calo di divertimento che di solito caratterizza i sequel: bene, speriamo continuino così. Quello che vorrei aggiungere è che per quanto succeda di tutto non ho mai avuto l'impressione che i racconti manchino di plausibilità. Non so se è perché sono così seventies i racconti, o perché lo sono io, ma la vita sentimental sessuale dei protagonisti mi sembra del tutto veritiera. Secondo me se si facessero leggere alle medie potremmo convincerci che non si tratta di nulla di datato, e che Gasparri e Giovanardi e la Binetti siano solo un brutto sogno

    said on 

  • 4

    La mia soap opera letteraria preferita

    Mona's law. That's what she calls it. She says you can have a hot job, a hot lover and a hot apartment, but you can't have all three at the same time

    said on 

  • 4

    Quando leggi Maupin...

    ...è come se i suoi personaggi girassero per casa tua.
    Lì in cucina o in salotto, rilassàti, che si fanno un caffè, che ti raccontano le loro storie.
    E non sono invadenti, anzi, semplicemente ti ...continue

    ...è come se i suoi personaggi girassero per casa tua.
    Lì in cucina o in salotto, rilassàti, che si fanno un caffè, che ti raccontano le loro storie.
    E non sono invadenti, anzi, semplicemente ti scaldano il cuore, ti fan sorridere, ti sorprendono.
    E non è poco eh.

    said on