Petra Delicado, ispettrice della polizia di Barcellona, e il suo vice, Fermín Garzón, non sono due investigatori per casi delicati. Non fingono ipotesi elaborate per risolvere le loro inchieste, che sembrano sgomitolarsi dal semplice all'aggrovigliat ...Continua
Alice.npdm
Ha scritto il 21/09/17
Petra è simpatica a prescindere, solidarizzo con lei senza nemmeno pensarci. Ma starle dietro per tutta questa indagine farraginosa in ambiente descritto come malsano di cui non potrebbe fregarmene di meno è più stancante e poco comprensibile dello s...Continua
  • 3 mi piace
Sondello
Ha scritto il 13/08/17
"Crede che le paturnie facciano parte del mio carattere?" "Temi di sì" "E io che credevo di essere una donna amabile ed equilibrata!" "Ma lo è. Diciamo che è equilibrata con paturnie intermittenti, pentimenti posteriori e qualche caduta nella depress...Continua
Memesss
Ha scritto il 02/04/17
a tratti malinconico

Ho un debole per questa autrice. Il solo difetto dei romanzi e' darsi del "lei" . Poi se uno cerca e vuole più sangue,parolacce e volgarità bisogna andare negli U.S.A. Per me cinque stelle.

Incipitmania
Ha scritto il 30/03/16
Incipit

Quella mattina ero malinconica.....

http://www.incipitmania.com/incipit-per-titolo/m/morti-di-carta-alicia-gimenez-bartlett-incipit/

B Lilly
Ha scritto il 09/08/15
Petra e Fermin: coppia irresistibile

Bella storia. Ma come al solito senza Petra e Fermin perderebbe molto.


Leylā
Ha scritto il Jan 22, 2008, 21:53
Non cedere alla tentazione di assumerti tutta la copla. è quasi altrettanto sbagliato che scaricarla tutta sull'altro.
Pag. 249
Leylā
Ha scritto il Jan 22, 2008, 21:51
è incredibile la vanità degli uomini, e così facile da soddisfare. Puoi esagerare quanto vuoi, lusingarli in modo infantile, sfiorare l'inverosimile. Loro accettano tutto senza battere ciglio, niente gli pare eccessivo, accolgono beati qualunque comp...Continua
Pag. 246
Leylā
Ha scritto il Jan 22, 2008, 21:49
Se non esistesse il mal d'amore, l'umanità sarebbe una razza onnipotente.
Pag. 78
Leylā
Ha scritto il Jan 22, 2008, 21:45
Io mi trascinavo dietro il mio carico di ricordi, contraddizioni, errori e frustrazioni. Non c'era da stupirsi che dovessi tirare con forza. Una forza che sottraevo a tutto il resto. Per non parlare del futuro, che mi si presentava come un orizzonte...Continua
Pag. 38

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi