Morti senza nome

Voto medio di 238
| 53 contributi totali di cui 49 recensioni , 4 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Da molti anni direttrice del Laboratorio di antropologia e odontologia forensedell'Università di Milano, Cristina Cattaneo non si è ancora abituata allamorte. Però la conosce molto bene: con il suo team, da un corpo senza identit ...Continua
Chiara White
Ha scritto il 01/02/18
Cristina Cattaneo non è una scrittrice, è una vera anatomopatologa e qui stanno tutti I limiti di questo libro: si sente che lei è abituata a scrivere relazioni, pareri, ma questo non è sufficiente per mantenere viva l'attenzione e costruire una vera...Continua
Mauraccia
Ha scritto il 14/12/17
null
Anch'io dalla presentazione avevo dedotto fosse un libro sulle storie di cadaveri inizialmente sconosciuti, poi identificati. Al contrario, i morti restano spesso senza nome, oppure si tratta di confermarne l'identità già supposta. In parte molto tec...Continua
Nadia Lusoli
Ha scritto il 19/07/17
mi aspettavo qualcosa di diverso.mi aspettavo storie di cadaveri a cui venisse dato un nome. invece il libro si concentra maggiormente sulle tecniche utilizzate per analizzare i resti rinvenuti.interessante ma a volte trapela un po' la spocchia dell'...Continua
Chiara Melli
Ha scritto il 25/01/17
Libro pieno di umanità, informazioni scientifiche e storie di vita. Ovviamente per gli argomenti trattati necessita di un po' di "stomaco", ma le riflessioni profondamente umane della Cattaneo stemperano in parte l'argomento macabro. Oltre al racc...Continua
zombie49
Ha scritto il 03/01/16
Quello che Kathy Reichs non dice
In questo libro Cristina Cattaneo, direttrice del laboratorio di Antropologia Forense a Milano e collaboratrice per l’Italia di Kathy Reichs, descrive casi che ha esaminato nel corso della sua carriera. Il suo compito è identificare cadaveri decompos...Continua

RITZ
Ha scritto il Mar 28, 2011, 19:00
Non c'é nulla che potremo mai fare per sanare le tristi emozioni di chi non c'è più, ma restituire loro un'identità, seppur generica, dare ai loro resti una dignità, occuparci delle loro spoglie e, attraverso queste, farci raccontare la loro storia i...Continua
Pag. 199
RITZ
Ha scritto il Mar 28, 2011, 17:44
Le nostre capacità, che ci hanno portato a grandi conquiste, ci hanno dotato anche di un grande egoismo e di una grande crudeltà.
Pag. 71
RITZ
Ha scritto il Mar 28, 2011, 17:43
Il volto non aveva più nessuna espressione, né di serenità né di sofferenza , perché era tutto finito, il bello e il brutto.
Pag. 21
RITZ
Ha scritto il Mar 28, 2011, 17:43
La nostra identità è quanto di più caro abbiamo.
Pag. 5

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi