Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Morti senza tomba - Le mani sporche

Quaderni della medusa

By Jean-Paul Sartre

(5)

| Mass Market Paperback

Like Morti senza tomba - Le mani sporche ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

17 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Due drammi teatrali esistenziali di ottimo livello.

    Is this helpful?

    JPaul79 said on Apr 26, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Morti senza tomba
    Potente, profondo, poetico e necessario.
    Cinque stelle

    Is this helpful?

    Nick Dembo said on Sep 12, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    in medio stat... homunculum

    "teatro in situazione" così fu la definizione dello stesso autore, quando componeva verso la fine della guerra e oltre le sue pièces morali...
    tortura, tradimento, obbligo o negazione, umanità e disumanità, i grandi temi della civiltà contemporanea ...(continue)

    "teatro in situazione" così fu la definizione dello stesso autore, quando componeva verso la fine della guerra e oltre le sue pièces morali...
    tortura, tradimento, obbligo o negazione, umanità e disumanità, i grandi temi della civiltà contemporanea messi sotto la luce d'ingradimento di un pensatore imprescidibile e affascinante

    Is this helpful?

    Acetico Glaciale said on Dec 26, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    I due drammi proposti da Sartre sono ambientati durante l'ultima guerra.
    Su "Morti senza tomba" non ho nulla da dire. Ne "le mani sporche", dramma principale dei due, Sarte contrappone la figura del giovane di buone origini Hugo, che cerca nel parti ...(continue)

    I due drammi proposti da Sartre sono ambientati durante l'ultima guerra.
    Su "Morti senza tomba" non ho nulla da dire. Ne "le mani sporche", dramma principale dei due, Sarte contrappone la figura del giovane di buone origini Hugo, che cerca nel partito di fuggire alla vergogna per la propria classe sociale a Hoederer che cerca un'apertura del partito/collaborazione con altri soggetti politici. Alla fine la figura di Hugo, che sembra visibilmente immatura e ingenua, si riscatta di molto. Ma il parallelo è tra Sartre e Hoederer e quindi quest'ultimo è il personaggio in cui il pubblico si deve riconoscere. L'imbroglio sull'interpretazione è spiegato nell'intervista finale a Sarte.
    Sicuramente l'autore conosce meglio di chiunque come va interpretata l'opera che ha scritto però non sono sicuro di aver letto quest'ultima opera con la chiave di lettura scelta da Sartre.
    Belle alcune scene in entrambi i casi e interessanti i personaggi, nonostante la traduzione sia spesso obsoleta

    Is this helpful?

    Riccardo Brazzo said on Jul 3, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    11/10 le condizioni personali dei protagonisti dei due pezzi ,ambientati l'uno in francia al tempo dell'occupazione tedesca,l'altro in un non identificato paese balcanico,trascendono comunque la contingenza storica. le tematiche che riguardano i per ...(continue)

    11/10 le condizioni personali dei protagonisti dei due pezzi ,ambientati l'uno in francia al tempo dell'occupazione tedesca,l'altro in un non identificato paese balcanico,trascendono comunque la contingenza storica. le tematiche che riguardano i personaggi sono sempre attuali.

    Is this helpful?

    Vra48 said on Nov 13, 2010 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Mai le varie anime del comunismo furono descritte in modo così efficace come in Le mani sproche, uno dei capolavori teatrali di Sartre. Da una parte Hugo, l'idealista, che a conti fatti è lontano anni luce da quel proletariato che dovrebbe difendere. ...(continue)

    Mai le varie anime del comunismo furono descritte in modo così efficace come in Le mani sproche, uno dei capolavori teatrali di Sartre. Da una parte Hugo, l'idealista, che a conti fatti è lontano anni luce da quel proletariato che dovrebbe difendere. Come non vedere in lui il classico figlio di papà affiliato al comunismo solo per desiderio di ribellione? E dall'altra il cinico Hoederer, spietato nel suo pragmatismo, ma per cui in fondo è difficile non simpatizzare almeno in parte, perchè anche se con metodi non convenzionali vuole davvero realizzare l'egualitasmo comunista. Grandi personaggi e grandi dialoghi, come sempre in Sartre. Altra piccola perla è Morti senza tomba, un ritratto angosciante e claustrofobico dell'esperienza di prigionieri di guerra.

    Is this helpful?

    Matteo Pascal said on Mar 27, 2010 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (5)
    • 5 stars
    • 4 stars
  • Mass Market Paperback
  • ISBN-10: A000144371
  • Publisher: Arnoldo Mondadori
  • Publish date: 1949-05-01
  • Also available as: Others
Improve_data of this book