Mosca-­Petuški

e altre opere

Voto medio di 79
| 26 contributi totali di cui 14 recensioni , 12 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Una raccolta sistematica, condotta sui manoscritti originali, della gran parte delle opere di Venedíkt Eroféev. "Mosca-Petuskì" è l'opera più celebre di Eroféev, un vero bestseller clandestino, stampata in russo in Israele nel 1973, tradotta ... Continua
Ha scritto il 12/03/16
Mosca-Petski
Lo trovo un libro veramente mediocre...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 01/07/15
Ma...
Potenzialmente gli ingredienti c'erano tutti, ma qualcosa rovina il risultato finale. A mio parere, semplicemente, l'autore non è dotato di sufficiente talento e il libro scorre un po' grigetto. Bevi, ok, sei fuori, d'accordo, ma "la voce ..." Continua...
Ha scritto il 02/10/14
E' nato prima l'alcool o la sofferenza socio-esistenziale?
Genio e sregolatezza. Genio (??) e sregolatezza. Genio (russo) e sregolatezza (russa).
  • 2 mi piace
Ha scritto il 18/04/14
Lo scambio con due Baricco[questa riga vige solo per chi risiede adessomomentaneamente in Olanda][E ha 35 anni e insegna inglese e ascolta i diaframma][e ha un amico amicissimo che in Sant'Isaia dellevolte ci va da solo perché lei si ferma in un ..." Continua...
Ha scritto il 30/06/11
Il solo Mosca-Petuski merita cinque stelle, ma "le altre opere" fanno abbassare di un peletto la valutazione. Più che altro perché accanto a Mosca-Petuski stesso fanno scarsa figura...La smorfia di Gogol' rivive in lui, aveva ragione chi me l'ha ..." Continua...
  • 4 mi piace

Ha scritto il Jun 02, 2013, 09:07
Giorni fa soffrivo d'insonnia: in tali casi è consigliabile dedicarsi alla conta di qualcosa o spararsi una raffica di poesie a memoria. Io mi sono dedicato all'una e all'altra attività, ed ecco cosa ne è saltato fuori: so, parola per parola, ... Continua...
Pag. 207
Ha scritto il Jun 02, 2013, 08:16
Mentre Rozanov ha detto che avrebbe staccato a morsi la testa a Bonaparte se l'avesse incontrato da qualche parte. Ebbene, come può essere l'alito di un uomo che, seppur nella mente, aveva staccato a morsi la capoccia a Bonaparte?...Egli non era ... Continua...
Pag. 196
Ha scritto il May 31, 2013, 13:05
Che altro mi restava da fare se non gironzolare per Parigi? Così m'incammino verso Notre-Dame, e mentre cammino non faccio che meravigliarmi: intorno non ci sono che bordelli e bordelli. Solo la torre Eiffel se ne sta bella dritta, e su di essa ... Continua...
Pag. 107
Ha scritto il May 31, 2013, 13:02
A farla breve, presi in affitto quello su cui ci si può stravaccare per scrivere e fumare la pipa. Mi fumai dodici pipe e inviai alla “Revue de Paris” un mio saggio dal titolo in francese Chic e splendore immer elegant. Un saggio sulle ... Continua...
Pag. 108
Ha scritto il May 31, 2013, 12:02
C'eravamo tutti inciuccati a tal punto e i fumi dell'alcol erano ormai così densi che non rimaneva più un briciolo di spazio per l'incredulità.
Pag. 104
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi