Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Mosca-­Petuški

e altre opere

Di

Editore: Feltrinelli (Le comete)

4.3
(68)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 343 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8807530090 | Isbn-13: 9788807530098 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Curatore: Gario Zappi

Genere: Biography , Fiction & Literature , Political

Ti piace Mosca-­Petuški?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Una raccolta sistematica, condotta sui manoscritti originali, della gran parte delle opere di Venedíkt Eroféev. "Mosca-Petuskì" è l'opera più celebre di Eroféev, un vero bestseller clandestino, stampata in russo in Israele nel 1973, tradotta nel 1977 in Italia col titolo "Mosca sulla vodka". "Vasilij Rozanov visto da un eccentrico" è un saggio acuto e satirico su Rozanov, autore celebre negli ambienti decadenti russi per un commento sul pensiero di Dostoevskij. C'è poi il brevissimo testo "Sasa Cernyi e altri" sui poeti noti e poco noti del cosiddetto "secolo d'argento" della cultura russa. Concludono la raccolta "La notte di Valpurga", una tragedia in cinque atti, e "La mia piccola leniniana", un'opera condotta sulle citazioni di Lenin.
Ordina per
  • 0

    Lo scambio con due Baricco
    [questa riga vige solo per chi risiede adesso


    momentaneamente in Olanda]
    [E ha 35 anni e insegna inglese e ascolta i diaframma]


    [e ha un amico amicissimo che in Sant'Isaia delle
    volte ci va da solo perché lei si ferma in un negozio


    di dolci]
    [e poi ...continua

    Lo scambio con due Baricco [questa riga vige solo per chi risiede adesso

    momentaneamente in Olanda] [E ha 35 anni e insegna inglese e ascolta i diaframma]

    [e ha un amico amicissimo che in Sant'Isaia delle volte ci va da solo perché lei si ferma in un negozio

    di dolci] [e poi si fa pagare una piadina in via goito

    e una birra di casalecchio che è l'oro del reno]

    ha scritto il 

  • 4

    "M'avrebbe detto ancora qualcosa il Signore, oppure no? Il Signore taceva. Va be'. Ho preso un quartino di vodka e sono uscito sulla piattaforma".
    ***
    "Lì ogni venerdì, alle undici in punto, m'accoglie sulla banchina della stazione la ragazza dagli occhi bianchi, d'un bianco che si stempera nel b ...continua

    "M'avrebbe detto ancora qualcosa il Signore, oppure no? Il Signore taceva. Va be'. Ho preso un quartino di vodka e sono uscito sulla piattaforma". *** "Lì ogni venerdì, alle undici in punto, m'accoglie sulla banchina della stazione la ragazza dagli occhi bianchi, d'un bianco che si stempera nel biancastro, l'amatissima tra le sgualdrine, la diavolessa dai capelli color stoppa".

    ha scritto il 

  • 4

    Il solo Mosca-Petuski merita cinque stelle, ma "le altre opere" fanno abbassare di un peletto la valutazione. Più che altro perché accanto a Mosca-Petuski stesso fanno scarsa figura...
    La smorfia di Gogol' rivive in lui, aveva ragione chi me l'ha detto (e non ricordo chi sia stato, ma credo citas ...continua

    Il solo Mosca-Petuski merita cinque stelle, ma "le altre opere" fanno abbassare di un peletto la valutazione. Più che altro perché accanto a Mosca-Petuski stesso fanno scarsa figura... La smorfia di Gogol' rivive in lui, aveva ragione chi me l'ha detto (e non ricordo chi sia stato, ma credo citasse a sua volta Bachtin)

    ha scritto il 

  • 4

    ho dovuto rileggerlo per capire bene l'andamento di questa opera incredibile, dove vengono descritti accuratamente i "cocktail", che in alcuni casi conducevano alla morte, che i sovietici avevano il coraggio di ingurgitarsi. Lo stato alcolico non preclude analisi di questo tipo: ", infami! Hanno ...continua

    ho dovuto rileggerlo per capire bene l'andamento di questa opera incredibile, dove vengono descritti accuratamente i "cocktail", che in alcuni casi conducevano alla morte, che i sovietici avevano il coraggio di ingurgitarsi. Lo stato alcolico non preclude analisi di questo tipo: ", infami! Hanno ridotto la mia terra nel peggiore inferno di merda e obbligano a nascondere le lacrime davanti alla gente e ad esibire il riso!"

    ha scritto il 

  • 5

    Un grande capolavoro della letteratura russa. Erof'eev ci trasporta nel turbine del suo delirio alcolico, mischiando scene di vita vissuta a visioni. Un libro di un'erudizione straordinaria con riferimenti a 360° a tutta la storia della letteratura mondiale. Se Dostoevskji descrive l'uomo russo d ...continua

    Un grande capolavoro della letteratura russa. Erof'eev ci trasporta nel turbine del suo delirio alcolico, mischiando scene di vita vissuta a visioni. Un libro di un'erudizione straordinaria con riferimenti a 360° a tutta la storia della letteratura mondiale. Se Dostoevskji descrive l'uomo russo dell'ottovento, Erof'eev compie, forse inconsapevolmente, la stessa operazione sull'uomo sovietico del novecento.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Sul trenino sovietico che da Mosca va a Petuski, e ritorno

    "In Russia si parla il russo e si beve di più (V. Erofeev)".

    In preda al delirio alcolico, (forse) il treno che va da Mosca alla città di Petuski (o al contrario) affonda stazione dopo stazione in un oceano di vodka (mischiata a acqua di toilette, smalto per unghie, insetticida).
    Tutt ...continua

    "In Russia si parla il russo e si beve di più (V. Erofeev)".

    In preda al delirio alcolico, (forse) il treno che va da Mosca alla città di Petuski (o al contrario) affonda stazione dopo stazione in un oceano di vodka (mischiata a acqua di toilette, smalto per unghie, insetticida).
    Tutti sbronzi. Ognuno biascica la propria storia aggrappato alla bottiglia, elemosinando un goccio. Su tutti vaneggia lui, Venicka, buffone, poeta, sublime, martire designato, vagabondo oppositore. Esule.
    E poi irrompe ancora il sonno che porta visioni e sogni folli di rivoluzione.
    Poi il risveglio e i continui segni del martirio che sarà.

    ha scritto il 

Ordina per