Mosca-Petuškì

Poema ferroviario

Voto medio di 225
| 94 contributi totali di cui 45 recensioni , 44 citazioni , 0 immagini , 0 note , 5 video
Uscito dalla stazione Savelskaja avevo bevuto per cominciare un bicchiere di vodka del Bisonte perché so per esperienza che, come decotto mattutino, il genere umano non ha ancora inventato niente di meglio.Questo romanzo, che Erofeev chiamava
Ha scritto il 09/11/17
Genio e sregolatezza
Un libro che diverte molto e disturba abbastanza, esattamente come trovarsi in presenza di un ubriaco. Eccellente la resa della traduzione di Paolo Nori.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 19/08/17
"…' Be', che racconti, questo piagnisteo di un Mitrič. Bisogna rispettare, torno a ripeterlo, le tenebre dell'anima altrui, bisogna guardarci dentro, anche se dentro non c'è niente, anche se c'è solo immondizia; è lo stesso: guarda e rispetta, ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 07/08/17
Letto tutto d'un fiato, o meglio: bevuto in quattro sorsi. Questo libro mi ha riconciliato con i veri valori spirituali (alcoolici) della vita. Un viaggio nell'ebrezza che è anche un viaggio nella tragica condizione umana. Bellissimo!
  • 5 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 04/04/17
La forza di opere del genere sta nella loro clandestinità: fu pubblicato in Unione Sovietica quando ancora la censura ne avrebbe osteggiato la diffusione e molto del suo valore sta nella ribellione al controllo dello stato, trovo sempre bello ...Continua
Ha scritto il 21/12/16
Poema epico-alcolico che si svolge tutto su un treno, fra la stazione di Mosca e quella di Petuski. Completamente sbronzo, ma sbronzo duro, Erofeev si lancia in deliri, amicizie tanto estemporanee quanto interessanti, rievocazioni di un amore ...Continua
  • 5 mi piace
  • 2 commenti

Ha scritto il May 06, 2017, 16:31
E se un giorno morirò - e sarà molto presto, lo so - morirò senza aver accettato questo mondo, avendolo compreso da vicino e da lontano, da fuori e da dentro, ma senza averlo accettato; morirò e Lui mi chiederà: "Sei stato bene laggiù, ...Continua
Ha scritto il Mar 25, 2015, 00:58
Tutto, al mondo, deve succedere lentamente e erroneamenteperché l'uomo non possa inorgoglirsi, perché sia sempre triste e smarrito.
Pag. 31
Ha scritto il Jul 31, 2014, 07:27
Non era Petuski quella, no! Il Cremlino scintillava davanti a me in tutta la sua magnificienza. Benchè già mi sentissi dietro i passi dei quattro che mi inseguivano, feci tuttavia in tempo a pensare: " Io che ho percorso Mosca in lungo e in largo, ...Continua
Pag. 178
Ha scritto il Jul 30, 2014, 16:03
Nel trambusto e nello slancio tutti avevamo dimenticato, che la Norvegia è già da vent'anni nella NATO e Vladic C-skij già correva all'ufficio postale di Lorionovo con un fascio di cartoline e di lettere. Una letteras era diretta al re di ...Continua
Pag. 152
Ha scritto il Jul 30, 2014, 15:49
Con gli stendardi in pugno uscimmo in due colonne: una verso Elisejkovo e l'altra verso Tartino. E marciammo senza trovare ostacoli fino al tramonto: non vi furono caduti ne da una parte ne dall'altra, una sola persona presa prigioniera: l'ex ...Continua
Pag. 131

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

Ha scritto il Jul 24, 2015, 15:50
Melache Meluche
Autore: Chava Alberstein
Ha scritto il Jul 24, 2015, 15:45
documento
Autore: rendarte piaz
Ha scritto il May 29, 2015, 07:34
"La bruttezza è la bellezza che non può essere contenuta all'interno dell'anima"
Autore: Venedikt Erofeer
  • 1 mi piace
Ha scritto il May 29, 2015, 07:31
Mosca Valza
Autore: Vinicio Capossela
Ha scritto il May 29, 2015, 07:21
Non so non so
Autore:
  • 1 mi piace

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi