Mucchio d'ossa

Di

Editore: Mondadori (I Miti)

3.7
(3754)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 608 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi semplificata , Spagnolo , Francese , Chi tradizionale , Olandese , Tedesco , Giapponese , Turco , Russo , Polacco , Ceco , Ungherese , Croato , Portoghese , Svedese , Indonesiano , Rumeno

Isbn-10: 880450806X | Isbn-13: 9788804508069 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Tullio Dobner

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico

Genere: Narrativa & Letteratura , Horror , Mistero & Gialli

Ti piace Mucchio d'ossa?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    W il Re

    Mike è uno scrittore di successo, un giorno sua moglie muore, un malore fatale e inaspettato se la porta via. Da quel giorno Mike non sarà più lo stesso, verrà colpito duramente da quel brutto male c ...continua

    Mike è uno scrittore di successo, un giorno sua moglie muore, un malore fatale e inaspettato se la porta via. Da quel giorno Mike non sarà più lo stesso, verrà colpito duramente da quel brutto male che è il blocco dello scrittore; il dolore della perdita aprirà in lui dei nuovi sbocchi cognitivi: vedrà le cose del passato e del presente con occhi nuovi e sotto punti di vista inediti. L'amore per la moglie mai considerato così essenziale alla sua esistenza esigerà in lui una cura drammatica: ripercorrere, tra incubi e fantasmi, tra realtà e sogno il suo passato e gli ultimi attimi di vita della donna che ha amato e per farlo, dovrà andare nella baita al lago dove essi hanno vissuto gli ultimi momenti felici di vita assieme, e dove sente che troverà delle risposte.
    Sarà proprio alla Sara Laught, la baita al lago, che si materializzeranno gli incubi che non daranno solo a lui le risposte per riprendere a vivere, ma chiuderanno un caso mai risolto e impunito di più di un secolo addietro. Il solito King quindi, quello del: "ma dove vuole andare a parare", quello della realtà e dei sogni che si confondono compendiandosi l'un l'altro, quello dei morti ammazzati, quello degli scricchiolii terrorizzanti, quello che non servono mostri per impaurirci, quello che il terrore più grande è dentro l'animo degli uomini. Dopo un po' di tempo si scopre che le letture di King non lasciano poi molto, però lui è un furbacchione, sa come farsi leggere bene e cosa la gente vuole leggere, e tanto basta. King è commerciale, indubbiamente, ma mai banale, è una di quelle cose di cui non si sa l’utilità, come l’aperitivo che una volta scoperto non si riesce più a farne a meno.

    ha scritto il 

  • 5

    Immagina...

    Immagina di vivere una vita tranquilla nella quale, all'improvviso, succede qualcosa. Così è anche questo libro: inizialmente la lettura è tranquilla ma, senza accorgersene, si entra in un mondo oscur ...continua

    Immagina di vivere una vita tranquilla nella quale, all'improvviso, succede qualcosa. Così è anche questo libro: inizialmente la lettura è tranquilla ma, senza accorgersene, si entra in un mondo oscuro che diventa talmente intenso da avere effetti sulla realtà...

    ha scritto il 

  • 4

    Mucchio d'ossa

    Stephen King non delude mai. Amo leggere i suoi libri, provare un brivido che scorre lungo la schiena ogni volta che mi ritrovo immersa nelle sue storie. L'ambientazione ha quel tocco misterioso e aff ...continua

    Stephen King non delude mai. Amo leggere i suoi libri, provare un brivido che scorre lungo la schiena ogni volta che mi ritrovo immersa nelle sue storie. L'ambientazione ha quel tocco misterioso e affascinante. Il personaggio Mike l'ho amato fin dall'inizio, forse perché uno scrittore, affine ai miei amati libri, per l'acuta attenzione nei dettagli che aveva nel trovare gli indizi. Una storia tra il romantico e il soprannaturale. Davvero bello e merita di essere letto!

    ha scritto il 

  • 2

    Soporífero. Este hombre se enrolla como las persianas, mas de 150 páginas y no pasa nada. He tenido que hacer lectura rápida rápida y pasar muuchas páginas. Que decepción! Con lo que tú eras Stephen!! ...continua

    Soporífero. Este hombre se enrolla como las persianas, mas de 150 páginas y no pasa nada. He tenido que hacer lectura rápida rápida y pasar muuchas páginas. Que decepción! Con lo que tú eras Stephen!!!

    ha scritto il 

  • 0

    Non provo neanche più a dare un giudizio sui libri di King. Semplicemente mi rendo conto che mi piace immergermi nell'atmosfera della provincia e delle dinamiche relazionali che descrive.

    ha scritto il 

  • 3

    Mike Noonan - quarant'anni, autore di best-seller - è un privilegiato: un discreto successo, un buon conto in banca, la consapevolezza di sentirsi arrivato; tutte cose che ovviamente non hanno alcun s ...continua

    Mike Noonan - quarant'anni, autore di best-seller - è un privilegiato: un discreto successo, un buon conto in banca, la consapevolezza di sentirsi arrivato; tutte cose che ovviamente non hanno alcun senso se l'unica persona a cui tieni un giorno esce di casa e non ritorna più, folgorata per strada dalla morte.
    Quattro anni dopo è uno scrittore finito, afflitto da un'esistenza vuota. È alla resa dei conti ma è anche angosciato dalla sensazione che "qualcos'altro", oltre a lui, non sappia rassegnarsi all'ineluttabile di un'esistenza troncata, qualcosa che si fa strada nella sua mente insinuando dubbi tormentosi, procurando incubi che travalicano i limiti del reale...
    Una storia di fantasmi con un pizzico di horror in tipico stile Stephen King,
    A differenza di altri romanzi simil genere di King, però, Mucchio d'ossa non annoia minimamente pur avendo dei tempi morti che potevano essere evitati in quanto non regalano nulla di più alla trama.
    Un mistero da risolvere, inoltre, da quel pizzico di curiosità in più alla storia che si fa leggere tranquillamente fino alla fine e regalando qualche colpo di scena inatteso. Il finale sopratutto, è davvero ben riuscito.

    ha scritto il 

  • 2

    Alla ricerca del Re

    Continuo a cercare il libro di King che prima o poi mi darà una risposta al perché è cosi letto e cosi amato. Ho letto ancora poco a dire il vero ma sono sicuro che se persevero troverò la chiave di v ...continua

    Continuo a cercare il libro di King che prima o poi mi darà una risposta al perché è cosi letto e cosi amato. Ho letto ancora poco a dire il vero ma sono sicuro che se persevero troverò la chiave di volta che mi svelerà l'arcano.
    Parlando di questo libro, che dire, una storia poco interessante (se pensi alla fama del re del brivido) per più di tre quarti di libro e un po di "agitazione" alla fine.
    No, ancora non ho trovato e continuerò a provare

    ha scritto il 

  • 2

    Perplessa

    Non riesco a dare una stellina sola perchè King ce l'ho nel cuore, ma credo che, come due amanti ai quali dopo tanto amore inizia a mancare la passione, ci prenderemo una lunga pausa..

    ha scritto il 

  • 5

    Grazie

    Ci sono libri che vanno letti, costi quel che costi. Libri che sono stati persi, libri andati persi, libri perduti, libri mai restituiti, libri mai cercati, libri mai trovati, libri mai saputi, libri ...continua

    Ci sono libri che vanno letti, costi quel che costi. Libri che sono stati persi, libri andati persi, libri perduti, libri mai restituiti, libri mai cercati, libri mai trovati, libri mai saputi, libri arrivati o a cui si arriva. A questo sono arrivata, solo ora, nonostante il mio amore per il Re. L'ho cercato, l'ho ordinato, l'ho affrontato e mi ha aiutato, ad attraversare la tempesta. Non cercavo conforto e non l'ho trovato. Alla morte non esiste conforto, alla morte non esiste consolazione. La morte prende, e basta. Questo libro ridà qualcosa, forse solo un mucchio d'ossa, ma carico d'anima, con tutto il suo strazio, passo dopo passo, e la sua sete insaziabile di gioia, anche nell'abisso più nero.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per