Murata viva

Prigioniera della legge degli uomini

di | Editore: Piemme
Voto medio di 447
| 59 contributi totali di cui 57 recensioni , 2 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
E mezzanotte. Leila, giovane marocchina cresciuta in Francia, sta dormendo della piccola stanza che condivide insieme ai fratelli, quando la madre la sveglia. Le ordina di mettersi il suo vestito più bello e di preparare il tè per l'uomo seduto ... Continua
Ha scritto il 05/01/17
Ritratto di una vita quotidiana assurda
Il libro si presenta scritto bene e naturale, riesce efficacemente a trasmettere la sensazione di angoscia profonda che prova la scrittrice la quale é costretta a mantenere l'anonimato pur di riuscire a raccontare la sua storia. Botte,sotterfugi, ..." Continua...
Ha scritto il 24/09/16
"Accanto a me c'è mio padre. Non è bigotto, non è fanatico, non è cattivo. È un uomo rispettabile e rispettato. Mi picchia se non obbedisco ai suoi ordini, mi ha addestrata all'obbedienza e alla sottomissione. Mi ha riempita di pugni per ..." Continua...
Ha scritto il 22/08/16
mi è piaciuto tantissimo. divorato in 2 giorni
Ha scritto il 29/10/15
Banale storia familiare
Leila è una ragazza di origine marocchina, nata e residente in Francia. La sua è una famiglia tradizionalista: la parola di suo padre è legge, la madre è succube volontaria. Lei ha però un carattere ribelle e aggressivo: x indispettirlo gli ..." Continua...
Ha scritto il 07/08/15
bello!
Libro molto bello! una storia tragica è vera! appassiona! trascina il lettore come in un vortice, unica pecca libro troppo breve!!! avrei preferito un pò di pagine in più! giudizio generale buono!

Ha scritto il Dec 24, 2014, 17:26
I genitori sanno di avere un assoluto potere su noi figlie. La famiglia è la nostra sicurezza in un mondo che non abbiamo imparato a dominare, perchè fin dall'infanzia, ce ne hanno impedito l'accesso.
Pag. 224
Ha scritto il Mar 11, 2008, 13:10
I nostri nemici, i nostri carcerieri, oltre ai genitori, sono i fratelli, i cugini, gli zii, le zie, le suocere... Non siamo trattate neppure come oggetti. Un oggetto si rispetta, una donna no.
Pag. 50

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi