Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

My Life Next Door

By Huntley Fitzpatrick

(20)

| eBook | 9781101575222

Like My Life Next Door ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Which perfect family will save her? Or is it time she saved herself? A dreamy summer read, full of characters who stay with you long after the story is over.

22 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    3 stelline e mezzo

    http://sparklefrombooks.blogspot.it/2014/09/recensione-… Questo è il primo libro che leggo della Fitzpatrick e avevo aspettative altissime, purtroppo però non mi è piaciuto tanto quanto avrei voluto. Non che lo abbia tro ...(continue)

    http://sparklefrombooks.blogspot.it/2014/09/recensione-… Questo è il primo libro che leggo della Fitzpatrick e avevo aspettative altissime, purtroppo però non mi è piaciuto tanto quanto avrei voluto. Non che lo abbia trovato brutto, ma semplicemente non mi ha convinta del tutto. La prima parte mi era piaciuta moltissimo: scorrevole, divertente, ironica e anche dolce. A metà però ho notato un cambiamento sottile, sia nella narrazione che negli eventi, e la mia curiosità e voglia di leggere sono scese sempre più (forse anche a causa del numero troppo elevato di pagine, che per un libro del genere credo sia decisamente eccessivo. Qualche capitolo in meno non avrebbe fatto male).
    Ciò che più ho adorato della storia, e che non ha mai smesso di farmi sorridere, è stata la famiglia Garrett, in ogni suo singolo componente. Una famiglia un po’ sconclusionata, caotica, numerosa, ma unita. Sanno come rendere l’altro felice e risolvere qualsiasi situazione insieme. Ordine ed etichetta sono qui sostituiti da tanto affetto e calore. Affetto che non negano a nessuno, poiché hanno la strabiliante capacità di far sentire chiunque, anche un perfetto sconosciuto che bussa alla loro porta, il benvenuto e parte integrante della loro grande famiglia. La famiglia di Sam invece non mi ha entusiasmata più di tanto, soprattutto se paragonata all’altra. Non so, forse l’autrice ha voluto creare un netto contrasto tra le due realtà o qualcosa di simile, e in tal caso ha raggiunto perfettamente il suo obiettivo. La sorella di Sam è praticamente assente durante tutta la narrazione, a parte alcune brevi apparizioni qui e là, la madre l’ho trovata irritante dall’inizio alla fine e Sam mi ha lascia un po’ interdetta. Non sono riuscita ad inquadrare bene il suo carattere, ma quello che più mi ha colpita (in senso negativo) è stato il suo modo di reagire davanti ad alcune situazioni: passivo. Mentre gli altri sbagliano e compiono i propri errori, lei non fa niente per impedirlo o per farglielo notare esprimendo il suo dissenso o aiutandogli a rimediare o fargli capire che così è sbagliato. Sa qual è la cosa giusta da fare o da dire, ma ci mette sempre un’eternità a trasformare i suoi pensieri in parole, e purtroppo, a volte, essi rimangono solo questo: pensieri.
    Molto spesso avrei voluto scrollare alcuni dei personaggi per le spalle (in più occasioni a dir la verità) e gridare loro: “ma cosa combini?!?”. Inizialmente, durante la lettura, tutto questo mi irritava parecchio, ma ripensandoci a posteriori mi sono chiesta se non sia stato proprio questo l’intento della Fitzpatrick. Se non abbia voluto porci di fronte agli errori che nella vita uno può commettere (che chiunque può trovarsi a commettere) e farci riflettere sui modi di agire e reagire in tali frangenti. Quello giusto e quello sbagliato. E sulle inevitabili conseguenze delle nostre scelte.
    In un libro che parla di cambiamenti e nuovi inizi, una riflessione di questo genere è ciò che mi ha permesso di apprezzare questo libro, una lettura con un inizio molto promettente, ma con una parte finale per me meno brillante o coinvolgente.

    Is this helpful?

    Valy P. said on Sep 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Gli accarezzo la guancia e dico – sì, proprio io, la ragazza che non ha mai aperto il suo cuore a nessuno – dico, per la prima volta: «Ti amo. È giusto che sia così». Jase mi guarda negli occhi. «Sì» bisbiglia «è giusto, vero? Ti amo anch’io, mia Sam.»"

    Numerosa, chiassosa e unita: la famiglia Garrett ha sempre affascinato Sam che ha passato anni a spiare i vicini desiderando di far parte di una simile famiglia così diversa dalla sua. Perchè purtroppo tutto ciò che lei ha è una sorella maggiore trop ...(continue)

    Numerosa, chiassosa e unita: la famiglia Garrett ha sempre affascinato Sam che ha passato anni a spiare i vicini desiderando di far parte di una simile famiglia così diversa dalla sua. Perchè purtroppo tutto ciò che lei ha è una sorella maggiore troppo presa da sé stessa, una madre in carriera più preoccupata dell'apparenza che delle figlie e un padre fuggito prima ancora della sua nascita. Finché un giorno Jase Garrett la stana dal suo nascondiglio e da spettatrice si trasforma in partecipante all'allegria di quella famiglia adorabile. Ma non sarà facile giostrarsi tra due mondo così diversi e non potrà per sempre tenere nascosto alla madre la sua disobbedienza. Questo NA mi è piaciuto molto, la numerosa famiglia Garrett è adorabile e ben caratterizzata nei suoi componenti, Jase è il ragazzo dei sogni, romantico e determinato e sopratutto nella prima parte avevo pensato di dargli il voto massimo, anche perché per una volta sembrava mancassero i drammoni tanto cari al genere! XD. Ma mai cantare vittoria troppo presto e quando meno me l'aspettavo arriva il cosiddetto "drammone" XD Probabilmente l'autrice si è trovata a corto di idee, tutto sembrava andare troppo bene e serviva un bell'ostacolo per i nostri innamorati ç__ç Ma, forse perchè è stato introdotto troppo tardi, o perchè i personaggi hanno esitato troppo nell'affrontare la questione, il tutto risulta forzato e superficiale, fin troppo veloce. Il finale lascia aperte fin troppe questioni e non chiude degnamente la vicenda, pur lasciandoci la certezza che i nostri due piccioncini rimarranno uniti nelle difficoltà <3 So che l'autrice ha in cantiere un'altro libro della serie e nonostante i diversi protagonisti spero che Jase e Sam facciano una capatina e "chiudano" ben bene la propria storia! ;D

    Is this helpful?

    Soter said on Sep 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Sembrerà strano, ma ho scoperto di avere un serio problema con i romanzi classificati come "Contemporary". Insomma, la storia d'amore travagliata (ma possibilmente a lieto fine) tra due ragazzi (possibilmente adolescenti o poco più grandi).
    La cosa è ...(continue)

    Sembrerà strano, ma ho scoperto di avere un serio problema con i romanzi classificati come "Contemporary". Insomma, la storia d'amore travagliata (ma possibilmente a lieto fine) tra due ragazzi (possibilmente adolescenti o poco più grandi).
    La cosa è questa: mi ritrovo con una voglia matta di leggerne uno che mi faccia davvero emozionare, e inizio quello che più mi ispira al momento. Lo leggo in una giornata (perchè mi fanno questo effetto, non riesco a metterli giù), ma a fine lettura non mi rimane assolutamente nulla, o veramente ben poco.

    Questo libro in particolare, My life next door, presto pubblicato in Italia dalla De Agostini con il titolo di Quello che c'è tra noi, parla di Sam e Jason. Sam Reed è la figlia della Senatrice e Jase Garret è il suo vicino, proveniente da una famiglia davvero numerosa. E' da quando Sam aveva 7 anni, e i Garret si sono trasferiti nella casa accanto che sua madre le impedisce di avere qualsiasi tipo di contatto con loro, perchè disprezza le famiglie numerose. Però, quando Sam incontra Jase, non riesce più a fare a meno di lui, e tutta una serie di ostacoli cercheranno di mettersi tra i due.

    Ho avuto un debole per i Garret. La famiglia Garret, con due genitori e otto bambini, sono il punto focale di tutto il romanzo. Chiassosi, i più piccoli anche un po' invadenti, ma incredibilmente affettuosi, danno origine a tutta la storia. Sono troppi per ricordare i nomi di tutti, ma ognuno ha una caratteristica che lo rende unico, e questo è quello che più mi è piaciuto.
    D'altra parte, la famiglia di Sam è composta da sole tre persone: Sam, sua sorella e sua madre. Inutile dire che sua madre ha continuato a fare scelte sbagliate per tutto il romanzo e non si è resa il personaggio più amabile dell'intera storia; sua sorella, invece, si vede a malapena: è partita per l'estate, e ha lasciato campo libero a Sam così che una volta sia lei a combinarne di tutti i colori.
    Sam... non l'ho trovata particolarmente brillante, ecco. La solita ragazza ricca e super intelligente a cui capitano tutte le fortune, tutti la invidiano per qualsiasi cosa e lei non se ne rende conto.
    E una piccolo spazio va dedicato a Tim, che alla fine si è rivelato il migliore di tutti, anche se all'inizio sembrava il peggiore.

    Ma cosa non mi ha convinta? Se devo essere sincera non lo so. Non è un brutto romanzo, anzi, e come dicevo si legge davvero in fretta, ma dopo aver girato l'ultima pagina non ha sentito niente... Quando finisci un libro che ti è davvero piaciuto, senti un po' di nostalgia, o almeno per me è così. E con questo non mi è successo, ma chissà... magari a voi potrebbe capitare.

    Is this helpful?

    Angelica Myosotis - Il mio amore è egoista. Non posso respirare senza di te - Form J. Keats to Fanny Brawne said on Sep 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    ok, ho decisamente un problema con i finali. Perchè ho sempre la sensazione che manchi qualcosa?!? Spero VIVAMENTE in un seguito. Non possono fammi diventare dipendente da quella famiglia e poi abbandonarmi ç_ç

    Is this helpful?

    Romantika said on Sep 17, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Fresco, gentile, un libro delizioso con personaggi coinvolgenti. Quando lo finisci, vorresti subito il prossimo.

    Is this helpful?

    Antotonon said on Aug 30, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book