Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Nada

By Jean-Patrick Manchette

(347)

| Others | 9788806145668

Like Nada ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

35 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    mi ricorda un po'...

    ... Rififì! M'è piaciuto, con quello stile quasi brutale e anche un po' splatter!

    Is this helpful?

    Ajmarchi said on Dec 26, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un noir dal linguaggio secco, essenziale, che non fa sconti e non risparmia nessuno. Scritto all'inizio degli anni '70 eppure ancora così attuale.
    Doverosa lettura, ringrazio Enrico Pandiani per averci parlato molto di questo scrittore e per aver ins ...(continue)

    Un noir dal linguaggio secco, essenziale, che non fa sconti e non risparmia nessuno. Scritto all'inizio degli anni '70 eppure ancora così attuale.
    Doverosa lettura, ringrazio Enrico Pandiani per averci parlato molto di questo scrittore e per aver insistito affinché lo leggessimo.

    Is this helpful?

    Martina S. said on Nov 28, 2012 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Nel giro di poco tempo è il quarto romanzo di Manchette che leggo, sicuramente è un grande autore di noir, non solo per la scrittura essenziale e cinica, è tra l’altro capace di usare solo qualche vocabolo per descrivere i suoi personaggi alla perfez ...(continue)

    Nel giro di poco tempo è il quarto romanzo di Manchette che leggo, sicuramente è un grande autore di noir, non solo per la scrittura essenziale e cinica, è tra l’altro capace di usare solo qualche vocabolo per descrivere i suoi personaggi alla perfezione. Ma anche per il modo in cui sviluppa la trama narrativa, tra tutti il libro che ha catturato maggiormente la mia attenzione è Piccolo Blues per la musica che ne “guida” la lettura. Di Nada mi è piaciuto moltissimo l’inizio, una lettera. «Cara mamma, questa settimana non aspetto il sabato per scriverti perché ne ho, eccome se ne ho, di cose da raccontarti. Intanto ti dico che siamo stati noi, cioè la nostra squadra, a prendere gli anarchici che hanno rapito l'ambasciatore degli Stati Uniti. E ti dico anche che personalmente non ne ho ammazzato neanche uno». Il romanzo ha per titolo un acronimo: Nada, è sicuramente narrato in modo magistrale, ma vorrei precisare che nonostante sia breve e si legge in poco tempo è molto intenso e pieno di colpi di scena. Racconta di un gruppetto di (cinque) amici anarchici, ognuno di questi conduce una vita più o meno normale: chi insegna filosofia, chi insegna in un bistrot e chi rincorre i propri sogni. Questi personaggi salgono alla ribalta perché sequestrano l’ambasciatore americano, in un bordello di Parigi. E così si ritrovano per iniziare la rivoluzione, c’è la politica e la violenza che fa da padrona. L’unica nota un po’ stonata è che l’argomento trattato non mi ha coinvolto più di tanto.
    Mi spiace che non ho mai visto il film di Chabrol, sicuramente sarà un’ottima accoppiata!

    Is this helpful?

    Antonia said on Mar 16, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Musica, pura.

    Manchette: essenziale, duro, disilluso, musicale. Sempre una marcia in più.

    Is this helpful?

    Moltenim said on Nov 25, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Manchette si conferma un grande del genere noir .

    Is this helpful?

    Barabba said on Jun 29, 2011 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book