elettra
Ha scritto il 06/11/16
L’ambientazione della vicenda nell’universo parigino degli immigrati algerini di seconda e terza generazione presenta un mosaico interessantissimo e, purtroppo, attuale delle difficoltà, della disperazione di chi, pur consapevole delle propria orig...Continua
betulle&peonie
Ha scritto il 28/01/16
Non è un'opera omogenea: alterna momenti di buona letteratura a pagine insipide e inutili perfino all'economia del racconto. Peccato, perché la storia di Nadia e della seconda generazione franco - algerina avrebbe meritato di più; la consapevolezza d...Continua
dreca
Ha scritto il 16/01/16
SPOILER ALERT
Continua la lettura delle opere di Ben Jelloun con Nadia, un testo di metà degli anni '90. Nadia è una francese algerina di seconda generazione. I suoi genitori provengono entrambi dall'Algeria, ma lei è nata e cresciuta in Francia, ha anche la citta...Continua
Clacla
Ha scritto il 02/06/15

Fatemi leggere obbligatoriamente un libro e non sarò mai in grado di apprezzarlo.
Accidenti alla scuola, il libro è bello ma da sola non lo avrei mai letto, nonostante tutto è stata un'immersione culturale in un altro mondo

Sale e Parole
Ha scritto il 06/01/15
La seconda generazione
Il romanzo, dalla trama semplice non preponderante, è una testimonianza di un tema di rilievo per la Francia: l'immigrazione. Il fulcro del romanzo non è l'integrazione nella società francese da parte di individui dall'identità culturale precisa, piu...Continua

Sale e Parole
Ha scritto il Jan 06, 2015, 13:43
“Ieri era l'ebreo, oggi l'arabo, l'immigrato anche se non ha mai fatto il viaggio, anche se è nato in questa terra, nel famoso ospedale di Sarcelles, c'è qualcosa che blocca, e più i ragazzi sentono questo rifiuto più hanno voglia di dar di matto, è...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi