Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Naiv.Super

Roman

By

Publisher: J.W. Cappelen

3.8
(535)

Language:Norsk | Number of Pages: 209 | Format: Others | In other languages: (other languages) English , Italian , French , Swedish , Russian , German , Finnish , Chi simplified , Danish , Czech , Polish , Latvian , Japanese , Turkish , Spanish

Isbn-10: 8202166985 | Isbn-13: 9788202166984 | Publish date: 

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Humor

Do you like Naiv.Super ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    ecco alcune cose che potreste voler sapere su questo libro:

    - ha circa duecento pagine; - è scritto da un norvegese; - ha le note del traduttore alla fine; - è fatto di tanti capitoli corti ...continue

    ecco alcune cose che potreste voler sapere su questo libro:

    - ha circa duecento pagine; - è scritto da un norvegese; - ha le note del traduttore alla fine; - è fatto di tanti capitoli corti corti; - anche le frasi tendono il più delle volte ad essere brevi; - il protagonista vive una crisi esistenziale; - parla del tempo (non meteorologico); - parla di mancanza di entusiasmo, di come il fattore entusiasmo verso le cose sia inversamente proporzionale all’età; - parla di cambiamento di prospettive… riconducibile al punto precedente, del tipo: da piccoli il mondo sembra grande ed entusiasmante, crescendo si ridimensiona il tutto e… vabbe’; - c’è un bambino; - ci sono alcune storie carine su un mondo buono; - c’è un notevole scambio di fax; - c’è una ragazza; - c’è un viaggio a new york (inizio di una parabola discendente per quello che, fino a quel momento, avrei definito “un libro pazzescamente carino”)

    ah! e per finire: - contiene davvero un sacco di elenchi!! (nel caso non l’aveste ancora intuito ;P).

    said on 

  • 2

    Un libro osannato ma veramente troppo naif per parlare della vita di un 25enne norvegese che molla tutto per una vita in bicicletta e relax. illuminante è la post fazione che vale tutto il libro ...continue

    Un libro osannato ma veramente troppo naif per parlare della vita di un 25enne norvegese che molla tutto per una vita in bicicletta e relax. illuminante è la post fazione che vale tutto il libro firmata da Giovanna Paterniti che analizza la 'generazione dessert': i figli tanto ingrati da lanciare il dessert in faccia ai propri genitori, giovani viziati che sentono di essere venuti al mondo troppo tardi per potervi contribuire radicalmente, che si rapportano alla realtà con leggerezza, facendosi scudo di una giocosa, ironica distanza da tutto e da tutti, noi che non abbiamo fatto la Norvegia, per dirla con le parole di Erlend Loe in L. E' un po' come se il mondo fosse stato già fatto in tutto e per tutto quando siamo nati noi. Non è nostro. Non l'abbiamo costruito. Non resta che farci un po' di manutenzione e riparazioni. siamo nati in un oggetto a cui mancano solo dei ritocchi. quanto può essere stimolante?

    said on 

  • 3

    Fallido retrato generacional

    Prosa escueta para una historia que pretende transmitir los sentimientos de frustración e insatisfacción de la actual generación de jóvenes. Algunos pasajes interesantes no logran elevar el nivel ...continue

    Prosa escueta para una historia que pretende transmitir los sentimientos de frustración e insatisfacción de la actual generación de jóvenes. Algunos pasajes interesantes no logran elevar el nivel medio más allá del aprobado raspado.

    said on 

  • 4

    Il modo migliore di avvicinarsi a qualcosa di complesso è scegliere la strada della semplicità

    È proprio questa secondo me l'idea base per affrontare Naif Super che ad una lettura superficiale potrebbe sembrare banale e noioso. Il protagonista si trova a dover affrontare un momento cruciale ...continue

    È proprio questa secondo me l'idea base per affrontare Naif Super che ad una lettura superficiale potrebbe sembrare banale e noioso. Il protagonista si trova a dover affrontare un momento cruciale della sua vita e per superarlo inizia a sezionare ogni piccolo gesto, a cercare dentro di se un punto di partenza fatto di oggetti a suo parere indispensabili. Stilare elenchi è sicuramente un metodo efficace per aggredire situazioni di particolare angoscia che sembrano non superabili: una montagna ridotta in sassolini non incute timore ed è risaputo che accumulando un sasso dopo l'altro si possono raggiungere vette che ci sembravano irraggiungibili.

    said on 

  • 5

    Una volta terminato il libro ti guardi attorno. Senti, distintamente, il desiderio che qualcun'altro provi lo stesso stupore che ti ha fatto ammutolire leggendo Naif.super.

    said on 

  • 4

    The catcher in Norway

    Praticamente il giovane Holden, con dieci anni in più, meno introspettivo e complesso, più leggero. Carino, ma fa venir voglia di rileggere "l'originale".

    said on 

  • 4

    Venticinque anni.

    Il perché di questo libro. Qualche anno fa, almeno dieci/undici, ho scoperto questo libretto sul comodino di mia sorella, mentre attendevo che arrivasse l'orario per prendere il mio treno per ...continue

    Il perché di questo libro. Qualche anno fa, almeno dieci/undici, ho scoperto questo libretto sul comodino di mia sorella, mentre attendevo che arrivasse l'orario per prendere il mio treno per Roma. Mia sorella mi ha sempre consigliato/regalato/fatto scoprire bei libri e bella musica. In quei venti minuti ho letto ampi stralci di questo romanzo, che mi ha molto colpito. Mi sono ripromesso di leggerlo per intero, e mi è capitato spesso di pensarci in questi anni. Ho finalmente ritrovato quella stessa copia, mentre cercavo altro sugli scaffali del deposito di mio padre, ed ho sentito che fosse arrivato il suo momento.

    Il romanzo breve racconta la storia di un ragazzo venticinquenne che, il giorno del suo compleanno, realizza che niente abbia più senso. Come solo i venticinquenni sanno fare, il ragazzo rade al suolo la sua vita, e comincia a fare cose semplici per cercare di recuperare il bandolo della matassa della sua esistenza. Il racconto descrive un breve periodo dell'esistenza del protagonista, le sue scelte, le (sofferte) decisioni, esprimendo in maniera lineare il punto di vista, piuttosto chiaro, del narratore in prima persona.

    La scrittura dell'autore è piana, semplice, ed anche il pensiero del protagonista esprime concetti naif, ma mai noiosi.

    La lettura è stata, per me, molto godibile. Un po' ha fatto tornare venticinquenne anche me, eterno giovane adulto. Avevo bisogno di semplicità non banale che colorasse le mie pareti.

    said on 

  • 5

    Il libro giusto, al momento giusto... Se per qualche motivo hai smarrito la bussola... se per qualche motivo hai perso la motivazione... se per qualche motivo ti senti un pò perso... leggilo! ...continue

    Il libro giusto, al momento giusto... Se per qualche motivo hai smarrito la bussola... se per qualche motivo hai perso la motivazione... se per qualche motivo ti senti un pò perso... leggilo!

    said on 

Sorting by