Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Nanako SOS vol. 2

Di

Editore: Magic Press

3.6
(13)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 194 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8877592818 | Isbn-13: 9788877592811 | Data di pubblicazione: 

Genere: Comics & Graphic Novels , Humor

Ti piace Nanako SOS vol. 2?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Non sono bastati scarafaggi antropomorfi e formiche dotate di poteri ESP! Stavolta Nanako sarà impegnata a usare tutto il suo fascino femminile per consolare i poveri e depressi alunni maschietti della sua scuola. Ma non si vive di solo sex appeal. La nostra eroina preferita se la dovrà anche vedere con un super robot gigante del dottor Ishikawa, con un neonato alieno di 3 metri, e con un improbabile cast di personaggi usciti dritti dritti dalle leggende giapponesi. Dall'autore di Pollon, il manga dell'intramontabile Nanà Supergirl. Ma, attenzione, il manga è più graffiante, più salace, più perverso e molto molto molto più perfido dell'anime!
Ordina per
  • 3

    Una lolicom alla marinara?

    Continuano le avventure della Super Girl imbranata e dalle caviglie grosse (cit.) e tra le mille rocambolanti vicende vediamo spiccare alcuni elementi:
    - la fantasia sperimentale nel creare questa commedia dell'assurdo
    - l'ironia (ed autoironia) sfrenata dell'autore, evidenziata nei suo ...continua

    Continuano le avventure della Super Girl imbranata e dalle caviglie grosse (cit.) e tra le mille rocambolanti vicende vediamo spiccare alcuni elementi:
    - la fantasia sperimentale nel creare questa commedia dell'assurdo
    - l'ironia (ed autoironia) sfrenata dell'autore, evidenziata nei suoi match con altri autori quali Ishikawa ed Otomo
    - la risata non sguaiata che crea: è più un ridere per l'assurdo o la situazione, un ridere poco sboccato malgrado le situazioni "sexy", legato molto alle tradizioni giapponesi (le piccole Yuki onna del primo numero, il polipo gigante, qui i demoni classici quali il Tengu e il Rokubo, solo per dirne alcune)
    - la geniale causticità assolutamente scorretta di Yotsuya, indimenticabile quale controfigura della pin up Nanako o nel momento in cui cerca di renderla una sirena. Un incrollabile seguace del dio danaro.
    - le citazioni gustose ed i personaggi nascosti che appaiono nelle tavole (mi è sembrato di scorgere una Lamù tra le sirene, e poi il lancio dei componenti, le scene da film...)
    - le bellezze ciccine che appaiono in tutto il book. Come diceva Picangy per il numero 1: ciccine e porcelline ma così kawaii! Un diffuso senso di voyerismo all'acqua di rose che ci fa sorridere.

    In conclusione, forse mi è piaciuto un pochino più del primo numero, giusto perchè sono entrata in sintonia maggiore con l'opera.
    Carino ma non per tutti, molto per amanti del non sense, del Giappone, degli anni ottanta, del tratto rotondetto e dolce e non necessariamente di tutti e quattro.

    Ma certo, belle ragazze e effetti speciali sono quello che ci vuole! Amore e fantascienza!

    ha scritto il 

  • 5

    Yotsuya Show

    Azuma è un genio comico, non c'è molto da dire se non spalancare la bocca per ridere.
    In questo numero ci sono delle parodie facilmente comprensibili anche per noi italiani, come Yotsuya che lancia i componenti alla Jeeg Robot d'Acciaio, oppure Yotsuya ed il Dottor Ishikawa che rivisitano la ...continua

    Azuma è un genio comico, non c'è molto da dire se non spalancare la bocca per ridere.
    In questo numero ci sono delle parodie facilmente comprensibili anche per noi italiani, come Yotsuya che lancia i componenti alla Jeeg Robot d'Acciaio, oppure Yotsuya ed il Dottor Ishikawa che rivisitano la famosa scena della sigaretta di "Due sporche carogne" interpretata da Alain Delon e Charles Bronson.
    Esilarante lo Yotsuya regista spietato, tifone inarrestabile e controfigura di Nanako; per me è lui il vero protagonista.

    ha scritto il 

  • 3

    Demenziale e scaltro

    Povero Azuma difficile non leggere le sue sofferenze e l'odio attraverso le pagine dei suoi manga... quando parte per la tangente oppure si fa i minifumetti in fondo dove un po' della sua miseravile vita trapela...


    Tuttavia nel resto del volume imperversa il classico senso dell'umorismo de ...continua

    Povero Azuma difficile non leggere le sue sofferenze e l'odio attraverso le pagine dei suoi manga... quando parte per la tangente oppure si fa i minifumetti in fondo dove un po' della sua miseravile vita trapela...

    Tuttavia nel resto del volume imperversa il classico senso dell'umorismo dell'autore (assai difficile da capire per un occidentale è come sparare Pulcinella in bocca a un americano, che si ciuccia?).
    Alcune delle gag, però, suonano carine anche da noi... come Yotsuya che si lancia i componenti, Nanako che si traveste da Lana di Conan, la comparsa del dr. Ishikawa e di O-tomo (Otomo, ma sei davvero così? Allora non è un caso tu produca robina come Akira XD).

    Anche se questo volume è già più comprensibile del primo, continua a restare ostico per un lettore occidentale e il senso dell'umorismo non è quello classico che fa sganasciare anche noi... è molto circoscritto alla cerchia intima di Azuma, alle sue fisime... forse anche al suo vicinato!

    ha scritto il