Natura morta con custodia di sax

Storie di jazz

Voto medio di 403
| 66 contributi totali di cui 64 recensioni , 2 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Durante un lungo viaggio "on the road" in compagnia del suo autista baritono,Duke Ellington pensa, ricorda, progetta e compone. Dalle sue riflessioni efantasie prendono forma sette narrazioni indipendenti su altrettanti musicistijazz: Lester Young, ... Continua
Ha scritto il 16/10/15
Il respiro del jazz
Anche se siete a digiuno di jazz, sono sicuro che questo libro non vi deluderà. E’ una raccolta appassionante di alcuni dei più grandi artisti jazz che vengono descritti, dice Dyel nella prefazione, “non com’erano ma come me li immagino”. ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 08/10/15
molto dopo...il titolo italiano è molto più suggestivo di quello inglese: una natura morta in netta contrapposizione con la musica che è viva, palpitante e che ci conquista ad ogni passo; la custodia di sax che evoca lo strumento e tutti i suoni ...Continua
Ha scritto il 11/09/15
adesso che l'ho finito posso dire che il racconto delle storie di jazz è bellissimo; il saggio finale un po' difficile, ma spiega bene i fenomeni del jazz
Ha scritto il 09/09/15
Non ho ancora finito di leggerlo, ma sono già innamorata. delle descrizioni, del sound che si sente, che ti pervade. Bellissimo. Non si tratta del solito libro che cerca di spiegarti il jazz, o qualsiasi altra musica, ma è un libro che racconta ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 18/05/15
Sinceramente mi aspettavo di più, viste le buone recensioni; racconti di vite di jazzisti sempre sull'orlo della tossodipendenza o dell'alcolismo, abbastanza ripetitive, sebbene ben scritte.

Ha scritto il Jan 08, 2009, 21:55
Ecco perchè non suonava mai il blues. E quelle rare volte che lo suonava non era nemmeno più un vero blues, perchè lui non aveva bisogno della solidarietà, della religione che ne è parte integrante. Il blues era una promessa che non avrebbe mai ...Continua
Pag. 159
Ha scritto il Jan 05, 2009, 18:52
Ascoltò sbrigativamente le richieste caotiche e insensate di Young, convinto che fosse un omosessuale. Sulla cartella stese però una diagnosi più elaborata: "Stato costituzionalmente psicopatico, manifestantesi attraverso dipendenza da sostanze ...Continua
Pag. 30

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi