Neļauj man aiziet

By

Publisher: Izdevniecība AGB

3.9
(6223)

Language: Latviešu | Number of Pages: 278 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) English , Spanish , Chi traditional , Japanese , German , French , Italian , Catalan , Portuguese , Russian , Chi simplified , Swedish

Isbn-10: 9984777324 | Isbn-13: 9789984777320 | Publish date: 

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Do you like Neļauj man aiziet ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Tas ir stāsts par mīlestību, zaudējuma smeldzi un slēptām patiesībām.Ketija, Rūta un Tomijs uzauguši Heilšemā - idilliskā privātskolā, kas atrodas nomaļā Anglijas lauku nostūrī. Tā audzēkņi, rūpīgi pasargāti no ārpasaules, uzaug pārliecībā, ka viņi ir kaut kas īpašs, ka viņu labklājībai piemīt īpaša nozīme. Bet kāpēc viņi patiesībā tiek tur audzināti?Tikai pēc daudziem gadiem Ketija, kurai nu jau ir trīsdesmit viens gads, ļaujas atmiņu nepārvaramajam vilinājumam, un lasītāju aizrauj saistošs vēstījums par to, kā Ketija, Rūta un Tomijs soli pa solim tuvojas patiesībai par savu šķietami saulaino bērnību - un arī nākotni."Neļauj man aiziet" ir neparasti aizkustinošs romāns, kuru caurvij doma par cilvēka dzīvības trauslo iedabu.
Sorting by
  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    凱西,我注定要為你打出爆字數了(http://hermionechan1221.pixnet.net/blog/post/157439276)!複製人也許沒有靈命上的靈魂,但他們有感情這點絕對是肯定的,"To live is to feel"。經歷的跟我們一樣多,卻被當作物品太殘忍了,但如果他們只是另一個無特定「功能」的我們,那也太多餘了,那些想扮演造物主的人類,真的太無知、太無恥了!分解者、姐姐 ...continue

    凱西,我注定要為你打出爆字數了(http://hermionechan1221.pixnet.net/blog/post/157439276)!複製人也許沒有靈命上的靈魂,但他們有感情這點絕對是肯定的,"To live is to feel"。經歷的跟我們一樣多,卻被當作物品太殘忍了,但如果他們只是另一個無特定「功能」的我們,那也太多餘了,那些想扮演造物主的人類,真的太無知、太無恥了!分解者、姐姐的守護者、貝納德的墮落、換心,都在討論器官移植,人類還是愛惜身體比較對得起世界。

    said on 

  • 4

    Esseri umani formati, fin da bambini, per servire, con il loro corpo, altri esseri umani. Che avvertono di essere destinati a una missione particolare, della quale, tuttavia, non conoscono che una par ...continue

    Esseri umani formati, fin da bambini, per servire, con il loro corpo, altri esseri umani. Che avvertono di essere destinati a una missione particolare, della quale, tuttavia, non conoscono che una parte. Che si sentono parte di una comunità, separata dal resto del mondo, con proprie regole: alcune effettivamente operanti, altre solamente immaginate. I cui rapporti con il resto del mondo sono pochi e privi di un vero spessore. Educati alla cultura e all'arte.
    Una scrittura piacevole. Un romanzo struggente, con un finale a sorpresa, e che rende difficile, appena concluso, quel distacco necessario a farne un commento adeguato.
    Romanzo distopico, si legge in molti commenti. Ma se ne può leggere anche la metafora delle minoranze ristrette che mettono la propria esistenza al servizio dei propri simili. Che lo fanno portandosi dietro le difficoltà quotidiane di tutti, senza senza di eroismo alcuno. E in questo senso anche romanzo utopico.

    said on 

  • 5

    Grande Ishiguro. Dopo "Il gigante sepolto" non mi ero fatta proprio una buona idea della sua arte, anzi, diciamo che è stata già una grossa impresa riprendere in mano un altro suo libro.
    "Non lasciarm ...continue

    Grande Ishiguro. Dopo "Il gigante sepolto" non mi ero fatta proprio una buona idea della sua arte, anzi, diciamo che è stata già una grossa impresa riprendere in mano un altro suo libro.
    "Non lasciarmi" invece ha molti pregi: ben scritto, una lunghezza adeguata, un giusto equilibro tra detto/non detto che appassiona senza scendere in un eccesso di "mistero".
    Il messaggio del libro è interpretabile su più piani; a me è piaciuta particolarmente la lettura politica, con il confronto tra "nuovo" e "vecchio" mondo e l' inevitabile domanda: tu in che mondo vorresti vivere?

    said on 

  • 4

    Meno traumatico alla seconda lettura

    “Non lasciarmi” è un romanzo sì distopico, ma non così lontano dalla realtà da permettere al lettore di relegare la narrazione a un piano di pura fantasia.

    Il resto della recensione, qui: https://theg ...continue

    “Non lasciarmi” è un romanzo sì distopico, ma non così lontano dalla realtà da permettere al lettore di relegare la narrazione a un piano di pura fantasia.

    Il resto della recensione, qui: https://thegrowingupchronicle.wordpress.com/2017/04/18/non-lasciarmi-kazuo-ishiguro-pensieri/

    said on 

  • 4

    Partendo dal presupposto che il film è una delle cose migliori che ho visto in questi ultimi anni a cui sono empaticamente legato, affrontare il libro, la fonte, mi è sembrata cosa doverosa. Se non av ...continue

    Partendo dal presupposto che il film è una delle cose migliori che ho visto in questi ultimi anni a cui sono empaticamente legato, affrontare il libro, la fonte, mi è sembrata cosa doverosa. Se non avete visto il film partite dall'opera di Ishiguro, se non altro per la piacevolezza e il gusto di scoprire a poco a poco un intreccio che ha nei suoi molteplici risvolti delle implicazioni profondissime che alla fine di tutto si stenta a comprenderne la reale grandezza. Detto ciò rimane una delle storie d'amore più belle che abbia mai letto. Lacrimuccia finale con il libro tanto quanto con il film.

    said on 

  • 4

    Non lasciarmi
    Kazou Ishiguro
    Pagine 291
    Possibile spoiler
    L'inizio non è stato idilliaco, non capivo dove voleva andare a parare, questo è per dirvi che non dovete scoraggiare, proseguite la lettura p ...continue

    Non lasciarmi
    Kazou Ishiguro
    Pagine 291
    Possibile spoiler
    L'inizio non è stato idilliaco, non capivo dove voleva andare a parare, questo è per dirvi che non dovete scoraggiare, proseguite la lettura perché avrete la giusta ricompensa.
    Kathy sognava una famiglia vera, una vita come tutti i bambini, sentiva che in lei c'era qualcosa di strano.
    Il suo è un mondo "artificiale", il loro destino è già segnato:
    [...] la loro vita d'ora in poi dovrà correre lungo i binari stabiliti.
    [...] Non siete stati altro che delle semplici pedine.
    Si lega a Tommy e Ruth, nasce un amicizia profonda fatta di affetto e fiducia.
    Kathy e tutti gli altri vivono in un collegio, non hanno genitori ma non sono orfani, e quindi? Qualcosa non quadra, durante tutta la lettura questa cosa mi ha punzecchiata, non capivo.
    Dato che la lettura è riflessione, quest'autore è un mago, ci ha portato a porci molte domande e lo scopo è proprio questo!
    Bello bello e commovente 😍

    said on 

  • 3

    Ingredienti: tre bambini che la vita avvicina, allontana e riunisce, tre cloni destinati a diventare parti di ricambio di organi umani, un mondo in cui i corpi paiono dominare sui cuori, un destino da ...continue

    Ingredienti: tre bambini che la vita avvicina, allontana e riunisce, tre cloni destinati a diventare parti di ricambio di organi umani, un mondo in cui i corpi paiono dominare sui cuori, un destino da vivere come treni finiti su rotte e binari sbagliati.
    Consigliato: a chi ama romanzi distopici che portino con sé tante domande e poche risposte, a chi vuol vedere il mondo con gli occhi dei sentimenti.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Ad Hailsham i bambini crescono insieme, circondati dalle loro opere d'arte, dalle letture, dalla musica, dallo sport. Crescono insieme, si amano, si odiano, si spiano, si confidano, si arrabbiano, si ...continue

    Ad Hailsham i bambini crescono insieme, circondati dalle loro opere d'arte, dalle letture, dalla musica, dallo sport. Crescono insieme, si amano, si odiano, si spiano, si confidano, si arrabbiano, si riappacificano, come tutti gli altri bambini nel mondo. Ma in loro c'è qualcosa di diverso, qualcosa che loro sanno, o forse non sanno, o forse hanno sempre saputo, perché ad Hailsham sono bravissimi a dirti le cose prima che tu possa capirle, e cresci insieme a questi segreti che non sai di sapere, e i tutori ti dicono tutto senza dirti niente.
    Ishiguro ci fa sentire un po' come ad Hailsham. Ci dice le cose quando ormai le sappiamo già, ma forse le sappiamo perché ce le aveva già dette? O le abbiamo sempre sapute e le stiamo solo ricordando? Pare che l'autore non ci dia informazioni ma conferme di qualcosa che avevamo già intuito ma che non abbiamo mai voluto nominare, preferendo il silenzio. E non so perché, ma il silenzio mi pare una caratteristica principe di questo romanzo. I dialoghi, i ricordi, gli avvenimenti, vengono misteriosamente trasmessi in silenzio, anche leggendo a voce alta, la sensazione che ho provato è come se il narratore non fosse fuori, da qualche parte, a dirmi le cose, ma fosse interno, a sussurrare parole per far emergere i ricordi. Ricordi di bambini che scherzano fingendo di sfilarsi parti di corpo e di ammonticchiarle nella ciotola del compagno golosone, ricordi di una melodia, la copertina di una cassetta, un ballo con un cuscino, una gita alla barca, ricordi di amori, amicizie e gelosie mentre, tra i sorrisi dei medici, si assiste qualcuno che è arrivato alla quarta donazione.
    I nostri protagonisti sono come gli animali fantastici disegnati da Tommy, esseri strani,metallici, contorti e complicati, la cui parvenza di vita appare soave nella sua vulnerabilità.
    Un romanzo strano, delicato e potente, che ci lascia spiazzati e ci invita a riflettere sul mistero insondabile dell'uomo, quello che gli permette di dire: Io sono.
    Voto: 9

    said on 

  • 4

    Idea geniale, ritmo un po' lento, struttura e trama discontinue ma efficaci (il paradigma dei tre atti non è una condizione necessaria, per un artista straordinario). Un bel romanzo, con più di una ch ...continue

    Idea geniale, ritmo un po' lento, struttura e trama discontinue ma efficaci (il paradigma dei tre atti non è una condizione necessaria, per un artista straordinario). Un bel romanzo, con più di una chiave di lettura

    said on 

Sorting by
Sorting by
Sorting by