Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Ne tirez pas sur l'oiseau moqueur

By Isabelle Stoïanov,Harper

(12)

| Paperback | 9782253115847

Like Ne tirez pas sur l'oiseau moqueur ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

1275 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Libro di formazione

    il processo contro un uomo di colore nell'America di inizio novecento e' solo lo spunto per parlare di tutto ciò che è diverso o ritenuto tale. Chi sono i buoni e i cattivi, cosa insegniamo ai nostri figli e quanto di quel che loro percepiscono dall' ...(continue)

    il processo contro un uomo di colore nell'America di inizio novecento e' solo lo spunto per parlare di tutto ciò che è diverso o ritenuto tale. Chi sono i buoni e i cattivi, cosa insegniamo ai nostri figli e quanto di quel che loro percepiscono dall'esterno è frutto di quel che diciamo o piuttosto di quel che facciamo. Un avvocato burbero ma di sani principi educa da solo due ragazzi, un maschio ed una femmina, ed indirettamente salva loro la vita grazie al rispetto che insegna per tutti coloro che non sono come noi, ma non abbiamo comunque il diritto di giudicare "se non abbiamo fatto un pezzetto di strada insieme" vedendo le cose dalla loro prospettiva. Anche per le scuole

    Is this helpful?

    sofia said on Oct 23, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ho letto tante recensioni contrastanti (non solo su Anobii): chi lo definisce un capolavoro, chi invece parla di morale scontata. Personalmente è un libro che ho amato dalla prima all'ultima pagina. La morale OGGI potrebbe sembrarci scontata, ma biso ...(continue)

    Ho letto tante recensioni contrastanti (non solo su Anobii): chi lo definisce un capolavoro, chi invece parla di morale scontata. Personalmente è un libro che ho amato dalla prima all'ultima pagina. La morale OGGI potrebbe sembrarci scontata, ma bisogna imparare a contestualizzare: Harper Lee scrive nell'America degli anni '60. Se persino oggi pensare ad un 'negro' dignitario degli stessi diritti dei 'bianchi' è 'innaturale' per certi trogloditi che, purtroppo, camminano ancora su questo pianeta, pensiamo allora a quegli anni. A rendere il tutto più leggero è il racconto di una bambina, che vede attraverso i suoi occhi l'incomprensibile mondo degli adulti, così distante dai suoi desideri e dalle sue esigenze, ma che allo stesso tempo cerca di capire pur con quella classica innocenza che caratterizza tutti i bambini. Attraverso i suoi pensieri e le sue parole questa bambina ci parla in modo divertente dell'approccio con la scuola, del rapporto con la sua famiglia e dell'amore verso suo padre e suo fratello Jem, i primi approcci con l'"alta società" rappresentata da zia Alexandra, il desiderio di comprendere l'ignoto, il diverso, l'incomprensibile rappresentato invece da Boo Radley. E soprattutto, conosciamo la violenza e l'ingiustizia. Consigliatissimo.

    Is this helpful?

    Nicola Di Giovanni said on Oct 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Scout la amo incondizionatamente. Potendomi prendere il lusso di immaginare una figlia, la vorrei esattamente così: impulsiva e con il cuore puro. Jem e la sua crescita sono un altro punto di forza del romanzo. Atticus Finch è semplicemente magnifico ...(continue)

    Scout la amo incondizionatamente. Potendomi prendere il lusso di immaginare una figlia, la vorrei esattamente così: impulsiva e con il cuore puro. Jem e la sua crescita sono un altro punto di forza del romanzo. Atticus Finch è semplicemente magnifico. Sempre pacato, fermo eppure mai rigido, comprensivo ma desideroso di avere dei figli che pensino con la loro testa.

    Un bellissimo romanzo che parla di famiglia, rispetto, amicizia e integrazione razziale, di diversità nel colore della pelle e di sciocca immotivata e radicata paura del diverso, dovuta al semplice fatto che non lo si conosce. Il libro è un tripudio di citazioni da appuntare e di esempi da seguire. Un vero peccato che l’uomo continui a ripetere gli stessi errori di fronte alla diversità dell’altro. Chissà quando impareremo a guardare gli uomini con gli occhi senza veli di Scout e Jem, con gli occhi sgranati e liberi dei bambini.

    Is this helpful?

    Francesca said on Oct 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Molto molto bello. E per me acquista ancora più valore per il fatto che, generalmente, non mi trovo molto a mio agio nella letteratura statunitense.

    Oddio, ha comunque quei tratti caratteristici della letteratura nordamericana che la rendono una le ...(continue)

    Molto molto bello. E per me acquista ancora più valore per il fatto che, generalmente, non mi trovo molto a mio agio nella letteratura statunitense.

    Oddio, ha comunque quei tratti caratteristici della letteratura nordamericana che la rendono una lettura molto semplice, lontana millemila miglia dalle altezze di quella europea, per spessore culturale, artistico, storico etc (mia opinione!!), ma - a differenza di altri presunti "capolavori" americani - non è mai banale.

    E' leggero, seppur impegnato; è agile, nonostante le bombe "politiche" che sgancia qua e là. Anche molto coraggioso non solo nel denunciare la situazione ancora profondamente razzista degli Stati del sud - razzismo piuttosto trasversale -, ma anche quell'ipocrisia intellettuale di quelle che dovrebbero essere le classi più colte e aperte:

    How can you hate Hitler so bad an' then turn around and be ugly about folks right at home.

    Insomma, per concludere e per ripetermi, è un bel romanzo. Consigliato anche e soprattutto a ragazzi che cominciano ad affrontare letture un po' più impegnate di Peppa Pig. Del resto l'ha letto anche Homer Simpson, cogliendone gli aspetti più fondamentali.

    I swore never to read again after To Kill a Mockingbird gave me no useful advice on killing mockingbirds! It did teach me not to judge a man by the color of his skin, but what good does that do me?

    Is this helpful?

    Meon said on Oct 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Sicuramente il libro più sopravvalutato che abbia mai letto

    Ho scelto di leggere questo libro esclusivamente a causa delle ottime recensioni che trovavo in giro ma adesso, dopo averlo concluso, sono più che convinto che questo libro sia in assoluto il più overrated che mi sia mai capitato di leggere.
    Personal ...(continue)

    Ho scelto di leggere questo libro esclusivamente a causa delle ottime recensioni che trovavo in giro ma adesso, dopo averlo concluso, sono più che convinto che questo libro sia in assoluto il più overrated che mi sia mai capitato di leggere.
    Personalmente ho trovato "Il buio oltre la siepe" di una noia mortale, con passaggi troppo lenti e una morale scontata e letta su molte altre opere.

    Is this helpful?

    elbarto said on Oct 17, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book