Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Nel bianco

Di

Editore: Arnoldo Mondadori

3.4
(3001)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 392 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Catalano , Tedesco , Francese , Portoghese

Isbn-10: 8804551615 | Isbn-13: 9788804551614 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: A. Raffo

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico , Altri

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Nel bianco?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    a me è piaciuto. E' il primo di follett e credo sia stato un buon inizio per i successivi. Trama molto vicina (nonostante che la pubblicazione sia datata ad una decina di anni fa) all'attualità' . ...continua

    a me è piaciuto. E' il primo di follett e credo sia stato un buon inizio per i successivi. Trama molto vicina (nonostante che la pubblicazione sia datata ad una decina di anni fa) all'attualità' .

    ha scritto il 

  • 4

    Libro discreto e trama sempre sul filo. Non tra i suoi migliori, ma non ci scordiamo che tanti autori di genere thriller, come questo libro, per arrivare a scrivere così devono arrivare a consumare ...continua

    Libro discreto e trama sempre sul filo. Non tra i suoi migliori, ma non ci scordiamo che tanti autori di genere thriller, come questo libro, per arrivare a scrivere così devono arrivare a consumare sette camice, mentre per Follett tutto sembra facile. Libro piacevole e trama senza vuoti.

    ha scritto il 

  • 3

    10-2014

    Letto in e-book nelle lunghe ore d'attesa in aeroporto e poi in volo dall'Asia all'Europa, scelto apposta perché assai poco impegnativo. Rischio catastrofe biologica, un pò di thrilling, ritmo ...continua

    Letto in e-book nelle lunghe ore d'attesa in aeroporto e poi in volo dall'Asia all'Europa, scelto apposta perché assai poco impegnativo. Rischio catastrofe biologica, un pò di thrilling, ritmo discreto, è una lettura da spiaggia o da viaggio, senza nessun altra ambizione, in stile Follett minore.

    ha scritto il 

  • 4

    Nel bianco

    Il libro è costruito bene e scorre piuttosto velocemente, ma rispetto agli immensi capolavori ai quali Follett ci ha abituati è sicuramente inferiore, per complessità, intensità, intenti e ...continua

    Il libro è costruito bene e scorre piuttosto velocemente, ma rispetto agli immensi capolavori ai quali Follett ci ha abituati è sicuramente inferiore, per complessità, intensità, intenti e certamente anche impegno. Ma è un libro che si legge bene e che mantiene il giusto grado di ansia in una storia interessante sotto qualunque aspetto. La trama e' serrata, veloce, incalzante e la scelta di chiamare i capitoli con l'ora in cui si svolge l'azione e' vincente. “Nel bianco” è una storia ambientata ai giorni nostri, un po’ diversa dalle solite atmosfere a cui siamo abituati e l’autore questa volta con questo romanzo ci fa tuffare all’interno del rischio biologico che esplora i sentieri della scienza, l'amore che unisce adulti e giovani ragazzi, la psicopatia dell'uomo e dei suoi gesti irrazionali. Insomma, 400 pagine che slittano sulla neve di Natale e quasi non si fermano più..

    ha scritto il 

  • 5

    "È la vigilia di Natale quando scatta un allarme nella sede dell'Oxenford Medical, un elegante edificio vittoriano trasformato in uno dei più importanti centri di ricerca di biologia, di proprietà ...continua

    "È la vigilia di Natale quando scatta un allarme nella sede dell'Oxenford Medical, un elegante edificio vittoriano trasformato in uno dei più importanti centri di ricerca di biologia, di proprietà del noto scienziato Stanley Oxenford, nel quale si sta conducendo una ricerca su un farmaco sperimentale attivo contro una pericolosa variante del virus Ebola. In seguito ad una serie di indagini interne, la responsabile della sicurezza Antonia Gallo detta "Toni" scopre che un tecnico di laboratorio coinvolto in un movimento animalista ha portato a casa un coniglio al quale era stato iniettato il virus. Dal momento che la cura non è ancora efficace sulle persone, il tecnico viene ritrovato agonizzante nella propria abitazione. L'evento richiama l'attenzione dei media, mettendo a rischio la reputazione del centro di ricerca, nonché i finanziamenti da parte del dipartimento della difesa degli Stati Uniti.

    Toni, brillante ex poliziotto, rafforza le misure di sicurezza e fa di tutto per proteggere l'immagine dell'azienda, e questo anche in virtù dei sentimenti che prova nei confronti dell'affascinante Stanley. Quest'ultimo tuttavia, vedovo da soli diciotto mesi, le fa capire chiaramente che non ha intenzione di complicare il rapporto con i propri figli rifacendosi una vita con un'altra donna. Toni rimane delusa e cerca di concentrarsi sul lavoro. Proprio quando raddoppia il numero di sorveglianti del laboratorio e pensa di aver superato la crisi, una banda di quattro persone riesce ad eludere i sofisticati sistemi di sorveglianza ed a sottrarre dall'area protetta il virus letale durante la notte di Natale." Ed ecco che coì la situazione torna a complicarsi ancora più di prima per la brillante ex-poliziotta che ora dovrà far di tutto per recuperare il virus letale, è in gioco la sua stessa carriera e la vita di molte persone dato che il virus letale si propaga rapidamente e non vi è antidoto.

    ha scritto il 

  • 4

    Un bel thriller

    Essendo un grande amante ed estimatore di Ken Follett, ho iniziato questo libro per puro dovere di lettore che vuole e deve leggere tutti i libri di uno dei suoi autori preferiti. Devo dire che il ...continua

    Essendo un grande amante ed estimatore di Ken Follett, ho iniziato questo libro per puro dovere di lettore che vuole e deve leggere tutti i libri di uno dei suoi autori preferiti. Devo dire che il libro (letto in lingua originale) all'inizio aveva tutte le premesse per essere uno dei migliori thriller che abbia mai letto poi però, già verso metà libro, ha dato intendere un finale più che scontato. Tutto sommato è un libro piacevole, anche se lo stesso Follett ha scritto libri molto più entusiasmanti e avvincenti. Lo consiglio comunque.

    ha scritto il 

  • 4

    Un consiglio da amica: non leggete le ultime 100/150 pagine prima di fare la nanna, se il mattino dopo dovete fare la levataccia! Il libro accelera che neanche la Ferrari di Stanley Oxenford, e dopo ...continua

    Un consiglio da amica: non leggete le ultime 100/150 pagine prima di fare la nanna, se il mattino dopo dovete fare la levataccia! Il libro accelera che neanche la Ferrari di Stanley Oxenford, e dopo diventa impossibile staccarsi dalla lettura!

    ha scritto il 

Ordina per