Si dice che quando si perde la vista si amplino gli altri sensi. Dev'essere per questo che a Barnaba, che sta per diventare cieco, la voce di Anne sembra di un «colore caldo e brillante, lucido di tenerezza».Ma di Anne forse non ci si può fidare. È e
Ha scritto il 13/08/17
NEL MUSEO DI REIMS di Daniele Del Giudice
"È da quando ho saputo che sarei diventato cieco che ho cominciato ad amare la pittura. Forse amare non è una parola giusta, perché nelle mie condizioni è difficile provare un sentimento verso qualcosa fuori…"

Se cercate un libro appena usci
...Continua
Ha scritto il 03/04/17
Un piccolo prezioso cammeo.
Questo racconto lungo è un piccola preziosa opera, centrata su un’idea che di quando in quando ritorna nella storia della letteratura. Che faremmo se, d’improvviso, venissimo a sapere che siamo a destinati a perdere una parte importante della nostra ...Continua
  • 11 mi piace
  • 6 commenti
Ha scritto il 02/09/16
Emozionante
Ha scritto il 12/07/16
una delusione semantica
Ha scritto il 23/04/16
"È da quando ho saputo che sarei diventato cieco che ho cominciato ad amare la pittura."
Ma soprattutto da un quadro è ossessionato Barnaba, il protagonista di questo squisito racconto: il Marat assassiné, quello che si trova appunto a Reims, quello in cui David scrisse sulla cassetta di legno in primo piano una frase più compless ...Continua
  • 15 mi piace
  • 10 commenti

Ha scritto il Jul 08, 2015, 06:15
E se lei gli parla di giallo, lui cerca subito un paragone per ricordarne uno, e chiede: "Come un limone? Come un pappagallo? Come un girasole?", ma i paragoni con cui Anne risponde sono di tutt'altro tipo, e a voce più bassa: "Giallo come il tradime ...Continua
Pag. 22

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi