Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 320 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8806197762 | Isbn-13: 9788806197766 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Curatore: Giovanni Casalegno

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Nella tua carne?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Storie di seduzioni, di specchi che riflettono e amplificano l'atto amoroso, di accoppiamenti multipli, di schiavitù psicologica e sessuale, di scambi di partner, di amori giovanili e senili; storie di travestimenti e di feticismo, di equivoci e di tradimenti; storie di amplessi consumati in palazzi nobiliari o in treno; storie di vendette e di rimpianti, di sguardi o sottintesi, di dolcezze e brutalità; storie che descrivono i piaceri del corpo e arrivano al piacere del testo. Dai libertini Vivant Denon e De Sade, ai decadenti Barbey d'Aurevilly e D'Annunzio, al surrealista Mandiargues, alla narrativa del secondo Novecento di Brodkey e Cortázar: un repertorio della narrativa erotica breve che regalerà al lettore ogni tipo di piacere.
Ordina per
  • 3

    un po' deludente

    lo ammetto: mi aspettavo molto di più da questo libro. qualcosa di diverso dalle sfumature di grigio e altri colori. eppure la letteratura ne è piena di storie con alla base di tutto l'eros. da Catullo a Fanny Hill, a De Sade a Arthur Miller. Scialbo è il racconto di De Sade scelto, Idem Potocki ...continua

    lo ammetto: mi aspettavo molto di più da questo libro. qualcosa di diverso dalle sfumature di grigio e altri colori. eppure la letteratura ne è piena di storie con alla base di tutto l'eros. da Catullo a Fanny Hill, a De Sade a Arthur Miller. Scialbo è il racconto di De Sade scelto, Idem Potocki o Balzac o Von Sacher- Masoch. Mi ricordo solo qualcosa di Cortazar, Maupassant e poco altro. Si salva con mio stupore D'Annunzio. Manca la grinta, l'ardore, la passione e perchè no la volgarità che rende l'eros una delle cose più piacevoli della vita

    ha scritto il 

  • 4

    L'indiscutibile spessore degli autori dei vari racconti (da Balzac a DeSade...) non viene sempre compensato dal coinvolgimento degli stessi.Trattandosi di 'erotismo' ci si aspetterebbe qualcosa di più di una semplice narrazione.Paradossalmente più interessati quelli di fine '800 rispetto a quelli ...continua

    L'indiscutibile spessore degli autori dei vari racconti (da Balzac a DeSade...) non viene sempre compensato dal coinvolgimento degli stessi.Trattandosi di 'erotismo' ci si aspetterebbe qualcosa di più di una semplice narrazione.Paradossalmente più interessati quelli di fine '800 rispetto a quelli del '900.

    ha scritto il 

  • 5

    Un'eccellente scelta di racconti tra Sette e Novecento. Tra gli altri, anche il celebre "Gamiani" di De Musset e "I piedi di Fumiko" di Tanizaki Jun'ikiro, testo cardinale per l'erotismo del piede. E poi ancora pagine di Balzac, D'Annunzio, von Sacher-Masoch, de Sade...

    ha scritto il 

  • 4

    Questo è il primo libro di un percorso sulla letteratura erotica che insieme al mio gruppo di lettura abbiamo deciso di intraprendere.
    Questo testo, tra l'altro poco conosciuto, si è rivelato piacevolissimo e di notevole livello letterario; è una vera e propria antologia di gioielli e picco ...continua

    Questo è il primo libro di un percorso sulla letteratura erotica che insieme al mio gruppo di lettura abbiamo deciso di intraprendere.
    Questo testo, tra l'altro poco conosciuto, si è rivelato piacevolissimo e di notevole livello letterario; è una vera e propria antologia di gioielli e piccoli capolavori di autori di tutto rispetto quali Balzac, De Musset, Maupassant, Gautier che si sviluppa in un arco temporale che va dal 1700 ai giorni nostri.
    Il primo racconto è datato 1770 ed è i una modernità inaspettata.Quello di De Musset è estremamente perverso e osceno, quello di Gautier semplicemente esilarante con il suo linguaggio scurrile alla Rabelais, ma ricercato e originale. Quello di Maupassant leggero come una barzelletta, quello di Colette una farsa alla Goldoni.
    Insomma vi sono contemplate varie forme di erotismo il platonico, il perverso, il sado-maso, il contemplativo, il tragico,il funereo, il grottesco, l'esplicito-carnale, il comico....... ma sono tutte viste attraverso uno sguardo maschile!

    ha scritto il 

  • 3

    Comunque interessante

    E’ effettivamente difficile dare una definizione di testo erotico.
    Personalmente preferisco le descrizioni del desiderio e delle strategie di seduzione a quelle dell’atto sessuale e degli organi in esso coinvolti e comunque trovo molto più sensuali i riferimenti meno espliciti e le situazio ...continua

    E’ effettivamente difficile dare una definizione di testo erotico.
    Personalmente preferisco le descrizioni del desiderio e delle strategie di seduzione a quelle dell’atto sessuale e degli organi in esso coinvolti e comunque trovo molto più sensuali i riferimenti meno espliciti e le situazioni meno estreme. Uno dei pregi di questa raccolta è proprio la varia natura dei racconti presentati, capaci di soddisfare ogni forma di “esigenza”.
    Così se, alla luce di quanto precedentemente detto, ho trovato disgustoso un racconto come “Gamiani o due notti di eccessi” di de Musset, ironicamente inutili le “porcherie smerdate e poco spermatiche” (così definite dallo stesso autore) di Théophile Gautier, tutto sommato innocue le pagine di De Sade e di von Sacher-Masoch, ho invece apprezzato la varietà delle altre storie, le forme “alternative” di rapporto erotico proposte. Si va dall’elegante racconto moderno di Tanizaki sul retifismo alla “ninfomania delle mani “ di Cortàzar nel suo “Collo di gattino nero”, forse il racconto che ho preferito; si prosegue con l’unico racconto (di Maupassant) in cui un atto tipicamente sessuale è volto a soddisfare esigenze fisiche del tutto naturali, semplici, per arrivare, tra gli altri, al bellissimo, decadente “Melitta” di D’Annunzio, che ci parla di un amplesso da lui consumato senza passione a causa di una tristezza profonda in una Venezia che odora di putredine e morte.
    Insomma, un’antologia che nell'insieme può risultare comunque interessante per chi, come me, non è una consumatrice abituale di letteratura erotica.

    ha scritto il 

  • 0

    Una antologia di racconti erotici curata da Giovanni Casalegno: Nella tua carne

    http://www.booksblog.it/post/5135/una-antologia-di-racconti-erotici-curata-da-giovanni-casalegno-nella-tua-carne


    Nella tua carne è l’eloquente titolo di questa raccolta, edita da Einaudi e curata da Giovanni Casalegno, già autore di un Dizionario del lessico sessuale, che ha ...continua

    http://www.booksblog.it/post/5135/una-antologia-di-racconti-erotici-curata-da-giovanni-casalegno-nella-tua-carne

    Nella tua carne è l’eloquente titolo di questa raccolta, edita da Einaudi e curata da Giovanni Casalegno, già autore di un Dizionario del lessico sessuale, che ha raccolto nelle 320 pagine che compongono il libro ha scelto brani provenienti da continenti ed epoche molto diverse.

    ha scritto il 

  • 5

    Una raccolta di pregevoli racconti, tutti di grandi autori e di notevole fattura, che affrontano le tematiche erotiche attraverso una grande varietà di sfumature, descrittive, linguistiche, psicologiche. Assolutamente inedito in italiano "La Marea" di Mandiargues, forse il racconto più bello. Mol ...continua

    Una raccolta di pregevoli racconti, tutti di grandi autori e di notevole fattura, che affrontano le tematiche erotiche attraverso una grande varietà di sfumature, descrittive, linguistiche, psicologiche. Assolutamente inedito in italiano "La Marea" di Mandiargues, forse il racconto più bello. Molto noto ma sempre straordinario è "Innocenza" di Brodkey.

    ha scritto il