Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Nero.

By Tiziano Sclavi

(376)

| Softcover | 9788877671516

Like Nero. ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

32 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Una commedia nera surreale, se non vi piace l'humor nero ed il surrealismo non iniziate neanche a leggerlo perché non vi piacerà.
    Se invece amate le due cose allora Nero non vi deluderà, cercate di reperirlo in tutti i modi anche se sarà difficile vi ...(continue)

    Una commedia nera surreale, se non vi piace l'humor nero ed il surrealismo non iniziate neanche a leggerlo perché non vi piacerà.
    Se invece amate le due cose allora Nero non vi deluderà, cercate di reperirlo in tutti i modi anche se sarà difficile visto che, come tutti i libri di Sclavi, è veramente raro.

    Una recensione più accurata qua sul mio blog : http://lifetalesofivanc.blogspot.it/search/label/Nero

    Is this helpful?

    Ivan Castellucci said on Mar 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Romanzo o fumetto?

    Più che un romanzo mi è sembrata la sceneggiatura di un fumetto e non è un caso, essendo l'autore il più grande sceneggiatore italiano di fumetti di sempre.

    Is this helpful?

    trcap said on Mar 9, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Tutta colpa della crema anti-cellulite. Quella che si produce solo in Svizzera.

    Ecco lo Sclavi che preferisco.
    Quello che non si prende troppo sul serio, che non prende troppo sul serio ciò che scrive, che impedisce alla sua ironia di farsi retorica (e quante volte invece avveniva in Dylan Dog...).
    Nero. non è un c ...(continue)

    Ecco lo Sclavi che preferisco.
    Quello che non si prende troppo sul serio, che non prende troppo sul serio ciò che scrive, che impedisce alla sua ironia di farsi retorica (e quante volte invece avveniva in Dylan Dog...).
    Nero. non è un capolavoro monumentale, è un giochino, ma un bel giochino, piacevole, chiede solo che ci si lasci andare, ci si faccia trasportare dalla sua meccanica bizzarra, dal suo impasto di realismo quotidiano e irrealtà da sceneggiatura cinematografica (o fumettistica), da una comicità e una buffoneria sempre venate di malinconia e, più nel profondo, di un'amara disperazione, quando l'occhio dell'autore vede e a quello del lettore mostra che dietro il velo del non-sense disimpegnato sta in agguato, dura e minacciosa, l'insensatezza dell'esistere.

    Per me, tra quanto letto finora dello Sclavi romanziere, Nero. si piazza saldo al secondo posto; al primo, ben più in alto e lontano, ovviamente ci sta Tre.

    Is this helpful?

    Yupa said on Feb 8, 2013 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Lo stile inconfondibile di Sclavi

    "Stanno giocando a scala quaranta sul tavolo.
    La porta finestra che da sul balconcino è aperta, loro due hanno i cappotti.
    "Pesca... Si aspetta che faccia buio, poi lo portiamo giù e andiamo a seppellire lui e quell'altro".
    Francesca non risponde,
    ...(continue)

    "Stanno giocando a scala quaranta sul tavolo.
    La porta finestra che da sul balconcino è aperta, loro due hanno i cappotti.
    "Pesca... Si aspetta che faccia buio, poi lo portiamo giù e andiamo a seppellire lui e quell'altro".
    Francesca non risponde, indifferente.
    Zardo chiude. Mescola le carte. Mette il mazzo in mezzo al tavolo e dice:
    "Taglia"
    E SZOCK! La mannaia insanguinata si abbatte sul tavolo, tagliando letteralmente a metà il mazzo di carte.
    Zardo e Francesca urlano alzandosi e ritraendosi.
    D'Ambrosi, ridotto a una specie di zombi, gorgoglia sangue e cerca di estrarre la mannaia dal tavolo dove si è conficcata."

    Asciutto, privo di ridondanze e di ricercatezze linguistiche, lo stile di Sclavi riesce con poche battute efficaci da dipingere una situazione, a dare un quadro completo della situazione, della scena, dell'azione. Il lettore non legge con facilità, come seguissero svolgersi di un film, ne intuisce le immagini, i colori, i suoni; non deve operare particolari direzioni per comprendere il significato delle sue incursioni nel fantastico.

    Is this helpful?

    MarcMiccia said on Dec 7, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Romanzo breve a metà fra un fumetto e una sceneggiatura cinematografica, basato sullo scambio di identità. Piacevole e d'impatto visivo, ottimo anche "Film", il romanzo breve che si trova in appendice, che è stato il primo scritto da Sclavi.

    Is this helpful?

    Joe Natta, Cantautore Scemenziale said on Oct 11, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Una storia ultra grottesca venata di beffarda ironia. Tecnicismi da sceneggiatore in abbondanza.
    Da leggersi solo avendo ben chiaro di cosa si tratta.

    Is this helpful?

    Moreno C. said on Sep 29, 2012 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (376)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Softcover 224 Pages
  • ISBN-10: 8877671513
  • ISBN-13: 9788877671516
  • Publisher: Camunia
  • Publish date: 1992-01-01
  • Also available as: Hardcover , Others
Improve_data of this book