Nero come il diamante

Di

Editore: Mondadori

3.1
(11)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 353 | Formato: Altri

Isbn-10: 880459151X | Isbn-13: 9788804591511 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Curatore: G. Carlotti

Genere: Mistero & Gialli

Ti piace Nero come il diamante?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Suzanne Jones, inappuntabile e stimata professoressa di storia e madre di tre figli, quando indossa una maschera e impugna la pistola diventa la rapinatrice Allison Murrieta, amante delle belle macchine e della fama mediatica, degna erede del leggendario Joaquìn Murrieta, fuorilegge della California di metà Ottocento. A suon di colpi oculatamente pubblicizzati, questa nuova incarnazione di Robin Hood che ruba ai ricchi - soprattutto le catene di fast food che sfruttano biecamente la manodopera - per donare (in parte) ai poveri, diventa una celebrità locale. Finché una sera s'imbatte in una carneficina tra bande rivali e in un bottino caduto dal cielo: quasi mezzo milione di dollari in diamanti. Un colpo molto più pericoloso di quelli a cui Allison è abituata, e una tentazione irresistibile. Ma scomparire con un carico di diamanti rubati significa attirare l'attenzione non delle forze dell'ordine, ma del più potente ricettatore di Los Angeles, il deus ex machina del crimine nella metropoli e il più pericoloso killer in circolazione: il salvadoregno Lupercio.E mentre Allison fugge per la città, soltanto il vicesceriffo Charlie Hood, incaricato di fare luce sul caso, potrà ritrovarla e salvare Suzanne, la donna nascosta dietro la maschera della popolare criminale, e della quale sembra essersi innamorato...
Ordina per
  • 3

    LA MATERIA DI CUI SONO FATTE LE LEGGENDE

    Poliziesco schizofrenico.
    Da una parte, la protagonista, una donna che insegna storia in terza media, ma trasforma Wonder Woman in una dilettante, un incrocio tra Catwoman e Robin Hood, come viene def ...continua

    Poliziesco schizofrenico.
    Da una parte, la protagonista, una donna che insegna storia in terza media, ma trasforma Wonder Woman in una dilettante, un incrocio tra Catwoman e Robin Hood, come viene definita a un certo punto (e non dimenticherei Calamity Jane, certo non quella di Deadwood), che si racconta in prima persona, risultando molto poco credibile, del tutto inverosimile, e molto poca simpatica.

    E, l’altra metà del romanzo, raccontato in terza persona dal classico narratore, dove fa i suoi primi passi Charles Hood (nessuna parentela con Robin, eroe di altri cinque titoli a seguire, incluso Sicarios), che è davvero notevole, con alcune scene che resta ben impresse, che mettono strizza a leggerle, che spingono a voltare pagina perché se nella pagina seguente il capitolo cambia, allora le atrocità sono finite.
    Diverse situazione che coinvolgono il killer di turno, un piccolo salvadoreno di nome Lupercio, sono memorabili: non solo la sua destrezza, la velocità e precisione con cui maneggia il machete, ma anche i dettagli, come lo spostamento d’aria nella notte causato dalle macchine che lo sfiorano mentre cammina alla volta della prossima strage.

    Come spesso succede con i romanzi polizieschi o noir, e spessissimo coi film, il titolo italiano, banale oltre ogni misura, ignora bellamente l’originale, L.A. Outlaws.

    ha scritto il 

  • 2

    Storia di una specie di Catwoman ninfomane, guardate il film ch'è meglio...

    Romanzetto con una certa dose di surrealismo, stile piatto e senza scossoni letterari degni di nota.

    Poi mi piacerebbe sapere come una madre di tre figli possa trovare il tempo materiale per fare quel ...continua

    Romanzetto con una certa dose di surrealismo, stile piatto e senza scossoni letterari degni di nota.

    Poi mi piacerebbe sapere come una madre di tre figli possa trovare il tempo materiale per fare quelle corbellerie notturne alla faccia di tutti gli altri, davvero poco plausibile in un thriller degno di questo nome - laddove in quei romanzi del genere un autore non dovrebbe fare troppi voli di fantasia, semmai deve praticamente costruire una storia con delle solide basi della vita reale.

    ha scritto il 

  • 5

    Thriller inaspettato e convincente. Narrazione che prende le parti della ladra, una Lupin contemporanea che si trova coinvolta in un grosso furto di diamanti. Donna affascinante e misteriosa, un thril ...continua

    Thriller inaspettato e convincente. Narrazione che prende le parti della ladra, una Lupin contemporanea che si trova coinvolta in un grosso furto di diamanti. Donna affascinante e misteriosa, un thriller diverso dal solito e per niente noioso

    ha scritto il 

  • 3

    Una sorpresa

    Mi aspettavo un libraccio, scritto così così e dalla storia troppo banale.
    Invece Jefferson Parker mi ha stupito, con un buon modo di scrivere, personaggi interessanti e credibili.
    Appassion ...continua

    Mi aspettavo un libraccio, scritto così così e dalla storia troppo banale.<br />Invece Jefferson Parker mi ha stupito, con un buon modo di scrivere, personaggi interessanti e credibili.<br />Appassiona sin da subito e le pagine scorrono via senza fatica: ci si ritrova a metà libro senza quasi accorgersene. Accadono molte cose, ma a volte viene perso il filo della storia per raccontare del passato e dopo un po' inizia a scocciare.<br />Bello; basta non aspettarsi un capolavoro.

    ha scritto il