Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Nessuno si salva da solo

Di

Editore: Mondolibri

3.0
(3278)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 160 | Formato: Copertina rigida

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook , Paperback

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Ti piace Nessuno si salva da solo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Salvarsi in coppia...

    Avevo questo libro in biblioteca e l'ho voluto leggere, anche per vedere se effettivamente poteva essere conforme ai miei gusti, se poteva insomma emozionarmi.La storia controversa e interessante di una coppia comune che vede svanire, dopo anni di convivenza il suo sogno d'amore...
    Dopo l'e ...continua

    Avevo questo libro in biblioteca e l'ho voluto leggere, anche per vedere se effettivamente poteva essere conforme ai miei gusti, se poteva insomma emozionarmi.La storia controversa e interessante di una coppia comune che vede svanire, dopo anni di convivenza il suo sogno d'amore...
    Dopo l'emozionante "non ti muovere" anch'esso incentrato sul mondo familiare, così pieno di inquietudini e contraddizioni quotidiane, l'autrice ritorna su questo argomento, secondo me, a lei molto caro...regalandoci un'altra storia...a tinte sfumate fra il rosa del sentimento e il grigio della monotonia che a volte può uccidere la fiamma dell'amore.
    I due si ritrovano dopo anni cercando di comprendere dove è finito il loro amore, la loro intesa di coppia...la loro attrazione.
    In fondo è vero...nessuno si salva da solo...non c'è titolo più appropriato e intenso di questo, adatto alla vicenda...
    Nessun amore, nessun sentimento, nessuna intesa di coppia può essere salvaguardata se non con l'apporto e la collaborazione di tutti e due i compagni di vita...
    L'amore non è un'energia che proviene da una sola fonte, ma deve essere alimentata da tutti e due gli amanti...e nell'immenso teatro della vita non c'è spazio per tentennamenti emotivi.
    A volte la ferma decisione di continuare il viaggio insieme, può essere....la salvezza di un rapporto d'amore...ma deve provenire da entrambi...
    Infatti, nessuno si salva da solo...o per essere precisi nessuno salva da solo il suo matrimonio (o convivenza che sia).
    Consigliato.
    Saluti.
    Ginseng666

    ha scritto il 

  • 3

    nessuno si salva da solo....

    è il primo libro della Mazzantini che leggo. mi è piaciuto abbastanza anche se credo non sia il migliore dei suoi lavori. Tutto sommato è un libro che si legge facilmente soprattutto per gli appasionati del tema di crisi di coppia. Forse sarò fuori dal coro dicendo che mi ha preso molto e che lo ...continua

    è il primo libro della Mazzantini che leggo. mi è piaciuto abbastanza anche se credo non sia il migliore dei suoi lavori. Tutto sommato è un libro che si legge facilmente soprattutto per gli appasionati del tema di crisi di coppia. Forse sarò fuori dal coro dicendo che mi ha preso molto e che lo ritengo un buon libro, anche se forse confusionario nel continuo scambio dei punti di vista tra i due protagonisti. Tre stelle meritate. Sono curiosa di leggere altro dell'autrice così vera e malinconica.

    ha scritto il 

  • 2

    Che dire...

    non mi ha fatto impazzire, avevo già provato a leggerlo 4 anni fà ma poi l'avevo abbandonato: troppe parolacce scontate, classica descrizione dell'italiano medio. Poi l'ho ripreso, mi sono sforzata di superare pagina 40, e alla fine l'ho finito. Andando avanti con la lettura superi lo stile volga ...continua

    non mi ha fatto impazzire, avevo già provato a leggerlo 4 anni fà ma poi l'avevo abbandonato: troppe parolacce scontate, classica descrizione dell'italiano medio. Poi l'ho ripreso, mi sono sforzata di superare pagina 40, e alla fine l'ho finito. Andando avanti con la lettura superi lo stile volgare nella descrizione (che almeno io ho trovato volgare) e alla fine riesce anche a prenderti. Non credo sia la sua opera migliore, ma alla fine sono solo 180 pagine quindi si fa leggere. Non lo consiglierei.

    ha scritto il 

  • 4

    Con una scrittura lucida, onesta, essenziale eppure capace di mettere a nudo stati d'animo, pensieri, tormenti, fragilità, e di farlo senza mezzi termini, quasi con spietatezza, la Mazzantini punta i riflettori sul microcosmo che è la coppia, con i suoi conflitti interni (uniti, spesso, a quelli ...continua

    Con una scrittura lucida, onesta, essenziale eppure capace di mettere a nudo stati d'animo, pensieri, tormenti, fragilità, e di farlo senza mezzi termini, quasi con spietatezza, la Mazzantini punta i riflettori sul microcosmo che è la coppia, con i suoi conflitti interni (uniti, spesso, a quelli personali, legati al proprio passato, che ci si porta dietro inevitabilmente), le difficoltà a risolverli, da una parte la voglia di provarci e non buttare all'aria quello che c'è stato e, dall'altra, la paura che non sia più possibile incollare i cocci rotti.
    Che non ci sia più niente e nessuno da salvare.

    Il romanzo si legge davvero con molta scorrevolezza, sia per la storia in sè (le vicende famigliari, bene o male, ci toccano tutti da vicino, seppure in modi diversi; è difficile che lascino indifferenti), sia per i personaggi (pochi, ma delineati in modo netto, con i quali ci si può immedesimare, perchè sufficientemente realistici), che per il ritmo molto veloce, dato dai tanti e vividi frammenti di ricordi e flashback presenti.
    Forse il finale non mi ha del tutto soddisfatta, nel senso che mi ha lasciata... un po' "così", con la sensazione che qualcosa sia rimasto ..."sospeso", quasi irrisolto, però nel complesso - e a parte questo - mi è piaciuto.

    http://chicchidipensieri.blogspot.it/2014/10/recensione-nessuno-si-salva-da-solo-di.html

    ha scritto il 

  • 4

    Delia e Gaetano si erano cercati. Neanche loro sanno quanto tempo hanno passato a cercarsi, tra la gente, a cercare quello sguardo, quel trascinarsi sui propri problemi e le proprie malinconie. Ma poi si erano trovati, 'due puledri bagnati che si erano tirati su' e avevano iniziato a vivere insie ...continua

    Delia e Gaetano si erano cercati. Neanche loro sanno quanto tempo hanno passato a cercarsi, tra la gente, a cercare quello sguardo, quel trascinarsi sui propri problemi e le proprie malinconie. Ma poi si erano trovati, 'due puledri bagnati che si erano tirati su' e avevano iniziato a vivere insieme. A crescere, maturare. Si aggrappavano l'uno all'altro, Delia alle braccia di Gaetano, Gaetano alla mente di Delia. Un amore che poteva anche guarire dall'odio per se stessi, da quell'anoressia che ti mangia dentro fino a lasciarti solo le ossa. Perché Delia di problemi ne ha avuti tanti. Ha rifiutato il suo corpo e il cibo, credendo di poter dominare se stessa. E Gaetano, con quello sguardo da cane bastonato, con le notti passate a cercare di cavare qualcosa da quei suoi scritti, con il suo camion su e giù per l'Italia, per il mondo, a ricoprire distanze.
    'Ritrovarsi, una questione di un attimo', come direbbe Baricco, e la loro vita aveva preso a funzionare nel modo giusto. Sensazioni, emozioni paradisiache. L'amore fatto nei posti più impensabili. E poi il matrimonio, i figli.

    CONTINUA: http://unlibroeunacioccolata.blogspot.it/2014/10/nessuno-si-salva-da-solo-recensione.html

    ha scritto il 

  • 4

    La Mazzantini non delude mai...

    Questa storia la definirei una vera "autopsia dei sentimenti" oppure una "cronaca dettagliata della fine" perchè riesce a catapultarci nelle pieghe più turpi e meno edificanti di un matrimonio ormai al capolinea.
    All'inizio ho provato una sensazione di disgusto a causa del linguaggio a trat ...continua

    Questa storia la definirei una vera "autopsia dei sentimenti" oppure una "cronaca dettagliata della fine" perchè riesce a catapultarci nelle pieghe più turpi e meno edificanti di un matrimonio ormai al capolinea.
    All'inizio ho provato una sensazione di disgusto a causa del linguaggio a tratti scurrile usato dall'autrice ma poi ho capito che il suo stile è assolutamente funzionale perchè al servizio della storia e dello stato d'animo dei protagonisti. A mio parere, infatti, è proprio quella la sensazione che intende trasmettere al lettore: un senso di "schifo" e insieme di distacco, freddezza, solitudine, disperazione e di amaro disincanto per un progetto di vita e di famiglia che naufraga segnando un doloroso fallimento sia per la coppia che per i singoli individui che la compongono.
    I vari rimandi e flashback ad un tempo passato felice e pieno di aspettative evidenziano ancora di più la miseria del tempo presente rendendo il tutto ancora più drammatico.
    La Mazzantini colpisce sempre nel segno, le sue parole colpiscono come schiaffi e ti restano dentro come profonde carezze. La sua scrittura è "viva" ed energica, grida rabbia, paura, disprezzo, rancore così come amore, passione e pura felicità.

    ha scritto il 

  • 1

    Non si salva per niente

    Nessuno si salva da solo e neanche la MAzzantini ci riesce. Stavolta il suo nome non basta. Autrice che per me vale solo per "Venuto al mondo" e neanche quello lo definirei un capolavoro. Tornando a "Nessuno si salva da solo".. scorre in maniera lenta, pesante, monotono. Stile per niente incisivo ...continua

    Nessuno si salva da solo e neanche la MAzzantini ci riesce. Stavolta il suo nome non basta. Autrice che per me vale solo per "Venuto al mondo" e neanche quello lo definirei un capolavoro. Tornando a "Nessuno si salva da solo".. scorre in maniera lenta, pesante, monotono. Stile per niente incisivo, privo di altre emozioni all'infuori della tristezza, angoscia. Stazionario, privo di qualsiasi cosa, dove la scena è una e una sola. Dialoghi deprimenti, rabbiosi che finiscono col diventare squallidi. Uso di parolacce gratuite, inutili, fuori luogo, privo di contenuto. A me non sembra neanche un libro, ma una confessione o per meglio dire uno sfogo inserito in unincontro, dove si parte dal principio e si ripercorre la vita.

    ha scritto il 

  • 2

    Non avevo mai letto nulla della Mazzantini, ma sono rimasta delusa. Tutti ne parlavano, sembrava il caso editoriale del secolo, invece ho trovato il nulla. Storia senza un vero senso, il finale non dice niente di che, mi ha fatto titubare sul futuro e sul potere dell'amore.

    ha scritto il 

Ordina per