Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Nessuno si salva da solo

By Margaret Mazzantini

(488)

| Hardcover

Like Nessuno si salva da solo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

746 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Quando un amore finisce...

    "La disperazione rende più umani. Però non insegna a vivere. Quello che ti unisce e ti porta in alto, di colpo ti separa, ti porta via".
    Una storia "reale", intrisa di tutte quelle quotidiane emozioni e sentimenti che si provano quando si chiude una ...(continue)

    "La disperazione rende più umani. Però non insegna a vivere. Quello che ti unisce e ti porta in alto, di colpo ti separa, ti porta via".
    Una storia "reale", intrisa di tutte quelle quotidiane emozioni e sentimenti che si provano quando si chiude una storia d'amore molto importante.
    Rabbioso e violento, ben scritto (come sempre), lettura scorrevole e si rischia di immedesimarsi molto nella rabbia e nel rancore.

    Is this helpful?

    Emma said on Sep 10, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non il migliore della Mazzantini

    Tre stelle per la Mazzantini che aveva lasciato il segno con 'Venuto al mondo' ma che sta volta non mi ha convinto al 100%.
    Allora la storia l'ho trovata interessante perché non racconta la solita fase dell'innamoramento e non è detto che ogni libr ...(continue)

    Tre stelle per la Mazzantini che aveva lasciato il segno con 'Venuto al mondo' ma che sta volta non mi ha convinto al 100%.
    Allora la storia l'ho trovata interessante perché non racconta la solita fase dell'innamoramento e non è detto che ogni libro che si legga debba finire bene (in questo caso sarebbe piú appropriato dire 'iniziato bene'). È un romanzo triste, malinconico. La cosa strana è che la storia di per se diciamo che mi è piaciuta, mentre i personaggi di Gaetano e Delia li ho trovati insopportabili. Sono irritanti, stupidi ed egoisti. Due persone che pensano unicamente a loro stesse e che l'unica cosa che fanno è chiedersi se loro figlio diventerà gay.
    Non è certo un inno all'amore questo romanzo, e forse è questa la cosa che mi ha lasciato un po' di tristezza a fine lettura.
    Non so se consigliarlo o meno. Mi ha colpita e mi ha lasciato tante cose su cui pensare, non so se è un bene o un male, ma se volete provare a leggerlo, trovate un libro stile 'una serie di sfortunati eventi' per farvi passare la malinconia. Del resto, nessuno si salva da solo.

    Is this helpful?

    The lady of the dragons said on Sep 4, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    niente di che

    Niente di che, non lascia il segno.. o forse non era il momento giusto di leggerlo, chissà.. comunque dopo "Venuto al mondo" la Mazzantini non ha più saputo scrivere niente di minimamente paragonabile.

    Is this helpful?

    fi0na said on Sep 3, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Eccomi qui, per l'ennesima volta insoddisfatta davanti ad un libro esaltato un po' da tutti. Delusa dalla storia, delusa dai personaggi, delusa dallo stile. L'ho trovato davvero troppo sopravvalutato, e mi duole ammetterlo, ma come primo impatto la M ...(continue)

    Eccomi qui, per l'ennesima volta insoddisfatta davanti ad un libro esaltato un po' da tutti. Delusa dalla storia, delusa dai personaggi, delusa dallo stile. L'ho trovato davvero troppo sopravvalutato, e mi duole ammetterlo, ma come primo impatto la Mazzantini finisce diretta nella classifica degli scrittori non graditi. Il suo stile troppo caustico ed asciutto, quasi cinico nei confronti dei sentimenti, rende la lettura snervante. La narrazione, sviluppata per associazione di idee, rende confusa l'intera trama. Non arriva dritta al cuore, non si perde ad analizzare i dettagli, quasi come se tutti conoscessero Gaetano e Delia. E forse è così, ma io non li conosco. Non so cosa voglia dire affrontare un divorzio, né l'ho capito grazie a questo libro. Il finale, in linea con il resto del romanzo, risulta assolutamente insoddisfacente e quasi tirato via. Consigliarlo? Si, ma solo a chi è divorziato e incazzato con il mondo.

    E' uno sbaglio andare a istinto. Ti porta fino a un certo punto, poi ti molla. Quando cominci a indurirti non hai più nulla, l'istinto muore giovane. Si trasforma in sospetto. E tu resti un semplice ignorante in balia delle tue menomazioni.

    La disperazione rende più umani. Però non insegna a vivere. Quello che ti unisce e ti porta in alto, di colpo ti separa, ti porta via.

    Non sono più disposto a soffrire. Mi sono svegliato una mattina e ho detto basta.

    E' un bambino senza troppe aspettative. Preferisce rinunciare piuttosto che esporsi a un rifiuto.

    Is this helpful?

    Simo said on Aug 26, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Dopo questo libro, ho capito Dorfless che diceva "mi stupisco che si possa ancora leggere la Mazzantini"
    Avrei fatto un falò di lui, lei, e forse anche i due bambini

    Is this helpful?

    Elfovet said on Aug 15, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un colpo al cuore

    Colpisce all'anima. Intenso e duro, l'ho amato.

    Is this helpful?

    Mimì said on Aug 6, 2014 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (488)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Hardcover 160 Pages
  • Publisher: Mondolibri
  • Publish date: 2011-01-01
  • Also available as: Paperback , eBook
Improve_data of this book

Margin notes of this book

Page 17 , 18 , 22 , 34 , 39 , 47 , 71 , 137 , 145 , 19 , 9 , 10 , 11 , 14 , 16 , 20 , 21 , 23 , 26 , 27 , 28 , 29 , 31 , 32 , 36 , 37 , 45 , 53 , 54 , 65 , 66 , 69 , 70 , 72 , 74 , 75 , 78 , 82 , 83 , 90 , 92 , 97 , 98 , 114 , 117 , 121 , 123 , 125 , 126 , 127 , 131 , 132 , 133 , 138 , 139 , 146 , 147 , 151 , 152 , 155 , 157 , 159