Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Nessuno si salva da solo

By Margaret Mazzantini

(971)

| Paperback | 9788866210245

Like Nessuno si salva da solo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Delia e Gaetano erano una coppia. Ora non lo sono più, e stasera devono imparare a non esserlo. Si ritrovano a cena, in un ristorante all'aperto, poco tempo dopo aver rotto quella che fu una famiglia. Lui si è trasferito in un residence, lei è rimast Continue

Delia e Gaetano erano una coppia. Ora non lo sono più, e stasera devono imparare a non esserlo. Si ritrovano a cena, in un ristorante all'aperto, poco tempo dopo aver rotto quella che fu una famiglia. Lui si è trasferito in un residence, lei è rimasta nella casa con i piccoli Cosmo e Nico. La passione dell'inizio e la rabbia della fine sono ancora pericolosamente vicine. Delia e Gaetano sono ancora giovani, più di trenta, meno di quaranta, un'età in cui si può ricominciare. Sognano la pace ma sono tentati dall'altro e dall'altrove. Ma dove hanno sbagliato? Non lo sanno. Tre anni dopo "Venuto al mondo", Margaret Mazzantini torna con un romanzo che è l'autobiografia sentimentale di una generazione. La storia di cenere e fiamme di una coppia contemporanea con le sue trasgressioni ordinarie, con la sua quotidianità avventurosa. Una coppia come tante, come noi. Contemporaneamente a noi.

748 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    La Mazzantini non delude mai...

    Questa storia la definirei una vera "autopsia dei sentimenti" oppure una "cronaca dettagliata della fine" perchè riesce a catapultarci nelle pieghe più turpi e meno edificanti di un matrimonio ormai al capolinea.
    All'inizio ho provato una sensazione ...(continue)

    Questa storia la definirei una vera "autopsia dei sentimenti" oppure una "cronaca dettagliata della fine" perchè riesce a catapultarci nelle pieghe più turpi e meno edificanti di un matrimonio ormai al capolinea.
    All'inizio ho provato una sensazione di disgusto a causa del linguaggio a tratti scurrile usato dall'autrice ma poi ho capito che il suo stile è assolutamente funzionale perchè al servizio della storia e dello stato d'animo dei protagonisti. A mio parere, infatti, è proprio quella la sensazione che intende trasmettere al lettore: un senso di "schifo" e insieme di distacco, freddezza, solitudine, disperazione e di amaro disincanto per un progetto di vita e di famiglia che naufraga segnando un doloroso fallimento sia per la coppia che per i singoli individui che la compongono.
    I vari rimandi e flashback ad un tempo passato felice e pieno di aspettative evidenziano ancora di più la miseria del tempo presente rendendo il tutto ancora più drammatico.
    La Mazzantini colpisce sempre nel segno, le sue parole colpiscono come schiaffi e ti restano dentro come profonde carezze. La sua scrittura è "viva" ed energica, grida rabbia, paura, disprezzo, rancore così come amore, passione e pura felicità.

    Is this helpful?

    Laura said on Oct 14, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non si salva per niente

    Nessuno si salva da solo e neanche la MAzzantini ci riesce. Stavolta il suo nome non basta. Autrice che per me vale solo per "Venuto al mondo" e neanche quello lo definirei un capolavoro. Tornando a "Nessuno si salva da solo".. scorre in maniera lent ...(continue)

    Nessuno si salva da solo e neanche la MAzzantini ci riesce. Stavolta il suo nome non basta. Autrice che per me vale solo per "Venuto al mondo" e neanche quello lo definirei un capolavoro. Tornando a "Nessuno si salva da solo".. scorre in maniera lenta, pesante, monotono. Stile per niente incisivo, privo di altre emozioni all'infuori della tristezza, angoscia. Stazionario, privo di qualsiasi cosa, dove la scena è una e una sola. Dialoghi deprimenti, rabbiosi che finiscono col diventare squallidi. Uso di parolacce gratuite, inutili, fuori luogo, privo di contenuto. A me non sembra neanche un libro, ma una confessione o per meglio dire uno sfogo inserito in unincontro, dove si parte dal principio e si ripercorre la vita.

    Is this helpful?

    Emy Chirico said on Oct 9, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non avevo mai letto nulla della Mazzantini, ma sono rimasta delusa. Tutti ne parlavano, sembrava il caso editoriale del secolo, invece ho trovato il nulla. Storia senza un vero senso, il finale non dice niente di che, mi ha fatto titubare sul futuro ...(continue)

    Non avevo mai letto nulla della Mazzantini, ma sono rimasta delusa. Tutti ne parlavano, sembrava il caso editoriale del secolo, invece ho trovato il nulla. Storia senza un vero senso, il finale non dice niente di che, mi ha fatto titubare sul futuro e sul potere dell'amore.

    Is this helpful?

    Duncan Bridget said on Sep 22, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Quando un amore finisce...

    "La disperazione rende più umani. Però non insegna a vivere. Quello che ti unisce e ti porta in alto, di colpo ti separa, ti porta via".
    Una storia "reale", intrisa di tutte quelle quotidiane emozioni e sentimenti che si provano quando si chiude una ...(continue)

    "La disperazione rende più umani. Però non insegna a vivere. Quello che ti unisce e ti porta in alto, di colpo ti separa, ti porta via".
    Una storia "reale", intrisa di tutte quelle quotidiane emozioni e sentimenti che si provano quando si chiude una storia d'amore molto importante.
    Rabbioso e violento, ben scritto (come sempre), lettura scorrevole e si rischia di immedesimarsi molto nella rabbia e nel rancore.

    Is this helpful?

    Emma said on Sep 10, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non il migliore della Mazzantini

    Tre stelle per la Mazzantini che aveva lasciato il segno con 'Venuto al mondo' ma che sta volta non mi ha convinto al 100%.
    Allora la storia l'ho trovata interessante perché non racconta la solita fase dell'innamoramento e non è detto che ogni libr ...(continue)

    Tre stelle per la Mazzantini che aveva lasciato il segno con 'Venuto al mondo' ma che sta volta non mi ha convinto al 100%.
    Allora la storia l'ho trovata interessante perché non racconta la solita fase dell'innamoramento e non è detto che ogni libro che si legga debba finire bene (in questo caso sarebbe piú appropriato dire 'iniziato bene'). È un romanzo triste, malinconico. La cosa strana è che la storia di per se diciamo che mi è piaciuta, mentre i personaggi di Gaetano e Delia li ho trovati insopportabili. Sono irritanti, stupidi ed egoisti. Due persone che pensano unicamente a loro stesse e che l'unica cosa che fanno è chiedersi se loro figlio diventerà gay.
    Non è certo un inno all'amore questo romanzo, e forse è questa la cosa che mi ha lasciato un po' di tristezza a fine lettura.
    Non so se consigliarlo o meno. Mi ha colpita e mi ha lasciato tante cose su cui pensare, non so se è un bene o un male, ma se volete provare a leggerlo, trovate un libro stile 'una serie di sfortunati eventi' per farvi passare la malinconia. Del resto, nessuno si salva da solo.

    Is this helpful?

    The lady of the dragons said on Sep 4, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    niente di che

    Niente di che, non lascia il segno.. o forse non era il momento giusto di leggerlo, chissà.. comunque dopo "Venuto al mondo" la Mazzantini non ha più saputo scrivere niente di minimamente paragonabile.

    Is this helpful?

    fi0na said on Sep 3, 2014 | 1 feedback

Book Details

  • Rating:
    (971)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 189 Pages
  • ISBN-10: 8866210242
  • ISBN-13: 9788866210245
  • Publisher: A. Mondadori (numeri Primi)
  • Publish date: 2012-03-01
  • Also available as: Hardcover , eBook
Improve_data of this book

Margin notes of this book