Neverwhere

By

Publisher: Headline Book Publishing

4.2
(4464)

Language: English | Number of Pages: 352 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Chi traditional , French , German , Italian , Spanish , Portuguese , Russian , Czech , Japanese , Polish , Danish , Indonesian

Isbn-10: 0747266689 | Isbn-13: 9780747266686 | Publish date:  | Edition Export Ed

Also available as: Mass Market Paperback , Hardcover , Audio Cassette , School & Library Binding , Audio CD , eBook , Others

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Do you like Neverwhere ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Under the streets of London there's a world most people could never even dream of. A city of monsters and saints, murderers and angels, and pale girls in black velvet. Richard Mayhew is a young businessman who is about to find out more than he bargained for about this other London. A single act of kindness catapults him out of his safe and predictable life and into a world that is at once eerily familiar and yet utterly bizarre. There's a girl named Door, an Angel called Islington, an Earl who holds Court on the carriage of a Tube train, a Beast in a labyrinth, and dangers and delights beyond imagining ...And Richard, who only wants to go home, is to find a strange destiny waiting for him below the streets of his native city. Includes extra material exclusive to Headline Review's edition
Sorting by
  • 5

    Decisamente impeccabile.

    Rimanendo su questo genere, (normalmente le mie recensioni non vanno mai a toccare capolavori che non mi sento in diritto di recensire) raramente ho finito di leggere un libro e pensare "non ha un dif ...continue

    Rimanendo su questo genere, (normalmente le mie recensioni non vanno mai a toccare capolavori che non mi sento in diritto di recensire) raramente ho finito di leggere un libro e pensare "non ha un difetto". Questo è quello che è appena successo dopo aver letto "Nessun Dove". Sarà che l'ho letto in due giorni in cui non avevo la possibilità di fare nient'altro ed ero chiuso in casa, ma questo romanzo mi ha trasportato in un altro mondo e, dopo aver finito, mi ha dolcemente accompagnato all'uscita. Iper consigliato.

    said on 

  • 5

    Ah, Gaiman! Perché non ti ho letto prima?! Romanzo scritto davvero bene, prosa semplice e lineare, una bella trama fitta e ricca. Sarebbe un perfetto libro da ombrellone, appassionante e avvincente, è ...continue

    Ah, Gaiman! Perché non ti ho letto prima?! Romanzo scritto davvero bene, prosa semplice e lineare, una bella trama fitta e ricca. Sarebbe un perfetto libro da ombrellone, appassionante e avvincente, è scorrevole e si lascia leggere con facilità.

    said on 

  • 2

    Emozionalmente incompleto

    Come accaduto con altri libri di Gaiman, mi trovo ad ammirare la fantasia, la genialità e la pazzia dell'autore, ma resto - al contempo - costantemente deluso dalla sua scrittura, poco coinvolgente e ...continue

    Come accaduto con altri libri di Gaiman, mi trovo ad ammirare la fantasia, la genialità e la pazzia dell'autore, ma resto - al contempo - costantemente deluso dalla sua scrittura, poco coinvolgente e incisiva, a tratti troppo confusa e monotona.
    Spero, un giorno, di leggere un romanzo di Gaiman che mi conquisti appieno.

    said on 

  • 4

    Neverwhere (1996)

    Non sapevo niente della genesi di questo libro fino ai ringraziamenti alla fine: ora ovviamente voglio vedere le 6 puntate. Però il finale è evidentemente aperto a un sequel che poi non c'è stato e ch ...continue

    Non sapevo niente della genesi di questo libro fino ai ringraziamenti alla fine: ora ovviamente voglio vedere le 6 puntate. Però il finale è evidentemente aperto a un sequel che poi non c'è stato e che Gaiman si terrà per i periodi di magra ispirazione per le novità, che peccato

    said on 

  • 4

    Ottima lettura, non da fuochi d'artificio, ma davvero ottima...

    PREMESSA
    Finalmente é arrivato anche il mio momento di leggere Gaiman (gaiman? gheiman? boh) (ok, controllato. gheiman). Ho questa abitudine (vizio?) di tenermi assolutamente alla larga da ció di cui ...continue

    PREMESSA
    Finalmente é arrivato anche il mio momento di leggere Gaiman (gaiman? gheiman? boh) (ok, controllato. gheiman). Ho questa abitudine (vizio?) di tenermi assolutamente alla larga da ció di cui tutti gli altri parlano. Provo una fortissima repulsione, un disgusto quando sento per l'ennesima volta di un certo autore, o un certo libro, il nuovo caso editoriale che mi allontano istintivamente, nauseata ed annoiata di sentire sempre e solo quel nome. Lo stesso avviene per questo scrittore: ad un certo punto nella mia vita ovunque mi girassi c'era solo lui. L'ho scoperto per la prima volta, parzialmente costretta (anche se in cuor mio un piccolo spiraglio di chance glielo stavo concedendo) con il film Stardust. E sono stata piacevolmente sorpresa: dalla trama, dai personaggi, dalla miscela "mitologica" e da quella dei tropi fiabeschi. Ma é stato lievemente difficile ammetterlo a me stessa. Poi l'ho perso di vista. Mi ha poi sempre un pochino frenato il fatto che scrivesse fumetti, o un fumetto, Sandman. Non perché disprezzi i fumetti, ma perché non riesco a capirli: il solo pensiero che una storia, o un personaggio possa svilupparsi per quello che io vedo come un'eternitá, anche se potenziale (vedi i grandi supereroi, nati negli anni '50, e ancora oggi protagonisti di storie disegnate) mi lascia profondamente shockata, perché penso alla possibilitá di non poterlo conoscere in maniera finita, conclusa. Ció nonostante, questo libro di Gaiman fa parte della mia biblioteca da molto molto tempo, a significare che in qualche modo il forte chiacchiericcio attorno alla sua persona in qualche modo aveva scalfito la mia superba corazza. Ed eccomi finalmente arrivata al giorno in cui gli ho permesso di raccontarmi una storia.
    FINE PREMESSA
    Che dire di Nessun dove? É un libro leggero, scorrevole, originale e, stranamente e positivamente (per il genere fantasy, o almeno a quello a cui sono abituata io), breve. Anche questo aiuta nella lettura, la certezza della compattezza, della concentrazione della narrazione: non che io soffra nelle letture lunghe, ma é solo una tipologia diversa e relativamente nuova per me. I personaggi sono variopinti e fiabeschi e il tropo di utilizzare una grande cittá per ambientarvi una realtá parallela e sovrapposta é certamente interessante e di successo. Ancora una volta vedo in Gaiman questa incredibile capacitá di fondere folklori e mitologie di popoli diversi, con un'abilitá combinatoria di tropi classici che ha come doppio risultato quello di creare, da un lato, un'estrema familiaritá dei personaggi e dei loro ruoli e, dall'altro, la piacevole sorpresa nel vedere come qualcosa di cosí familiare possa venire ricombinato in qualcosa di diverso e originale. Il tutto spruzzato qua e lá di humour che mi ha definitivamente strappato una sonora risata. Finale prevedibile, ma non é cosí sbagliato, dato che é quello che si auspicava per il protagonista. Piacevole anche il richiamo ad altri testi e non ho potuto fare a meno di vedere in Richard un'altra incarnazione di Arthur di Guida galattica per autostoppisti (e non penso di allontanarmi troppo dal vero, visto che il primo scritto di Gaiman é per l'appunto un tributo alla grande trilogia in cinque atti di Douglas Adams).
    Per concludere, la mia superbia nei confronti dei nomi che sono sulla bocca di tutti in un determinato periodo penso che rimarrá ancora, ma Neil Gaiman é stato decisamente una meravigliosa sorpresa.

    said on 

  • 3

    Un Urban Fantasy diverso e gradevole, un viaggio visionario, un percorso singolare che conduce ad un mondo fantasioso e surreale, popolato da personaggi bizzarri ed accattivanti.
    Una lettura scorrev ...continue

    Un Urban Fantasy diverso e gradevole, un viaggio visionario, un percorso singolare che conduce ad un mondo fantasioso e surreale, popolato da personaggi bizzarri ed accattivanti.
    Una lettura scorrevole e piacevole.

    said on 

  • 5

    «So che questa è una domanda indiscreta, ma lei, per caso, è clinicamente pazzo?»
    «Possibile, ma assai improbabile. Perché?»
    «Bè» ribatté Richard «Uno di noi deve esserlo per forza!»

    Non ho paura di ...continue

    «So che questa è una domanda indiscreta, ma lei, per caso, è clinicamente pazzo?»
    «Possibile, ma assai improbabile. Perché?»
    «Bè» ribatté Richard «Uno di noi deve esserlo per forza!»

    Non ho paura di cadere. Quello di cui ho paura è il momento in cui smetti di cadere e cominci ad essere morto.

    said on 

  • 4

    Una fiaba grottesca, un accattivante viaggio nella più sfrenata fantasia, un itinerario insolito che attraversa la Londra di chi ha ancora gli occhi per vedere il mondo con lo sguardo di un bambino.
    p ...continue

    Una fiaba grottesca, un accattivante viaggio nella più sfrenata fantasia, un itinerario insolito che attraversa la Londra di chi ha ancora gli occhi per vedere il mondo con lo sguardo di un bambino.
    ponti fatti di buio, mercati fluttuanti, cattivi ampollosi e orgogliosi del loro mestiere, topi trattati come re, conti e marchesi che poco hanno a che fare con la nobiltà...e poi ancora porte che si aprono sul nulla, la notte che diventa giorno, metropolitane molto pericolose e belve che attendono silenti.
    sfogliate le pagine e avventuratevi nella Londra di sotto!

    said on 

Sorting by