Nido di nobili

Voto medio di 188
| 22 contributi totali di cui 16 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Ha scritto il 26/12/15
Fulgore.

"Che cosa pensarono, che cosa sentirono entrambi? Chi può saperlo? Chi può dirlo? Ci sono dei momenti nella vita, dei sentimenti... che si possono soltanto indicare, per poi passare oltre."
  • 6 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 17/12/15
Ho un debole per le storie d'amore travagliate e i russi sono maestri nel raccontarle.
  • 6 mi piace
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il 14/06/15
Anche in un romanzo incentrato su una storia sentimentale, come questo, Turgenev riesce a fare considerazioni di carattere sociale e politico, in particolare contrapponendo il protagonista, il nobile dalle convinzioni slavofile Lavreckij e il suo ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 28/12/14
“Sono in fondo al fiume”
A volte un libro può chiamare un altro libro; il richiamo può essere molto forte e non bisogna comportarsi come Ulisse quando incontra le sirene ma anzi fare tutto il contrario: abbandonarsi al suo canto e leggere il libro "sirena".Mi è successo ..." Continua...
  • 5 mi piace
  • 3 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 10/04/14
Primo incontro con Turgenev, il titolo non mi ispirava per niente, ma il romanzo si è rivelato piacevole.
Molto interessante anche perchè racconta molto bene come si viveva in russia in quegli anni.
  • Rispondi

Ha scritto il Mar 14, 2013, 08:37
Che cosa pensarono, che cosa sentirono entrambi? Chi può saperlo? Chi può dirlo? Ci sono dei momenti nella vita, dei sentimenti... che si possono soltanto indicare - per poi passare oltre.
Pag. 180
  • Rispondi
Ha scritto il Mar 14, 2013, 08:35
...egli, vagabondo solitario, senza un tetto, al suono delle ilari grida, che giungevano sino a lui, della giovane generazione che aveva preso il suo posto - guardò a tutta la sua vita. Il suo cuore fu invaso dalla tristezza, ma non provò pena né ... Continua...
Pag. 179
  • Rispondi
Ha scritto il Mar 14, 2013, 08:23
Ma poi gli sembrava che tutto, tutto quello che gli stava accadendo, fosse un sogno, anzi neanche un sogno, un'assurdità, che bisognasse soltanto scuotersi, guardarsi intorno... Egli si guardava intorno e, al pari di uno sparviero che affonda gli ... Continua...
Pag. 58
  • Rispondi
Ha scritto il Jul 21, 2011, 18:52
Robusto, colorito, già barbuto, egli produceva una strana impressione sui suoi compagni; essi non sospettavano nemmeno che in quell'uomo severo, che giungeva puntualmente alle lezioni sulla larga slitta campagnuola a due cavalli, si nascondesse ... Continua...
Pag. 35
  • Rispondi
Ha scritto il Jul 21, 2011, 18:49
Egli non sapeva entrare in relazione con la gente; a ventitrè anni, con un'indomita sete d'amore nel cuore umiliato, egli non osava ancora guardare negli occhi nessuna donna. Con la sua intelligenza lucida e sensata, ma un poco pesante, con la sua ... Continua...
Pag. 34
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Jul 12, 2016, 07:30
891.1
TUR 3320
Letteratura delle altre Lingue
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi