All’inizio si tratta di oggetti innocenti: una canna da pesca, un pallone, un paio di sandali, ma presto si fanno prendere la mano, si sfidano, si spingono più in là. Al sacrificio di un adorato criceto seguono un taglio di capelli, un certificato di ...Continua
Donatella Monego
Ha scritto il 23/04/18
Devo ancora digerirlo
Ottima scrittura, ma libro decisamente tosto. Devo dire che l'ho patito ... ho patito la storia, ho patito alcuni passaggi e ho patito a pensare quanto questo racconto non sia poi così lontano dalla realtà di tanti ragazzi che probabilmente non hanno...Continua
LadyRock
Ha scritto il 20/04/18
È finita. Più che finita. Finitissima.
No, è che poi alla fine i libri si impastano col momento che stai vivendo. Momento iniziato con 'Il buon vecchio sesso fa paura' e finito con 'Niente'. Finisce qui. Finisce l'incubo, la paura, finisce tutto quanto con questo librettino piccolo piccol...Continua
Rina S
Ha scritto il 15/09/17
Da tempo volevo leggere questo libro, mi ha sempre frenato sapere che fosse un libro duro. Effettivamente lo è, soprattutto se pensiamo che ha come protagonisti, ragazzi di 13 anni, che per dimostrare ad un loro amico che non è come lui afferma, e c...Continua
VersiLiberi
Ha scritto il 08/09/17
-Fu allora che Pierre Anton si alzò. “Non c’è niente che abbia senso” disse. “È tanto tempo che lo so. Perciò non vale la pena far niente. Lo vedo solo adesso.” Con la massima calma si chinò e rimise nella cartella tutto quello che aveva appena tirat...Continua
Luigi
Ha scritto il 11/06/17
SPOILER ALERT
Durissimo. Un mondo senza più limiti e paletti, in cui gli adulti quasi non esistono e i personaggi cercano in modo forsennato di trovare un senso alle loro vite, di zittire il compagno-coscienza che li provoca dalla cima dell'albero. A niente varrà...Continua

LadyRock
Ha scritto il Apr 20, 2018, 18:13
"Non c’è niente che abbia senso” disse. “È tanto tempo che lo so. Perciò non vale la pena far niente. Lo vedo solo adesso."
LadyRock
Ha scritto il Apr 20, 2018, 18:10
Piangevamo perché avevamo perduto qualcosa e trovato qualcos'altro. E perché è doloroso, sia perdere che trovare. E perché sapevamo cosa avevamo perduto, ma non eravamo ancora capaci di definire a parole quello che avevamo trovato.
VersiLiberi
Ha scritto il Sep 08, 2017, 14:04
“È tutta una commedia basata sulla finzione, si tratta di vedere chi è il più bravo a far finta”.
VersiLiberi
Ha scritto il Sep 08, 2017, 14:03
“Non c’è niente che abbia senso” disse. “È tanto tempo che lo so. Perciò non vale la pena far niente. Lo vedo solo adesso.”
Lucy ebbasta
Ha scritto il Mar 21, 2017, 09:21
Piangevamo perché avevamo perduto qualcosa e trovato qualcos’altro. E perché è doloroso, sia perdere che trovare. E perché sapevamo che cosa avevamo perduto, ma non eravamo ancora capaci di definire a parole quello che avevamo trovato.
Pag. 69

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi