Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Nieve De Primavera

El mar de la fertilidad, 1

By

Publisher: Alianza

3.9
(678)

Language:Español | Number of Pages: 472 | Format: Mass Market Paperback | In other languages: (other languages) English , Japanese , Italian , German

Isbn-10: 8420661406 | Isbn-13: 9788420661407 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Philosophy

Do you like Nieve De Primavera ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 3

    Un trattato sulla metafora

    Ho trovato la lettura di questo libro lenta e difficile. Lenta a causa delle descrizioni minuziose di luoghi e sentimenti introspettivi, difficile nella comprensione di termini, costumi e tradizioni g ...continue

    Ho trovato la lettura di questo libro lenta e difficile. Lenta a causa delle descrizioni minuziose di luoghi e sentimenti introspettivi, difficile nella comprensione di termini, costumi e tradizioni giapponesi, un mondo troppo lontano dalla cultura occidentale. La narrazione sarebbe stata molto più semplice se sfrondata da un lirismo eccessivo che, se per taluni può essere piacevole, a mio parere cade spesso nel barocchismo stucchevole e pesante. Ma più di ogni altra cosa, questa opera di Mishima è un vero inno alla metafora: non vi è una pagina, una frase, un concetto che non veda il riferimento ad un'immagine evocativa!
    Ciò detto, la storia dell'amore infelice di Kiyoaki e Satoko riesce solo in parte a coinvolgere il lettore, affaticato da tanta ridondanza linguistica. Rifulge su tutto il sentimento di amicizia che lega fino alla tragica fine l'immaturo Kiyoaki al più razionale Honda.
    Ho messo un segnalibro solo a questa frase: "Kiyoaki intuì che al mondo ci sono persone che si dedicano alla coltivazione dei fiori solo per poterne strappare i petali".
    E non mi sembra una casualità.

    said on 

  • 3

    Con sovrabbondanza di similitudini e metafore, una prosa ridondante, leziosa, talora baroccheggiante, per l'insistenza su particolari spesso inutili, l'autore propone uno spaccato di vita giapponese t ...continue

    Con sovrabbondanza di similitudini e metafore, una prosa ridondante, leziosa, talora baroccheggiante, per l'insistenza su particolari spesso inutili, l'autore propone uno spaccato di vita giapponese tradizionale, cristallizzato in un tempo fermo e profondamente dissonante col nostro vivere.
    Domina nella vicenda il fatuo orgoglio di casta di personaggi che, svestiti dei loro blasoni e del loro perbenismo di facciata, disvelano nei momenti cruciali tutta la loro debolezza e la loro inclinazione all'intrigo ed al sotterfugio.
    In tale contesto di rigide regole e di moralità solo apparente, germina e, drammaticamente, si consuma l'amore di due giovani, Kiyoaki e Satoko, essenza e vittime di un mondo assolutamente formale, burattini in mano altrui o attori di se stessi, che, mescolando in un gioco pericoloso reali sentimenti e finto agire, si votano sin dall'inizio alla rovina.
    Tra loro latita la sincerità del rapporto con sè e con gli altri, ed i sentimenti, come rattrappiti da un'educazione attenta alle forme più che all'individuo, implodono senza possibilità di liberamente espandersi ed evolversi.
    In tutto questo, interessante - anche per il nome, che, se declinato in italiano, sa di movimento - la figura di Honda, razionale, libero dalle pastoie della tradizione, la cui vicinanza, tuttavia, non riesce a salvare l'amico Kiyoaki, di cui è chiaramente coscienza critica ed antitesi.
    Tra gli altri, protagonista e quasi "fil-rouge" la neve (significativamente presente anche nel titolo): sotto la neve, cortina prottettiva, battono all'unisono per la prima volta i cuori di Kiyoaki e Satoko, sotto la neve si chiude, senza rimedio, la loro storia d'amore e la stessa esistenza del giovane.
    Romanzo sostanzialmente faticoso!
    15 febbraio 2009

    said on 

  • 4

    La tragica bellezza di un fiocco di neve su una guancia febbricitante

    Questo libro è come la carezza del vento: parte lentamente, come una lieve brezza inafferrabile, è difficile capire, all'inizio, quale sia la strada che percorrono i protagonisti, dove questo turbine ...continue

    Questo libro è come la carezza del vento: parte lentamente, come una lieve brezza inafferrabile, è difficile capire, all'inizio, quale sia la strada che percorrono i protagonisti, dove questo turbine di intermittenze dell'anima andrà ad insaccarsi. Bisogna perseverare per entrare nell'atmosfera, non tanto caparbiamente impegnarsi, quanto delicatamente lasciarsi scivolare. Struggente.

    said on 

  • 5

    L'inizio molto lento

    ma quando sei ben dentro la storia non ne puoi uscire fino a quando non leggi l'ultima riga dell'ultima pagina.
    Esageratamente bello, scritto in una maniera incantevole, racconta la storia d'amore tra ...continue

    ma quando sei ben dentro la storia non ne puoi uscire fino a quando non leggi l'ultima riga dell'ultima pagina.
    Esageratamente bello, scritto in una maniera incantevole, racconta la storia d'amore tragica tra due ragazzi alla scoperta del loro primo e ultimo amore. Magistrale.

    said on 

  • 5

    Hanami

    “Neve di primavera” è...

    Ho provato più volte a completare questa semplice frase prima di arrendermi all'evidenza che ci sono cose, immagini, sensazioni che per la loro natura si collocano nel regno d ...continue

    “Neve di primavera” è...

    Ho provato più volte a completare questa semplice frase prima di arrendermi all'evidenza che ci sono cose, immagini, sensazioni che per la loro natura si collocano nel regno dell'ineffabile. E' questo il problema nel tentare di descrivere un capolavoro. Ogni descrizione sembra non poter rendere giustizia al testo. Un poeta ne direbbe tutto in un'unica frase e questa sarebbe probabilmente la miglior recensione possibile. Lo stile dell'opera è intriso del più puro lirismo, pagina dopo pagina, man mano che “ci si fa la bocca”, si viene risucchiati in un turbine di luci ed ombre fatto di emozioni tanto immense quanto minute nella loro delicatezza, di figure retoriche delicatamente armonizzate a “suonare” la splendida sinfonia della vita. L'effetto complessivo del romanzo è quello dell'Hanami, festività durante la quale i giapponesi ammirano gli splendidi fiori di ciliegio della varietà Somei Yoshino, la cui bellezza, fragilità e caducità diventa il simbolo stesso dell'esistenza.
    “Neve di primavera” è la musica atonale dell'anima.

    said on 

  • 5

    Tragicamente intenso

    http://letturedituttiicolori.blogspot.it/2014/04/neve-di-primavera-yukio-mishima.html

    Un libro sublime, dal ritmo lento, quasi rituale. La natura diventa espressione del vissuto dei protagonisti.
    Mish ...continue

    http://letturedituttiicolori.blogspot.it/2014/04/neve-di-primavera-yukio-mishima.html

    Un libro sublime, dal ritmo lento, quasi rituale. La natura diventa espressione del vissuto dei protagonisti.
    Mishima è riuscito a descrivere con un'incredibile intensità e sensualità molti degli eventi cardine della storia.
    Si respira l'oriente e la sua sacralità.

    said on 

Sorting by