Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Sök Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Nitton åttiofyra, 1984

By

4.5
(30854)

Language:Svenska | Number of Pages: 283 | Format: Others | På andra språk: (andra språk) English , French , Spanish , Russian , Chi simplified , Chi traditional , Portuguese , Italian , German , Norwegian , Catalan , Dutch , Japanese , Hungarian , Polish , Slovenian , Greek , Basque , Galego , Czech , Danish , Indian (Hindi) , Turkish

Isbn-10: 9174862995 | Isbn-13: 9789174862997 | Publish date: 

Även tillgänglig som: Paperback , Mass Market Paperback

Category: Fiction & Literature , Political , Science Fiction & Fantasy

Do you like Nitton åttiofyra, 1984 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Bokbeskrivning
Sorting by
  • 4

    I read Nineteen Eighty Four at about the age of 17, during the full swing of my science-fiction era, and I took it just like another science-fiction novel. I re-read it some years later and I still re ...fortsätt

    I read Nineteen Eighty Four at about the age of 17, during the full swing of my science-fiction era, and I took it just like another science-fiction novel. I re-read it some years later and I still remember the gloomy sensation that it left me.
    The book is indeed gloomy and part of its success is due to Orwell's ability to render almost real the gloomy world in which the novel is set. I have now just finished reading the original English version of Nineteen Eighty Four, and the gloomy sensation obviously returned again, unchanged.
    Life can be gloomy but it can also be bright, so I choose the bright side and hereby declare that I won't read this book again until the last of my days.

    "It is impossible to found a civilization on fear and hatred and cruelty. It would never endure. [...] Somehow you will fail. Something will defeat
    you. Life will defeat you."

    sagt den 

  • 0

    "Le grand frère vous regarde"

    Ammetto, non l'ho mai finito! ma non perchè non mi sia piaciuto, anzi. Ho comprato l'edizone in francese durante il mio Erasmus a Montpellier ed è stata veramente una fatica tenere il filo. Mi sono ri ...fortsätt

    Ammetto, non l'ho mai finito! ma non perchè non mi sia piaciuto, anzi. Ho comprato l'edizone in francese durante il mio Erasmus a Montpellier ed è stata veramente una fatica tenere il filo. Mi sono ripromessa di rileggerlo in italiano, ma ancora non ne ho avuto occasione.

    sagt den 

  • 4

    Per i cine-maniaci, è il romanzo che ha ispirato “L’uomo che venne dal futuro” di George Lucas e, in anni più recenti, Equilibrium. Per chi troneggia davanti alla TV, è seccante sottolineare che abbia ...fortsätt

    Per i cine-maniaci, è il romanzo che ha ispirato “L’uomo che venne dal futuro” di George Lucas e, in anni più recenti, Equilibrium. Per chi troneggia davanti alla TV, è seccante sottolineare che abbia in qualche modo dato il via – se non altro nel titolo – alla moda dei reality. Per gli amanti della musica, è un libro che ha ispirato i Muse, Rage Against the Machine, Morgan (…) ed è persino presente in un frame del video di “Sotto bombardamento” di Ligabue.

    Per i fumettisti, è la musa ispiratrice di “V per vendetta”. Per gli appassionati di letteratura, è semplicemente il romanzo distopico per eccellenza, con alcune caratteristiche del capolavoro ed altre un filo più rivedibili.
    “1984″, opera immortale di George Orwell, non è un romanzo di semplicissima lettura. O meglio, è dotato di una trama che in qualche misura trascina, incuriosendo il lettore con l’immaginazione di un mondo futuro in cui tutto è sotto il controllo di un Partito, il mondo è diviso in tre aree di influenza (tutte sostanzialmente dittatoriali) e il lavoro del protagonista consiste nel modificare gli archivi dei giornali per renderle adatti al presente, in una continua opera di revisione agghiacciante. Contribuisce alla seduzione del romanzo anche la storia d’amore fra il protagonista e Julia, le traversie affrontate per un semplice incontro, la necessità di mantenerlo segreto alla Psicopolizia così come i proprio pensieri.

    Poi procedi, e ti rendi conto che Orwell ha scritto (anche) un (bel) saggio politico: l’occasione è la lettura di un testo, naturalmente proibito, su cui il protagonista mette le mani, e che gli rileva – da un punto di vista decisamente più alto – la genesi del mondo in cui respira e le sue caratteristiche liberticide. E’ qui che fa capolino la biografia di Orwell, socialista tradito dalle purghe di stampo massimalista persino durante la Guerra di Spagna. Ed è qui che il lettore è chiamato ad una scelta: far scorrere le pagine allegramente per tornare alla narrazione e scoprire come finirà per i due amanti, oppure concedersi una digressione e analizzare il testo e il suo significato anche alla luce di quello che la seconda metà del XX secolo ci ha insegnato. Io consiglio la seconda strada, ma se vi indirizzate sulla prima avrete comunque la mia comprensione.

    “1984″ è un romanzo ricchissimo, la cui lettura nell’immediato dopoguerra (è datato 1948) deve aver provocato più di un brivido. E’ una sensazione che vale anche oggi, motivo per cui non posso far altro che consigliarvelo caldamente.

    -- recensione pubblicata su http://www.masedomani.com/2015/02/18/recensione-1984-di-george-orwell/ -

    sagt den 

  • 5

    BIG BROTHER IS WATCHING YOU

    Era parecchio tempo che non leggevo un libro che riusciva a mettermi così tanta ansia e angoscia addosso.. Sono comunque felice di averlo letto! So già che anche tra qualche mese ripenserò a 1984 e tr ...fortsätt

    Era parecchio tempo che non leggevo un libro che riusciva a mettermi così tanta ansia e angoscia addosso.. Sono comunque felice di averlo letto! So già che anche tra qualche mese ripenserò a 1984 e troverò altri spunti di riflessione.

    Lettura davvero consigliata, ma chi è che ancora non ha letto questo libro?! Io non mi decidevo ad iniziarlo, ma adesso ho La fattoria degli animali che mi osserva dalla libreria e non penso che aspetterò un'altro anno XD

    sagt den 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    Prendere a calci dritto nella bocca dello stomaco, pugni e spintoni fino al sangue e non contento buttato giù per un dirupo a morire.

    PROBABILI SPOILER

    Questo è l'effetto che questo libro ha fatto su ...fortsätt

    Prendere a calci dritto nella bocca dello stomaco, pugni e spintoni fino al sangue e non contento buttato giù per un dirupo a morire.

    PROBABILI SPOILER

    Questo è l'effetto che questo libro ha fatto su di me.
    Evito inutili riassunti perchè chi lo conosce sa bene di cosa parlo e chi invece non lo conosce, necessita di prenderlo in mano e leggerlo senza sapere di cosa si tratta.
    Questo libro mi è stato regalato per natale insieme ad altri e fra tutti ho scelto lui.
    L'ultimo libro del 2013 ed è così che ho finito il mio anno libresco: COL BOTTO!
    Non avevo idea di cosa parlasse e non mi sono neanche mai interessata, non ho mai letto una recensione, l'ho preso in mano e senza aspettative, mentre lo leggevo andavo incontro alla storia.
    Scrittura scorrevole che si fa leggere d'un fiato, attuale nei contenuti e nello stile, interessante e carismatico nella narrazione.

    La cosa che più mi ha spaventato è stato quando mi sono documentata sulla storia di Orwell e del perché ha scritto il libro.
    Il Grande Fratello è esistito veramente, Orwell fa riferimento a fatti che stavano realmente accadendo e che erano accaduti.
    Modificare il passato continuamente, cancellare identità e persone per aggiornare il presente, camminare eretto e sempre vigile nella retta via, essere sempre e costantemente bombardati di immagini e slogan e Braccati alla paura di essere uccisi anche per un semplice tic o una parola sbagliata durante le ore di sonno.
    Questo libro mi ha spiazzato, sconvolto, demoralizzato e violentato.
    Non appena ho finito di leggerlo sono dovuta uscire a discuterne perché ero troppo scossa.
    Fino all'ultima riga ho sperato nel lieto fine, fino alla fine ho sperato nel trionfo dei buoni ma proprio all'ultimo ho ricevuto la mazzata più forte.
    Anche scrivere la recensione non èstato facile, varie volte mi sono ritrovata davanti al pc alla ricerca di qualcosa da dire ma non riuscivo mai a trovare le esatte parole per descrivere ciò che mi ha lasciato questo libro.
    La cosa terrificante è che è attuale e se pensiamo che siamo schedati per qualsiasi cosa: dalle tessere del bus, dalle carte fedeltà dei supermercati, da tutti i siti in internet, se pensiamo che col telefono possono localizzarci ovunque......
    Se penso a tutto questo mi vengono i brividi....
    Se penso che questo libro potrebbe essere una delle possibilità....
    Terrificante.
    Bellissimo e NECESSARIO da leggere almeno una volta nella propria vita, per alzare la testa e rendersi conto di cosa potrebbe accadere!

    sagt den 

  • 5

    Coinvolgente

    La potenza narrativa di Orwell è un'immersione profonda nelle dinamiche di un mondo che può sembrare fantascientifico ma che se ridotto all'essenziale non è molto lontano dalla nostra realtà. Il racco ...fortsätt

    La potenza narrativa di Orwell è un'immersione profonda nelle dinamiche di un mondo che può sembrare fantascientifico ma che se ridotto all'essenziale non è molto lontano dalla nostra realtà. Il racconto dei dettagli è molto particolareggiato, la voce gracchiante delle apparecchiature e la voce della propaganda fanno da sottofondo ad una storia avvincente dove la cancellazione della memoria rende possibile la manipolazione della realtà. Sempre di Orwell consiglio anche la fattoria degli animali.

    sagt den 

  • 5

    1948 - 1984

    Un capolavoro; Attraverso una narrazione descrittiva dei dettagli più osceni e banali Orwell è riuscito a trasmettermi un costante senso di angoscia attraverso le sue pagine. La bellezza di questo rac ...fortsätt

    Un capolavoro; Attraverso una narrazione descrittiva dei dettagli più osceni e banali Orwell è riuscito a trasmettermi un costante senso di angoscia attraverso le sue pagine. La bellezza di questo racconto è proprio la potenza delle sue tematiche che per quanto possano essere storpiate ed elevate al massimo non discostano per niente da quello che potrebbe accadere se solo si lasciasse succedere una cosa del genere, basti pensare alla Korea del Nord che vive una situazione molto analoga rispetto quella del libro.
    La caratterizzazione dei personaggi li rende così deboli e realistici di fronte lo scempio che ogni giorno è proposto loro, per esempio Winston attraverso i suoi innumerevoli acciacchi, difetti e quant'altro risulta molto più umano di qualsiasi altro personaggio del libro. Un totale senso di rassegnazione pervade il libro dalle prime alle ultime pagine per far si che esso non perda d'interesse, camuffato con grandissima maestri attraverso piccoli sprazzi di "Felicità/normalità" che il protagonista vive estraniandosi dal mondo.
    La realtà delle immagini lo rende comunque una lettura sempre moderna e attuale.
    Il filo conduttore che esiste dietro alla trama e che viene svelato a poco a poco durante il racconto rende 1984 un continuo voler sapere, un continuo rabbrividire durante ogni frase restando sempre colpiti degli sviluppi che ogni verso pone nel racconto.
    La figura del grande fratello, che ridà a grandi volti della storia (a mio parere non solo a quello più scontato e descritto nel libro ma anche altri) fa capire quanto sai facile cadere vittima di un sistema costruito a tavolino per creare un falso senso di libertà cui viverne schiavi senza rendersi conto di ciò che è davvero giusto. Ho divorato il libro in solo due settimane; alla lettura dell'ultima frase la mia pelle si accapponò per l'ennesima volta e per due giorni non sono riuscito a dormire rimuginando continuamente in grandi dubbi ove il libro mi ha volutamente lasciato. Consiglio vivamente la lettura di questo romanzo in quanto visione di un mondo non troppo lontano dalla realtà.

    sagt den 

  • 4

    La mia recensione sarà solo una citazione. Una citazione che comprenderà il tutto e il niente.

    "E ti consideri superiore a noi, con tutta la nostra crudeltà e le nostre menzogne?"
    "Si, mi considero superiore".

    p.277

    LaFra.

    sagt den 

  • 5

    難怪這本書會被譽為經典.

    雖然一九八四早就離我們現在很遠很遠,但你永遠也無法否認,這本書的背景和故事內容,不管套用到哪個時代,都毫無違合感啊;因為(自私的)人性是永遠無法改變的.

    故事的內容,不論是背景的設定/結局的安排/對人性的疑惑和掙扎都安排的相當合理,故事的節奏也安排的相當緊湊,幾乎可以說是完全沒有休息的空間,一波一波的推進整段故事.看完之後,還會忍不住嘆一口氣然後想著,這個世界如果完全變成 ...fortsätt

    難怪這本書會被譽為經典.

    雖然一九八四早就離我們現在很遠很遠,但你永遠也無法否認,這本書的背景和故事內容,不管套用到哪個時代,都毫無違合感啊;因為(自私的)人性是永遠無法改變的.

    故事的內容,不論是背景的設定/結局的安排/對人性的疑惑和掙扎都安排的相當合理,故事的節奏也安排的相當緊湊,幾乎可以說是完全沒有休息的空間,一波一波的推進整段故事.看完之後,還會忍不住嘆一口氣然後想著,這個世界如果完全變成像這個故事這樣也不是不可能的事情.

    又,雖然村上春樹的1Q84和這本書沒什麼關係(我是指故事內容),但我的確是因為先看了1Q84後才想找這本書來看的;現在看完了,應該也是時候回頭來看看1Q84了.

    sagt den 

Sorting by