Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Nobody's Baby but Mine

By

Publisher: Avon

4.1
(458)

Language:English | Number of Pages: 376 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Chi traditional , German , Spanish , French , Italian , Dutch , Hungarian , Croatian

Isbn-10: 0380782340 | Isbn-13: 9780380782345 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Audio Cassette , eBook

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like Nobody's Baby but Mine ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

The Plan

Genius physics professor Dr. Jane Darlington desperately wants a baby. But finding a father won't be easy. Jane's super-intelligence made her feel like a freak when she was growing up, and she's determined to spare her own child that suffering. Which means she must find someone very special to father her child. Someone very…well…stupid.

The Target

Cal Bonner, the Chicago Stars legendary quarterback, seems like the perfect choice. But his champion good looks and down-home ways are deceiving. Dr. Jane learns too late that this good ol' boy is a lot smarter than he lets on -- and he's not about to be used and abandoned by a brainy, baby-mad schemer.

The Explosion

A brilliant, lonely woman who dreams only of motherhood…A take-no-prisoners tough guy who'll settle for nothing less than surrender…Can passion and physical attraction propel two strong-willed yet vulnerable people to a totally unexpected love?

Sorting by
  • 3

    Mi è piaciuto molto e molto poco.
    Molto poco: l'espediente letterario di partenza, che pare surreale e un po' traballante; e poi tutti gli altri artifici per mantenere la tensione e aumentare il numero di pagine. Insomma spesso vengono in superficie le strutture di costruzione del romanzo e ...continue

    Mi è piaciuto molto e molto poco.
    Molto poco: l'espediente letterario di partenza, che pare surreale e un po' traballante; e poi tutti gli altri artifici per mantenere la tensione e aumentare il numero di pagine. Insomma spesso vengono in superficie le strutture di costruzione del romanzo e questo non mi piace.
    Molto: la solidarietà schietta tra donne, il personaggio di Annie. E, ma si', anche lo scontatissimo lieto fine.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Comincio ad ingranare

    Ecco il terzo libro della serie dei Chicago stars: finalmente posso dire che non mi è dispiaciuto affatto.
    Lei è uno scienziato: conosce a perfezione le leggi fisiche che regolano la natura, ma ne sa veramente poco di natura umana. E' ferita perchè è sempre stata diversa e non sa neppure ch ...continue

    Ecco il terzo libro della serie dei Chicago stars: finalmente posso dire che non mi è dispiaciuto affatto.
    Lei è uno scienziato: conosce a perfezione le leggi fisiche che regolano la natura, ma ne sa veramente poco di natura umana. E' ferita perchè è sempre stata diversa e non sa neppure che con certe sue azioni, ferisce gli altri.
    Lui è uno sportivo astuto, intelligente. Ha una bella laurea in biologia conseguita per la sua passione per le scienze, ma la sua vita è sempre stato il football. Ora ha 36 anni, esperienza, saggezza, conosce a menadito ogni strategia di gioco, ma, per lo sport che pratica, l'età che avanza non è mai un vantaggio. Si circonda di belle ragazze, con poco cervello, ma giovinezza, specchiandosi in loro ed illudendosi così di non invecchiare.
    Il loro rapporto nasce nel modo sbagliato, con un grave inganno: torbido e difficile da comprendere.
    Il senso dell'onore di lui gli impone il matrimonio, e tutto sembra complicarsi. Eppure la vicinanza forzata, che stimolerà continui confronti, li condurrà verso un'unione che sarà perfetta, anche se attraverso una strada molto tortuosa.
    Molto toccante la storia d'amore secondaria, dove due persone sposate da tempo dovranno rinfrescare il sentimento che un tempo li ha uniti, prima che il rapporto soffochi e muoia.
    Interessante, e talvolta decisamente spassoso, il tratteggio di personaggi secondari davvero ben riusciti.
    Insomma: una trama piuttosto equilibrata che, nonostante le mie basse aspettative per il tema estremamente delicato, ha saputo catturarmi ed emozionarmi.

    said on 

  • 4

    L'inizio non è dei migliori, le prime cento pagine le ho trovate abbastanza noiose, però poi la trama si sviluppa in modo interessante. Alla storia di Cal e Jane si intreccia quella dei genitori di lui, il che rende il libro più interessante.
    Nel complesso mi è piaciuto abbastanza, è una di ...continue

    L'inizio non è dei migliori, le prime cento pagine le ho trovate abbastanza noiose, però poi la trama si sviluppa in modo interessante. Alla storia di Cal e Jane si intreccia quella dei genitori di lui, il che rende il libro più interessante.
    Nel complesso mi è piaciuto abbastanza, è una di quelle letture estive, leggere e divertenti.
    Lo consiglio a chi non ha grosse pretese

    said on 

  • 3

    Carino...verso la fine diventa un po' assurdo, ma alcune parti fanno anche ridere.
    Per passare tempo sotto l'ombrellone è l'ideale.

    said on 

  • 4

    La storia tra i due non parte con i migliori propositi e anzi, ha una trama parecchio discutibile. Per citare Cal nella frase che per me riassume tutto il libro, per essere una persona con un QI così alto, Jane non capisce proprio niente.
    Se il suo desiderio di maternità è comunque comprens ...continue

    La storia tra i due non parte con i migliori propositi e anzi, ha una trama parecchio discutibile. Per citare Cal nella frase che per me riassume tutto il libro, per essere una persona con un QI così alto, Jane non capisce proprio niente.
    Se il suo desiderio di maternità è comunque comprensibile, il suo modo per mettere in atto il tutto non lo è per niente. L’autrice avrebbe fatto meglio a mettere maggior attenzione sulla questione famigliare di lei e sui suoi disagi giovanili, così da motivare in maniera un pochino più decente il tutto, in maniera tale che la protagonista non risultasse essere così babbea e odiosa.
    Purtroppo invece è proprio così che appare, contrapposta ad un povero protagonista maschile che sembra avere la sindrome di Peter Pan e un tremendo desiderio di sentirsi giovane. La coppia non è dunque una delle più brillanti e se paragonata a Dan/Phoebe ( che ancora hanno il primato nel mio cuore! ) appaiono davvero sciocchi e infantili.
    Piuttosto piacevoli invece le parti dei genitori di lui, Jim e Lynn, tanto che ad un certo punto ero più interessata e coinvolta dalle loro sorti che non da quelle dei reali protagonisti del libro. E ho detto tutto…
    Lo stile rimane comunque molto fluido e semplice e il libro è una lettura che nel complesso scivola bene e velocemente. Avrei preferito qualcosa di più, esattamente come da Heaven Texas. La sensazione è che l’autrice si basi un po’ troppo su personaggi stereotipati ( per ora: giocatore di football idiota e/o playboy, verginella bruttina, professoressa troppo intelligente e nerd e finta panterona ) e non riesca a fare quel salto di qualità che ha aperto la saga.
    Basta guardare Heaven Texas e questo volume, dove nel finale in entrambi i casi la protagonista dopo essere stata trattata in maniera discutibile scappa e viene raggiunta dal protagonista maschile di turno che strisciando chiede perdono. Niente di originalissimo, insomma, e sicuramente leggermente ripetitivo.
    Però ci spero ancora ad un libro come quello che ha accompagnato la coppia Dan/Phoebe e sicuramente continuerò ad andare avanti con la lettura. Speriamo bene!

    said on 

  • 4

    La Phillips è una sicurezza per me ormai.
    I suoi libri sono leggeri, divertenti, freschi e decisamente improbabili. Leggerli non richiede sforzo e impegno, e quando attraverso uno di quei periodi di rifiuto alla lettura, le sue storie sanno distrarmi..
    Sono un'ottima compagnia sotto l ...continue

    La Phillips è una sicurezza per me ormai.
    I suoi libri sono leggeri, divertenti, freschi e decisamente improbabili. Leggerli non richiede sforzo e impegno, e quando attraverso uno di quei periodi di rifiuto alla lettura, le sue storie sanno distrarmi..
    Sono un'ottima compagnia sotto l'ombrellone e nei momenti di noia!

    said on