Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Noi crediamo

Viaggio nella meglio gioventù d'Italia

Di

Editore: Sperling & Kupfer

4.0
(7)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 165 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8820049325 | Isbn-13: 9788820049324 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Biography , Non-fiction , Political

Ti piace Noi crediamo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Ho dovuto leggerlo per lavoro. Contiene alcuni spunti interessanti su giovani che nell'Italia di oggi hanno dato mostra di potercela fare nonostante quest'atmosfera da declino. Il pregio è che ...continua

    Ho dovuto leggerlo per lavoro. Contiene alcuni spunti interessanti su giovani che nell'Italia di oggi hanno dato mostra di potercela fare nonostante quest'atmosfera da declino. Il pregio è che sembra essere veramente stato scritto dalla Meloni: non sente di ghost writer lontano un miglio. Il difetto, per contro, è che la Meloni l'ha preso per quello che è: un libro tra i tanti che forse scriverà nella vita, a cui dedicare il giusto ma non tutta se stessa, in cui dire alcune cose che pensa ma anche - credo - tacerne molte, senza nessuna particolare chicca (non so: un aneddoto, uno sfogo...), e senza fare un passo in qua rispetto al ruolo che ricopr..iva. E' un libro degno scritto da un ministro, che ci mette davanti le storie di alcune persone che stima e che fanno parte del suo vissuto, e le storie di alcune persone che magari fanno più marketing che altro (tipo quella di Federica Pellegrini o dei gelatai della Grom): ad ogni modo modelli positivi, visti dal... ministero. E' un libro che vuol dire ai giovani: imitate questi modelli, prendeteli come esempio, ce la potete fare. E' un libro che vuol anche dire: queste sono alcune delle mie idee. Però in 168 pagine non c'è neanche troppo la possibilità di entrare nel chiaroscuro delle questioni, e la Meloni sceglie uno stile comunicativo semplice, alla portata di tutti, che chiaramente rischia di non accontentare del tutto chi ha aspettative "alte".

    ha scritto il