Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Nomi

Dieci scritture femminili

Di

Editore: Donzelli

3.6
(25)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 235 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8879892312 | Isbn-13: 9788879892315 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Nomi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Ho letto la parte relativa a Virginia Woolf.
    Interessante il modo in cui la Fusini mette in relazione la malattia e la creatività, non una relazione di reciproca dipendenza.
    Interessant anche la sottilineatura sulla scrittura della Woolf, del suo coniugare interno ed esterno.

    ha scritto il 

  • 0

    Al momento ho potuto leggere:


    ° "Mary Shelley, il dolore": Nadia Fusini analizza le opere di Mary (Frankestein, Mathilda, L'ultimo uomo) partendo dal suo difficile passato, dalla nascita, che portò alla morte sua madre Mary Wollstonecraft, alla morte dei suoi figli e di suo marito S ...continua

    Al momento ho potuto leggere:

    ° "Mary Shelley, il dolore": Nadia Fusini analizza le opere di Mary (Frankestein, Mathilda, L'ultimo uomo) partendo dal suo difficile passato, dalla nascita, che portò alla morte sua madre Mary Wollstonecraft, alla morte dei suoi figli e di suo marito Shelley. Da tutti i suoi libri riaffiora la figura della madre, colei che genera, che dà la vita, e la figura del/la figlio/a che uccide, con la propria nascita, la propria carne. Ottimo, ***** stelline!

    ° "Charlotte, Emily, o della privazione": *** stelline solamente. Non mi ha colpito.

    ° "Elizabeth, la reticenza": **** stelline. Attento saggio sulla poeta E. Bishop (1911-1979). Ho voglia di leggere le sue opere.

    ° "Marianne, o dell'umiltà": **** stelline. Conosco finalmente qualcosa della poeta Marianne Moore (1887-1972) che ho incontrato per la prima volta nei diari di Sylvia Plath.

    ha scritto il 

  • 3

    KAREN, VIRGINIA E LE ALTRE

    Donzelli editore, 1996, I°edizione 1986


    Dalla quarta di copertina


    "Dieci donne scrittrici, dieci nomi, dieci voci creative. Voci "materne", che Nadia Fusini ascolta in questo viaggio nella letteratura di questo ultimo secolo: ma la personalità, l' opera e la vita, l' arte di queste ...continua

    Donzelli editore, 1996, I°edizione 1986

    Dalla quarta di copertina

    "Dieci donne scrittrici, dieci nomi, dieci voci creative. Voci "materne", che Nadia Fusini ascolta in questo viaggio nella letteratura di questo ultimo secolo: ma la personalità, l' opera e la vita, l' arte di queste donne emergono, non già da freddi racconti bibliografici ma da un "empatico" confronto con le emozioni sottese alla loro scrittura"
    I capitoli sono fortemente evocativi: Karen Blixen o della perdita, Emily Dickinson, l' ellissi, Virginia Woolf o del tremore, Gertrude Stein, l' indifferenza, Charlotte, Emily o della privazione, Mary Shelley, il dolore, Marguerite o dell' altezza, Elizabeth, la reticenza, Marianne o dell'umiltà. Un libro indispensabile per chi ama o vuole approfondire le tematiche su queste scrittrici. Le ultime due, Elizabeth Bishop e Marianne Moore sono state aggiunte nell' edizione del ?)&.

    ha scritto il