Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Non è un paese per vecchi

By Cormac McCarthy

(2954)

| Paperback | 9788806188191

Like Non è un paese per vecchi ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Siamo al confine tra Texas e Messico, in un paese che ha abbandonato i vecchi valori per cadere in preda a una violenza cieca e incontrollata. Tale violenza si incarna in Anton Chigurh, un assassino psicopatico munito di un'arma micidiale e di una pe Continue

Siamo al confine tra Texas e Messico, in un paese che ha abbandonato i vecchi valori per cadere in preda a una violenza cieca e incontrollata. Tale violenza si incarna in Anton Chigurh, un assassino psicopatico munito di un'arma micidiale e di una pericolosa filosofia della giustizia. Il suo avversario, un uomo del passato che non sa farsi una ragione della ferocia del presente, è lo sceriffo Bell. Entrambi sono alla ricerca di Llewelyn Moss, un reduce del Vietnam che mentre cacciava antilopi sul Rio Grande si è ritrovato sul luogo affollato di cadaveri di una battaglia tra narcotrafficanti, e ha colto al volo un'occasione che si è rivelata troppo grande per lui. L'inseguimento si svolge lungo e oltre il confine, in un crescendo di suspense e violenza. Il destino di Moss, erede di tutti i cowboy di McCarthy e dei loro valori di dignità e onore, dipende da quale dei due inseguitori lo troverà per primo.

768 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    E' il primo libro di McCarthy che leggo, nonostante alcuni amici me lo consigliano da anni. Avevo cercato di leggere il suo "Oltre il confine", ma la cupezza della storia mi aveva bloccato. Ho riprovato con questo del quale avevo visto il magnifico f ...(continue)

    E' il primo libro di McCarthy che leggo, nonostante alcuni amici me lo consigliano da anni. Avevo cercato di leggere il suo "Oltre il confine", ma la cupezza della storia mi aveva bloccato. Ho riprovato con questo del quale avevo visto il magnifico film dei fratelli Coen. Il libro mi è piaciuto moltissimo: è quasi una sceneggiatura e la storia del killer psicopatico è alternata ai pensieri dello sceriffo, un uomo avanti con gli anni che raccontando dal suo punto di vista la storia del killer, fa al contempo il bilancio della sua vita. La scrittura è cruda e non risparmia niente al lettore; in molti momenti ho ritrovato la cupezza di "Oltre il confine", ma in questo caso i continui dialoghi riescono a rendere la lettura più fluida e accattivante. Riprenderò senz'altro in mano Oltre il confine.

    Is this helpful?

    JaneAusten said on Jul 26, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    NON È UN PAESE PER VECCHI (McCarthy)

    Col suo linguaggio duro, tagliente, fatto di dialoghi fortemente serrati, McCarthy ci racconta la storia di tre personaggi molto diversi tra loro. Lo sceriffo Bell, uomo di buon senso e buona volontà con forti legami col passato; Moss, uomo qualunque ...(continue)

    Col suo linguaggio duro, tagliente, fatto di dialoghi fortemente serrati, McCarthy ci racconta la storia di tre personaggi molto diversi tra loro. Lo sceriffo Bell, uomo di buon senso e buona volontà con forti legami col passato; Moss, uomo qualunque che il caso rende partecipe di un’avventura inadeguata ai suoi mezzi; e infine l’inafferrabile Chigurth, lo spietato giustiziere, il male fatto persona.
    In questa epifania tragica, spietata e un po’ splatter, l’autore ci racconta, senza indulgere in compassionevoli metafore, della ferocia che scorre nel tessuto sociale dell’America di oggi, e in particolare nella sua tanto amata ‘frontiera’, dove si respira ancora l’atmosfera del selvaggio West, ma ormai priva di epos e maestosità.

    Is this helpful?

    Gabriele said on Jul 14, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    no book for absent-minded readers. ci ho messo un po' troppo ad accorgermi che bell e wells sono due personaggi diversi: questo non ha giovato all'immediata comprensione dell'intreccio. superato questo piccolo inciampo, mi sono innamorata di chigurh ...(continue)

    no book for absent-minded readers. ci ho messo un po' troppo ad accorgermi che bell e wells sono due personaggi diversi: questo non ha giovato all'immediata comprensione dell'intreccio. superato questo piccolo inciampo, mi sono innamorata di chigurh (un vero uomo, yeah! combina meravigliosamente ingegno e ottusità profonda, è fedele ai suoi principi, è più stoico di rambo e solo in una cosa è del tutto inverosimile, come maschio: prende gli antibiotici per cinque giorni di seguito).
    povero bell. se non altro i coen l'hanno risarcito (e quanto) dandogli la faccia di tommy lee jones.

    Is this helpful?

    terra said on Jun 30, 2014 | 6 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Un nuovo modo di concepire il western

    "I guai cominciano quando si inizia a passare sopra alla maleducazione. Quando non si sente più dire Grazie e Per favore, vuol dire che la fine è vicina. È una cosa che va a toccare ogni strato sociale".

    Un western dei nostri giorni, attuale e crudo ...(continue)

    "I guai cominciano quando si inizia a passare sopra alla maleducazione. Quando non si sente più dire Grazie e Per favore, vuol dire che la fine è vicina. È una cosa che va a toccare ogni strato sociale".

    Un western dei nostri giorni, attuale e crudo. McCarthy crea un romanzo che parte lieve, quasi in sordina, e così le vicende si protraggono fino a una buona metà del volume, per poi esplodere in un crescendo distruttivo senza ritorno.

    Memorabile - nel libro come nel film - la scena della morte di Carson Wells, pregna di suspence.

    Is this helpful?

    Sabrina said on Jun 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "L'uomo guardò Chigurh negli occhi per la prima volta. Azzurri come lapislazzuli. Scintillanti e al tempo stesso completamente opachi. Come pietre bagnate. Devi scegliere tu, disse Chigurh. Non posso scegliere io. Non sarebbe onesto. Non sarebbe nean ...(continue)

    "L'uomo guardò Chigurh negli occhi per la prima volta. Azzurri come lapislazzuli. Scintillanti e al tempo stesso completamente opachi. Come pietre bagnate. Devi scegliere tu, disse Chigurh. Non posso scegliere io. Non sarebbe onesto. Non sarebbe neanche giusto. Scegli, avanti."

    Is this helpful?

    Guè said on Mar 12, 2014 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    Puro western, puro spietato e crudo western. Come nella maggior parte dei libri di McCarthy si respira a pieni polmoni la crudeltà della vita nei territori di frontiera e si osserva la grande differenza generazionale fra i vecchi e i giovani. I primi ...(continue)

    Puro western, puro spietato e crudo western. Come nella maggior parte dei libri di McCarthy si respira a pieni polmoni la crudeltà della vita nei territori di frontiera e si osserva la grande differenza generazionale fra i vecchi e i giovani. I primi legati alla loro terra e alle tradizioni del posto, i secondi legati al denaro e privi di una qualsivoglia morale. Questo libro vive su tre personaggi. Bell, lo sceriffo anziano dall'incrollabile fede e dall'integerrima morale, Moss giovane reduce dal Vietnam che si ritrova per le mani una fortuna inaspettata che lo porterà alla rovina e Chigurh, meravigliosa impersonificazione del male più puro e scuro. L'intreccio è semplicissimo ma allo stesso tempo geniale e questo grazie a una forza narrativa senza paragoni. Le frasi sono asciutte e prive di fronzoli come il desolato paesaggio texano in cui si svolgono i fatti. Non c'è salvezza per i personaggi, non c'è redenzione, c'è solo dannazione. Se vi piacciono i personaggi senza sfumature, se vi piace il "o bianco o nero", questo libro in particolare e tutta la produzione (o quasi) di Cormac McCarthy fa per voi.

    Is this helpful?

    Dino Ballerini said on Mar 4, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book