Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Non è un paese per vecchie

By Loredana Lipperini

(324)

| Paperback | 9788807171949

Like Non è un paese per vecchie ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Loredana Lipperini continua la sua indagine. Dopo Ancora dalla parte delle bambine, un altro libro sul femminile e sulla discriminazione: di genere e anagrafica. Le “bambine” mostravano una società standardizzata. Adesso lo sguardo si sposta su un mo Continue

Loredana Lipperini continua la sua indagine. Dopo Ancora dalla parte delle bambine, un altro libro sul femminile e sulla discriminazione: di genere e anagrafica. Le “bambine” mostravano una società standardizzata. Adesso lo sguardo si sposta su un mondo che non accetta l’invecchiamento.

“I vecchi sono numeri. Numeri che ci fanno paura, come quell’uno su tre che riguarda la percentuale di anziani che abiteranno il nostro paese di qui ai prossimi anni. Numeri che, più raramente, ci consolano in una notizia in cronaca regionale, ricordandoci che la vita si è allungata. I vecchi danno fastidio. È sempre stato così: ma adesso, e soprattutto nel nostro paese, avviene qualcosa di diverso. C’è una sola generazione. A new kind of generation. Quella dei cinquanta-sessantenni. Le altre devono adeguarsi. O svanire.”

48 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    sempre giovani e belle!!?

    una riflessione sulle donne attempate e non che purtroppo non hanno spazio nella nostra societa'.
    se si e' giovani e belle allora si:le porte si aprono(almeno alcune) ma dopo gli anta c'e' spazio solo per gli uomini.
    la strada e' ancora luuuunga.. ...(continue)

    una riflessione sulle donne attempate e non che purtroppo non hanno spazio nella nostra societa'.
    se si e' giovani e belle allora si:le porte si aprono(almeno alcune) ma dopo gli anta c'e' spazio solo per gli uomini.
    la strada e' ancora luuuunga....per la parita' completa e totale dei due sessi.

    Is this helpful?

    Piffipoffi said on Apr 14, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Un altro libro intelligente della Lipperini

    Ottima analisi di che cosa vuol dire essere vecchie, del perché lo si rifiuta con tanto accanimento, perché lo si accetta solo a patto di rifugiarsi in un'illusione di gioventú. Da leggere per tutte le over 50. Le altre non lo capiscono.

    Is this helpful?

    mafalda0250 said on Jun 27, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    E' un vero piacere intellettuale leggere i libri della Lipperini. I vecchi dovrebbero leggere questo saggio, ma dovrebbero leggerlo soprattutto quelli che non sono vecchi o che si rifiutano di definirsi tali. Avevo bisogno di una lettura così su ques ...(continue)

    E' un vero piacere intellettuale leggere i libri della Lipperini. I vecchi dovrebbero leggere questo saggio, ma dovrebbero leggerlo soprattutto quelli che non sono vecchi o che si rifiutano di definirsi tali. Avevo bisogno di una lettura così su questo tema.

    Is this helpful?

    tinella said on May 22, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Noioso, lamentoso e con pochissimi spunti di riflessione. Forse anche peggiore del blog.

    Is this helpful?

    Flavio said on Mar 30, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La prima parte del libro è veramente amara: l’Italia non è un Paese per vecchie ma neanche per vecchi (maschi). La prospettiva di genere è in questo caso secondaria al problema principale: viviamo in una società che ripudia la vecchiaia e il pensier ...(continue)

    La prima parte del libro è veramente amara: l’Italia non è un Paese per vecchie ma neanche per vecchi (maschi). La prospettiva di genere è in questo caso secondaria al problema principale: viviamo in una società che ripudia la vecchiaia e il pensiero della morte.
    Soltanto tre stelle perché, dopo “ancora dalla parte delle bambine” mi aspettavo un libro con altrettanti spunti di riflessione e ispirazione. Questo semplicemente ha meno contenuti e meno approfonditi, tanti dati ma poche riflessioni. Mi è piaciuta molto la parte sul tabù della morte.
    E amo la facilità con cui la Lipperini si muove da un argomento all’altro, usando tanti fatti concreti.

    Is this helpful?

    Elisa Bestetti said on Feb 11, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Sarà che la prima parte, sulla vita in Italia dei vecchi, mi ha angosciata tanto, ma mi sembra una fredda statistica, dati che non vengono sviluppati (o meglio, la Lipperini ci dice cosa "non va" in quei dati, ma è come se mettesse sempre più carne a ...(continue)

    Sarà che la prima parte, sulla vita in Italia dei vecchi, mi ha angosciata tanto, ma mi sembra una fredda statistica, dati che non vengono sviluppati (o meglio, la Lipperini ci dice cosa "non va" in quei dati, ma è come se mettesse sempre più carne a cuocere senza poi tirarne fuori un discorso unico, riassuntivo e che vada oltre i dati). Ho tanto apprezzato la seconda parte (divisione fatta arbitrariamente da me, eh), sulla non-presenza e tentativi di mascherare, nei mass-media, la morte.
    3 stelle che per me non è "così così" come dice Anobii ma 7.

    Is this helpful?

    Valla said on Dec 24, 2012 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (324)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 240 Pages
  • ISBN-10: 8807171945
  • ISBN-13: 9788807171949
  • Publisher: Feltrinelli
  • Publish date: 2010-09-01
  • Also available as: Others
Improve_data of this book

Margin notes of this book