Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Non è lui

Di

Editore: Garzanti (Elefanti bestseller)

3.4
(328)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 441 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Olandese

Isbn-10: 8811694280 | Isbn-13: 9788811694281 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Serena Lauzi

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Non è lui?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
È sera. Sally Thorning ha appena messo a letto i bambini. Sta guardando la televisione con il marito quando all'improvviso riconosce un nome che non avrebbe più voluto sentire: Mark Bretherick. La notizia è dell'ultima ora. L'uomo ha appena perso la moglie e la figlia. Sono state trovate morte, si sospetta un omicidio-suicidio. Un brivido le percorre la schiena: Sally conosce Mark Bretherick. Quell'uomo è il suo unico segreto, l'unica macchia nella sua vita di moglie e madre perfetta. Con lui ha tradito, ma ha giurato a sé stessa di non farlo mai più. Sullo schermo scorrono le foto della donna e della bambina, la voce fuori campo racconta i dettagli della vita di Mark. Tutto corrisponde, tranne un particolare fondamentale: il suo aspetto. Sally è senza parole... Quell'uomo dal viso stravolto non è Bretherick. Ne è sicura, non è lui. Ma allora con chi è stata veramente Sally? Chi è il vero Mark Bretherick? E come è possibile che la moglie di Mark le somigli così tanto? A occuparsi del caso è il detective Simon Waterhouse, che, giorno dopo giorno, diventa sempre più scettico riguardo all'ipotesi del suicidio. E mentre le domande si rincorrono l'una dopo l'altra, Sally sente di essere in pericolo, ma ha paura a rivolgersi alla polizia: il suo tradimento verrebbe scoperto, la sua famiglia si sfascerebbe. Ma quando nel giardino dei Bretherick vengono trovati altri due corpi, Sally capisce di dover raccontare tutto. Anche se forse è davvero troppo tardi.
Ordina per
  • 2

    Bella Trama ma Confusa Esecuzione

    Sebbene lo spunto della storia sia nuovo e carino (strani rapporti madre-figlia e un rapimento ad essi collegato) e il colpevole si sia dimostrato una sorpresa....ci sono troppe persone senza ruolo che entrano ed escono. L'intrufolarsi qua e la delle mogli dei vari poliziotti che seguono l'indagi ...continua

    Sebbene lo spunto della storia sia nuovo e carino (strani rapporti madre-figlia e un rapimento ad essi collegato) e il colpevole si sia dimostrato una sorpresa....ci sono troppe persone senza ruolo che entrano ed escono. L'intrufolarsi qua e la delle mogli dei vari poliziotti che seguono l'indagine e un intreccio secondario e romantico che si sviluppa fra due di loro...in alcuni punti appesantiscono la lettura e confondono.

    ha scritto il 

  • 3

    Terzo thriller della Hannah

    E con questo "Non è lui" siamo arrivati a tre...
    Continuano le vicende dei Detective Charlie Zeiler e Simon Waterhouse, questa volta alle prese con un caso di omicidio suicidio di una donna e della propria figlia.
    Ma una altra donna sposata, ha un amante che corrisponde, per nome e cognome, al m ...continua

    E con questo "Non è lui" siamo arrivati a tre... Continuano le vicende dei Detective Charlie Zeiler e Simon Waterhouse, questa volta alle prese con un caso di omicidio suicidio di una donna e della propria figlia. Ma una altra donna sposata, ha un amante che corrisponde, per nome e cognome, al marito della defunta...peccato che la corrispondenza sia solo anagrafica perché fisicamente "non è lui"! Ma allora chi è? e perché la donna inizia a subire minacce e a vedere la gente intorno a lei morire? Su queste ottime premesse, la Hannah costruisce il suo romanzo, con buone pontenzialità ma sprecate in una dialettica un po' confusionaria e volta ad allungare il brodo, per poi risolverlo nelle ultime 10 pagine. Poteva essere il miglior romanzo della serie ed invece, dovrò continuare a leggere, per cercare di meglio...

    ha scritto il 

  • 2

    No, non mi è piaciuto.
    La trama di per sé non sarebbe male ma è sviluppata in modo confuso, a tratti irreale, i personaggi assumono comportamenti al limite del razionale.


    Sally Thorning è una giovane donna con una carriera promettente, un marito e due figli; una sera viene raggiunta dal ...continua

    No, non mi è piaciuto. La trama di per sé non sarebbe male ma è sviluppata in modo confuso, a tratti irreale, i personaggi assumono comportamenti al limite del razionale.

    Sally Thorning è una giovane donna con una carriera promettente, un marito e due figli; una sera viene raggiunta dalla notizia che la moglie e la figlia di Mark Bretherick, un uomo con cui Sally ha tradito il marito qualche mese prima, sono state trovate morte nella loro abitazione; si ipotizza un omicidio-suicidio. Sally però non riconosce nel volto dell’uomo che ha visto in tv, il Mark Bretherick che ha conosciuto lei. Naturalmente comincia ad indagare per conto suo, guardandosi bene dal rivelare alcunchè al marito perché gli costerebbe il matrimonio.

    Troppe le voci che raccontano le vicende e si accavallano tra loro: inizialmente Sally in prima persona, poi c’è il diario della vittima Geraldine Bretherick, più volte rimaneggiato e corretto (addirittura tre versioni!), poi i vari poliziotti che discutono del caso… insomma, una cacofonìa di voci e punti di vista che rende tutto il racconto molto confuso. Alla resa dei conti, alcune questioni rimangono in sospeso e, quel che è peggio, il poliziotto Simon Waterhouse giunge a scoprire il colpevole grazie ad una intuizione senza fondamento (grazie, così sono capaci tutti!): impossibile intuire chi è il colpevole visto che è estraneo a tutti i fatti, il movente è assurdo e la confessione finale ancora più assurda e mal condotta.

    Che angoscia, oltretutto, leggere l’astio che una madre può arrivare a provare nei confronti di una figlia.

    Salvo i dialoghi tra i poliziotti, che non sono male, hanno verve ed ironia.

    ha scritto il 

  • 5

    Tripla ipotesi

    Un thriller mozzafiato con molti colpi di scena; ambientazioni e personaggi ben dettagliati che intessono una storia molto complessa e intrigante in relazione alla imprevedibilità del pensiero umano. Un finale che, in teoria, avrebbe potuto avere anche altri sviluppi egualmente in grado di fornir ...continua

    Un thriller mozzafiato con molti colpi di scena; ambientazioni e personaggi ben dettagliati che intessono una storia molto complessa e intrigante in relazione alla imprevedibilità del pensiero umano. Un finale che, in teoria, avrebbe potuto avere anche altri sviluppi egualmente in grado di fornire un eccellente pathos.

    ha scritto il 

  • 4

    CARINO

    La trama è interessante, intrigante...ma purtroppo è scritto in maniera un pò confusionaria. Diciamo che non "scivola" proprio bene, ogni tanto bisogna concentrarsi un pò più "forte" !!! Peccato perchè tutto sommato merita. L'autrice dovrebbe migliorare un pò la sua "fluidità". Lo consiglio comun ...continua

    La trama è interessante, intrigante...ma purtroppo è scritto in maniera un pò confusionaria. Diciamo che non "scivola" proprio bene, ogni tanto bisogna concentrarsi un pò più "forte" !!! Peccato perchè tutto sommato merita. L'autrice dovrebbe migliorare un pò la sua "fluidità". Lo consiglio comunque.

    ha scritto il 

  • 3

    la storia è bella ma la narrazione nel finale diventa ingarbugliata, quasi pesante.. si fa fatica davvero a stare dietro a tutti i personaggi. Comunque è un libro carino.

    ha scritto il 

  • 5

    Bellissimo!

    E' il primo libro che leggo di questa autrice, ho voluto provare. Non riuscivo a smettere di leggere! Così dovrebbero essere tutti i libri! Credo che ne leggerò altri di Sophie Hannah.

    Finale inaspettato.

    ha scritto il 

  • 2

    Le prime trecento pagine mi sono piaciute molto, l'ho trovato interessante, intrigante e mi sono piaciuti i personaggi, ma le ulitme cento pagine sono state eccessive, ingarbugliate inutilmente complicate nella trama, avrei preferito un finale più "logico" più coerente, peccato.

    ha scritto il