Non avevo capito niente

Di

Editore: Einaudi (Super ET)

3.8
(4548)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 312 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Inglese

Isbn-10: 8806197673 | Isbn-13: 9788806197674 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Umorismo

Ti piace Non avevo capito niente?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Vincenzo Malinconico è un avvocato napoletano che finge di lavorare per riempire le sue giornate. Divide con altri finti-occupati come lui uno studio arredato con mobili Ikea, chiamati affettuosamente per nome, come fossero persone di famiglia. È stato appena lasciato dalla moglie, ma cerca con ogni mezzo di mantenere un legame con lei e i due figli adolescenti. Un giorno viene improvvisamente nominato difensore d'ufficio di un becchino di camorra detto "Mimmo 'o burzone" e, arrugginito com'è, deve ripassarsi il Bignami di diritto. Ma ce la fa, e questo è solo il primo dei piccoli miracoli che gli capitano. Il secondo si chiama Alessandra: la pm più bella del tribunale, che si innamora di lui e prende a riempirgli la vita e il frigorifero. E intanto Vincenzo riflette sull'amore, la vita, la delinquenza, la musica: su tutto quello che attraversa la sua esistenza e la sua memoria, di deriva in deriva.

Ordina per
  • 3

    La prima volta di Malinconico

    Non so, forse il fatto di aver letto prima l'ultimo libro di De Silva (Terapia di coppia per amanti) mi ha in parte creato aspettative che qui non ho trovato corrisposte. Un libro bello e piacevole, m ...continua

    Non so, forse il fatto di aver letto prima l'ultimo libro di De Silva (Terapia di coppia per amanti) mi ha in parte creato aspettative che qui non ho trovato corrisposte. Un libro bello e piacevole, ma lontano dagli spettacoli pirotecnici che mi attendevo. Per il resto una prima parte più lenta e legnosa, nella seconda si dispiegano le ali e ci sono tratti davvero notevoli. Sulla mancanza di trama credo non si possa che rispettare una scelta esplicita e consapevole. Una pausa e poi passiamo agli altri due titoli dell'avvocato Malinconico.

    ha scritto il 

  • 0

    un bel passatempo

    piacevole e divertente, soprattutto per i giuristi di ogni tipo. Si poteva fare di più con la storia, lasciare qualche segno più marcato...però tutto sommato è un romanzo senza pretese che si legge se ...continua

    piacevole e divertente, soprattutto per i giuristi di ogni tipo. Si poteva fare di più con la storia, lasciare qualche segno più marcato...però tutto sommato è un romanzo senza pretese che si legge senza fatica.

    ha scritto il 

  • 4

    Ironico e scritto bene, è un libro che fa sorridere per le digressioni del personaggio, l'avv. Malinconico pasticcione e beffardo, stropicciato e sornione, perdente, che rispecchia un pò la vita di tu ...continua

    Ironico e scritto bene, è un libro che fa sorridere per le digressioni del personaggio, l'avv. Malinconico pasticcione e beffardo, stropicciato e sornione, perdente, che rispecchia un pò la vita di tutti i giorni: ci si riconosce abbastanza. La storia è semplice e lo stile non fa una grinza per la disarmante logica dei ragionamenti: scorre leggera e ti porta a riflettere sull'accettarsi, sul poter cambiare la propria vita, sul non doverla sempre "subire".

    ha scritto il 

  • 3

    Un avvocato semi disoccupato è anche un ex marito e padre separato che vive questa nuova condizione in modo indefinito, in pratica un caos. Ed ecco che inaspettatamente la vita offre un nuovo amore e ...continua

    Un avvocato semi disoccupato è anche un ex marito e padre separato che vive questa nuova condizione in modo indefinito, in pratica un caos. Ed ecco che inaspettatamente la vita offre un nuovo amore e qualche soddisfazione nel lavoro ( quando ci vò ci vò!). Il tutto raccontato in modo scorrevole con ironia ed un pizzico di amarezza.

    ha scritto il 

  • 0

    Poco classificabile ma molto piacevole. Mi piacciono la caratterizzazione, i dialoghi, lo strano modi di chiamare gli oggetti. Non mi piacciono i pipponi, ma pazienza.

    ha scritto il 

  • 3

    Bello anche se spesso ho odiato il protagonista...a tratti lento ma scritto bene. Mi é piaciuto lo stile e anche se é un libro "maschile" mi ha saputo prendere e non succede spesso...

    ha scritto il 

  • 4

    che bel libro, è come parlare con un caro amico: avete presente quello che vedete una volta alla settimana, a cena?

    quello che se arriva prima di voi sa già cosa ordinarvi da bere, perché vi conosce? ...continua

    che bel libro, è come parlare con un caro amico: avete presente quello che vedete una volta alla settimana, a cena?

    quello che se arriva prima di voi sa già cosa ordinarvi da bere, perché vi conosce?

    certo non è mordecai richler ma tante grazie a questo nuovo amico per questa boccata d'aria!

    ha scritto il 

  • 3

    Non avevo capito niente

    Un romanzo buffo che scorre via velocemente e che mi ha divertita. Tuttavia, è uno di quei libri che non dice e non lascia granché, con una storia semplice, attuale, non ha colpi di scena strani né al ...continua

    Un romanzo buffo che scorre via velocemente e che mi ha divertita. Tuttavia, è uno di quei libri che non dice e non lascia granché, con una storia semplice, attuale, non ha colpi di scena strani né altro. Presenta le opinioni di Vincenzo Malinconico, avvocato, piegato su riflessioni sia profonde sia superficiali riguardo all’amore, alla gente, alla camorra e così via. Il messaggio è semplice: la vita è una commedia degli errori , piena di opportunità che perdi e di occasioni che lasci scappare per incomprensione.
    Leggero ma non banale, lo consiglio a chi cerca ogni tanto qualcosa di rilassante e divertente da leggere.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per