Esterházy resuscita la madre perché racconti la sua amicizia o sarebbe meglio dire flirt con il "dio del pallone" Puskás, sfruttando così l'occasione per fare un ritratto di due eventi fondamentali della storia ungherese: la rivolta anti-sovietica de ...Continua
Ha scritto il 22/03/14
23.3.2014 - variazione tag
Ero arrivata a pagina 26, quando suona il telefono e metto un segnalibro e vado a rispondere, la mia amica Nadia mi ha chiamato per una serie di preoccupanti piani natalizi, chissà se ho in testa la voglia di pensare al mangiare adesso, che poi ne av ...Continua
  • 3 commenti
Ha scritto il 04/01/13
Il libro dall'apparenza autobiografica possiede qualche intuizione e qualche trovata veramente geniale, non è totalmente da buttare. Peccato per la composizione terribilmente tortuosa, l'ingannevole aletta, la morbosità dell'autore verso la madre che ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 19/10/12
Libro difficile, in cui il calcio e Puskas, in definitiva, entrano poco (lo dico perché l'aletta, o come si chiama, è del tutto fuorviante).
Libro comunque di qualità, ma, credo, molto più adatto a una platea ungherese, per le frequenti allusioni
...Continua
  • 5 mi piace
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi