Non ditelo allo scrittore

di | Editore: Garzanti
Voto medio di 277
| 63 contributi totali di cui 47 recensioni , 16 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Questa volta, il compito affidato a Vani dal direttore della sua casa editrice è una vera e propria sfida: deve scovare un suo simile, un altro ghostwriter che si cela dietro uno dei più importanti romanzi della letteratura italiana. Solo lei può far ...Continua
Brunella DS
Ha scritto il 20/09/18
Il terzo capitolo della saga che vede come protagonista Vani Sarca non ha deluso neanche questa volta. L'ironia con cui vengono descritti i personaggi, la trama che unisce il giallo alle situazioni improbabili in cui si trova l'autrice rendono il lib...Continua
Serena
Ha scritto il 20/08/18
Terza avventura della nostra ghostwriter del cuore Vani Sarca, che riesce sempre meno a nascondere il suo cuore tenero dietro la maschera di donna odiosa e scostante. Alice Basso dimostra ancora una volta come si possa raccontare con leggerezza e int...Continua
Myrddin Emrys
Ha scritto il 05/07/18
Adoro Vani Sarca. Mi piace lei, le persone che le girano attorno, il lavoro folle che fa e come ragiona la sua testolina. Credo dia dipendenza e non vedo l’ora di iniziare il nuovo “caso”. Piacevole anche scorgere la mia Torino in filigrana nei suoi...Continua
Babx
Ha scritto il 01/07/18
"«E comunque», conclude Reale, «tutto questo per dire: la carta è infiammabile, si usa per dare fuoco alla miccia delle rivoluzioni. Ricordatevelo sempre. Quando studiate letteratura, non studiate soltanto libri: studiate la miccia della storia.»" "A...Continua
Shari
Ha scritto il 14/06/18
Vani si sta addolcendo?
Il secondo libro di Alice Basso mi è piaciuto un po' meno del secondo. Lo stile è sempre molto fresco e spigliato, ma la storia mi è sembrata un po' più debole. Vani mi è apparsa un leggermente più dolce, meno aspra. Ad ogni modo penso che Alice Bass...Continua

Elisa Benni
Ha scritto il Aug 30, 2017, 10:44
Che è colto di sorpresa che quasi perde l'equilibrio - quando si ha la flessibilità vertebrale di un attaccapanni, ogni destabilizzazione può essere fatale.
Elisa Benni
Ha scritto il Aug 30, 2017, 10:43
Marotta è rigido come se si fosse seduto per sbaglio su uno scovolino da damigiane.
Elisa Benni
Ha scritto il Aug 30, 2017, 10:42
Forse Marotta mi è stato mandato dal cielo per aiutarmi a distrarmi dalle faccende di Berganza. Certo che a guardare Marotta viene da pensare che, fosse anche caduto dal cielo, dev'essere di certo atterrato molto male.
Elisa Benni
Ha scritto il Aug 30, 2017, 10:40
Per un attimo mi immagino una schiera di supereroi in calzamaglia il cui superpotere consista nella capacità di produrre ricorsi o documenti formali alla velocità della luce, per ridurre al minimo le tempistiche dei tribunali, della sanità o dell'ass...Continua
Pucci58
Ha scritto il Aug 14, 2017, 13:56
...il prof. Reale ha letto J. Donne, "Nessun uomo è un'isola" e a Vani è quasi venuto da piangere: a lei che l'ultima volta che ha avuto gli occhi umidi era nel passeggino controvento.
Pag. 104

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi